Gaia Bottà

No-DRM, dopo la musica è tempo di film e giochi

Dalla musica ai video, fino ai videogame, si spinge per abbandonare il DRM. Sul cinema piovono le trovate di Defective By Design, sui videogiochi a tremare sono gli intermediari della distribuzione

Roma - Il desiderio di cambiamento rinvigorito dalla rivoluzionaria iniziativa dei Radiohead si sta abbattendo su tutta l'industria della musica. Si allunga sui distributori: Amazon vende senza DRM, Apple ha ritenuto opportuno pareggiare i prezzi per la musica lucchettata e la musica libera da DRM, Ian Rogers di Yahoo! Music, attento alla convenienza e all'umore del pubblico, non investirà nei contenuti che i produttori pretendono di blindare con sistemi di protezione. E non è escluso che l'impetuosità di questo mare agitato possa investire tutta l'industria dell'intrattenimento digitale, ben oltre i confini della musica.

Cavalcano l'onda quelli di Defective By Design, che, dopo essersi scagliati contro i sistemi Digital Restriction Management applicati alla musica, rivolgono la loro attenzione all'industria dei contenuti video. I video blindati in sistemi di protezione, dicono, costituiscono addirittura un passo indietro rispetto a videoregistratori e cassette: sottraggono all'utente il controllo sui contenuti di cui sta fruendo legalmente, concedono gentilmente all'utente di godere di un film n volte, permettono di riprodurlo su n dispositivi. Ma il digitale non avrebbe dovuto favorire una più libera circolazione della cultura?

Il volantino di Defective By DesignPer il gruppo che fa capo a Free Software Foundation è dunque giunto il momento dell'ennesima campagna d'impatto, segnala BoingBoing. Quale il più imponente servizio per la distribuzione di contenuti video? NetFlix: conta 6,7 milioni di utenti abbonati, distribuisce ogni giorno a noleggio oltre un milione e mezzo di DVD imbustati richiesti attraverso il suo sito, un business che, segnalano da cnet, sta mettendo in serie difficoltà il mercato del noleggio tradizionale. Vanta inoltre un servizio online per il video on-demand: video rigorosamente blindati da sistemi di protezione. Un target perfetto da colpire con milioni di volantini di protesta: "Ho detto no al DRM sulla musica, ora dico no a quello imposto sul video". I volantini sono pronti da stampare, ritagliare, firmare, imbustare e spedire per subissare le sedi di Netflix, con una proposta che Defective By Design auspica possa innescare una negoziato.
E se sul fronte del video ci si può aspettare un impatto di sicuro effetto: il fronte dei videogame, avverte Om Malik, sembra essere solo lambito dall'ondata anti-DRM. Ma qualcosa si sta muovendo: i game studio si stanno avvicinando al loro pubblico, affrancandosi dagli intermediari che tanto tengono ad imporre lacci e lacciuoli tecnologici, e contratti multimilionari, che legano i game all'esclusività di una sola piattaforma. Strategie non sempre lungimiranti: gli utenti vorrebbero potersi slegare dall'acquisto di una determinata console. È chiedere troppo? Per iniziare si potrebbe evitare di vincolare i supporti con codici regionali, che li legano addirittura all'acquisto delle varianti locali della stessa console.

Om Malik ripone speranza nei game studio indipendenti, auspica che sappiano sviluppare modelli di business innovativi, più vicini alle aspettative degli utenti, più fruttuosi per l'industria stessa. Sono esempi di questa nuova ondata di indipendenti Valve Software, con la sua piattaforma distributiva online Steam, lo sono strutture come Kongregate, una sorta di cooperativa di sviluppatori indipendenti. A quando il download dei game sulla base di un'offerta libera?

Gaia Bottà
22 Commenti alla Notizia No-DRM, dopo la musica è tempo di film e giochi
Ordina
  • ...per chi è abituato a scaricare gratis... ora che si può scaricare senza DRM a 256kb pagando 0,99 € tutti verranno qui a dire che è troppo caro...
    Se chi si accontenta degli mp3 a 192kb trovati sul mulo investisse un minimo della sua paghetta mensile tornerebbe la produzione musicale di qualità.
    IMHO.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 ottobre 2007 08.46
    -----------------------------------------------------------
    MeX
    16902
  • Se si investisse un minimo sulla qualità tornerebbero le paghette mensili di chi si accontenta del 192kb sul mulo.
    non+autenticato
  • come si investe se non arrivano i soldi?
    MeX
    16902
  • Quindi io domani mi metto a sviluppare videogiochi. Sviluppo delle schifezze peggio che fatte in flash da un bambino di 3 anni con una mano sola, mi lamento che nessuno compra, e che se la gente comprasse io potrei fare giochi migliori, quindi sono loro i cattivi.
    Certo certo...
    non+autenticato
  • no sarebbe come se tu facessi un giochino in flash che metti per scherzo in share su emule... e diventa il gioco più scaricato del mondo, qualcuno te lo copia in java e lo rivende ai cellulari fatturando migliaia di €, in più vieni assunto con un contratto a progetto di tre mesi da una multinazionale per sviluppare il sequel visto il successo dopo un anno che ti rinnovano il contratto ogni 3 mesi esce il gioco... vende pochissimo... ma tutti lo scaricano e ti licenziano.
    MeX
    16902
  • Se lo metto su emule senza copyrighttarlo sono fatti miei dopo, non posso certo lamentarmi. Non capisco cosa c'entra il resto dell'analogia con l'industria discografica mi dispiace.
    non+autenticato
  • diciamo che ti ho steso e non sapevi come controbattere.
    MeX
    16902
  • Se ti fa stare meglioSorride
    Speravo in una spiegazione e di continuare la discussione, ma ti avevo sopravvalutato. Scrivi "own3d n00b" la prossima volta, così capisco subito con chi ho a che fare.
    non+autenticato
  • non mi fa stare meglio, ma mi fa stare meglio evitare di portare avanti una discussione sterile, almeno dal mio punto di vista, poi tu vedila come preferisci.
    C140!
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > ...per chi è abituato a scaricare gratis... ora
    > che si può scaricare senza DRM a 256kb pagando
    > 0,99 € tutti verranno qui a dire che è troppo
    > caro...
    > Se chi si accontenta degli mp3 a 192kb trovati
    > sul mulo investisse un minimo della sua paghetta
    > mensile tornerebbe la produzione musicale di
    > qualità.
    > IMHO.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 18 ottobre 2007 08.46
    > --------------------------------------------------

    tecaro! (tre la sei cercata...lo dico con affetto non offenderti) lavori per una casa discografica...

    Non si può stare nell'impasse attuale....
    nè si può pretendere che io acquisti un mp3 a 0.99 e possa ascoltarlo solo su un certo lettore nè io posso prentendere di scaricare tutto a sbaffo.
    Di certo l'atteggiamento di chi fà come te ora o chi dall'altro lato sostiene che la copia digitale sia un non-furto non è quello giusto IMHO.

    Vedrai che qualcuno farà un botto di soldi con qualche nuovo modello di business, magari saranno i soliti noti ma le cose stanno cambiando.
    Il disco da 10 canzoni + 8 singoli per un totale di 70.000£ non è più appetibile.
    non+autenticato
  • ma infatti io sono sempre stato contro il DRM... e poi si lavoro in una casa discografica indipendente (che preciso è ben diverso da dire "lavoro per la Universal")
    Però sono anche contro il download illegale e la consegunte mancanza di afflusso di denaro per l'azienda che mantiene me e i nostri artistiSorride
    MeX
    16902
  • CIAO A TUTTI
    i DRM si sa che sono una fregatura per tutta l'utenza onesta... Io personalmente, di tutti i CD e DVD che mi sono comperato, non ho mai usato gli originali, o meglio, li ho usati poche volte, giusto per farmi le copie, e le copie sono quelle che uso regolarmente mentre l'originale sta nelal custodia, ben protetto, come nuovo, in attesa di essere riestrattio qual'ora una delel copie si rovini e sia necessario farne una nuova.
    E` cosi` che si dovrebbero usare i CD ed i DVD, o almeno chi e` furbo fa cosi`.
    Da quando mi e` stato impedito di fare cio`, ho smesso di acquistare ed ho rinunciato a svariatissimi articoli.
    Fortunatamente, in tempi recenti, le cose si sono ricominciate a muovere nella giusta direzione, e dho avuto modo di cominciare ad acquistare qualcosa, ma per l'appunto, i Videogiochi non sono ancora stati toccati, e sarebbe ora che anche li`, le acque si muovessero ed i produttori di videogiochi si avvicinassero di piu` all'utenza.

    NETFLIX
    Io che vivo qui in America so bene cosa e` NetFlix... e` un servizio di VideoNoleggio via posta:
    Si va OnLine e si scelgono fino ad un massimo di 3 Film in DVD, tali Film vengono spediti per posta ed arrivano nella tua cassetta della posta entro 24 ore, nella busta sono gia` pronte 3 buste preaffrancate per rimandare indietro i Film una volta terminata la visione, mentre i DVD tornano di nuovo da NetFlix si possono ordinare i nuovi Film da vedere, e questi verranno spediti non appena verranno ricevuti i precedenti.
    Se si rimanda indietro uno solo dei DVD, se ne puo` affittare un'altro soltanto... non permettono di avere pi`u di 3 Titoli alal volta.
    Tale servizio, sta mettendo in seria crisi la BlockBuster, che tuttavia, ha gia` lanciato il suo Servizio Concorrente, ma che di fatto e` arrivato in ritardo rispetto alla popolarita` acquisita in maniera rapidissima da NetFlix...
    il problema e` che i Film di NetFlix sono affittati, non acquistati, quindi, in quel caso, non e` giusto farsene le copie di BackUp... tali sono Film in prestito e non e` cosa giusta appropriarsene copiandoli, quindi, almeno per quelli, va bene il DRM.
    DISTINTI SALUTI
    Crazy
    1945
  • Hai capito veramente poco, non mi sorprendo del fatto che stai in america. noDRM non significa che ti puoi fare le copie impunemente, significa che sono filmati fruibili da qualsiasi piattaforma. Vuoi affittare un dvd, metterlo in divx, vederlo sulla psp 12 volte e poi rispedirlo? Senza drm lo puoi fare. Con drm no. Per non parlare dei mille problemi che insorgono, compatibilità (tipo i cd musicali sony che sui pc non funzionavano anni fa), qualità etc.
    non+autenticato
  • Anche tu, però, non è che hai capito granché. Se è vero che NO DRM non significa che puoi scopiazzare tutto quello che vuoi, DRM vuole dire che anche nel caso tu abbia legalmente diritto a farti una copia, tu non te la puoi fare, che non è né più né meno il discorso che faceva Crazy
  • > il problema e` che i Film di NetFlix sono
    > affittati, non acquistati, quindi, in quel caso,
    > non e` giusto farsene le copie di BackUp... tali
    > sono Film in prestito e non e` cosa giusta
    > appropriarsene copiandoli, quindi, almeno per
    > quelli, va bene il
    > DRM.
    > DISTINTI SALUTI

    toh! una persona con un pò di buon senso.....