Giorgio Parisi scienziato dell'anno

La Royal Society decide di assegnare al ricercatore italiano, professore a La Sapienza di Roma, un prestigioso riconoscimento per il suo lavoro nella teoria quantistica

Roma - Un giorno di festa quello di oggi per Giorgio Parisi, celebre professore di Teorie Quantistiche a "La Sapienza" di Roma, che la Royal Society, ossia l'Accademia nazionale delle scienze britannica, ha voluto insignire del Premio per la Scienza in Europa 2007- Microsoft European Science award per i risultati ottenuti nella teoria quantistica e nello sviluppo in Europa della scienza computazionale.

Il ricercatore"╚ un riconoscimento importante per uno dei più grandi fisici italiani - ha dichiarato Umberto Paolucci, vicepresidente di Microsoft Corp - e allo stesso tempo, più in generale, per la ricerca scientifica nel nostro Paese, che anche in un ambito complesso e avanzatissimo come quello delle scienze computazionali e della biologia dei sistemi offre elementi di eccellenza di riferimento per l'Europa intera e per il mondo".

Le ricerche condotte da Parisi, già direttore del Centro di ricerca e sviluppo SMC (Statistical Mechanics and Complexity) dell'Istituto Nazionale per la Fisica della Materia, sono state considerate "di importanza fondamentale" dalla Royal Society. Parisi nel 2006 aveva già ricevuto il prestigioso Premio Galilei per la Fisica.
Dei 250mila euro della borsa del premio Microsoft, 7.500 andranno allo stesso Parisi e il rimanente servirà a finanziare le ricerche da lui coordinate. In particolare lo stesso Parisi ha dichiarato che ne farà uso per la realizzazione dello IANUS, che la Society in una nota spiega come una macchina di nuova generazione basata su FPGA (field-programmabile gate array)". Un sistema "che consentirà il calcolo di variabili boleane che potranno simulare sistemi complessi".