Dario Bonacina

ADSL nude, e ora sono sorci verdi

Sulle linee ADSL solo dati, l'AutoritÓ TLC ha legittimato l'incumbent ad esigere il pagamento del canone. Ed ora Telecom procede, chiedendo gli arretrati. La posizione dei provider di AIIP

Roma - AIIP, Associazione Italiana Internet Provider, manifesta il proprio dissenso in merito all'intenzione di Telecom Italia di esigere il pagamento di un canone per le linee ADSL "naked", ossia prive di fonia, chiedendo gli arretrati, ossia a decorrere dalla prima dichiarazione di legittimità del canone da parte dell'Authority TLC.

L'incumbent, infatti, si era finora astenuto dal presentare in fattura la voce "canone" per le linee di "nuda connettività", attendendo il pronunciamento dell'Authority, che è arrivato con la recente approvazione dell'offerta Telecom Italia che include appunto il temuto via libera. Gli operatori alternativi, però, si sarebbero aspettati di dover corrispondere il canone all'incumbent - loro fornitore wholesale - a partire da ora, e non di dover pagare gli arretrati.

"Nessun venditore può pretendere di fissare o di aumentare i prezzi con efficacia retroattiva - dichiara l'AIIP in una nota - Eppure Telecom Italia oggi si prepara ad emettere fatture per le linee solo dati per il periodo da febbraio 2006 a giugno 2007, con una retroattività di 14 mesi".
Si tratta evidentemente di cifre potenzialmente molto pesanti per diversi operatori, capaci di mettere in difficoltà anche gli operatori maggiori che non stiano attraversando un periodo di particolare crescita economica e finanziaria.

"Il problema - sostiene AIIP - è nato quando Telecom Italia ha realizzato che gli abbonamenti senza fonia consentivano agli utenti di risparmiare sul canone telefonico scegliendo servizi VoIP su linea solo dati. A questo punto Telecom Italia ha iniziato ad esigere una canone periodico in aggiunta al solo contributo di attivazione da essa previsto per tali linee". ╚ anche vero, come ben ricorderanno i lettori di PI Telefonia, che Telecom non ha mai nascosto le proprie intenzione di riscuotere quel canone, e su quel canone si sono avute sollevazioni popolari e ordini del giorno che oggi, con l'ok dato a Telecom Italia, vengono ufficialmente dimenticati.

"Giusta o sbagliata che sia la richiesta di un canone aggiuntivo - insiste AIIP - non ci pare equo ed opportuno che tale richiesta venga effettuata retroattivamente, per di più per un periodo di oltre un anno. L'Associazione Italiana Internet Provider chiede pertanto che Telecom Italia riconsideri immediatamente il suo progetto di fatturazione retroattiva. Il grave disorientamento che ne deriverebbe all'utente sarebbe insanabile, se passasse il principio dei prezzi indeterminati. Ciò causerebbe una grave distorsione del rapporto che ogni operatore ha con la clientela finale, su cui questo aumento andrebbe sicuramente ad incidere e ciò senza valutare affatto la valenza anticompetitiva di tale condotta".

La posizione dei provider è delicata, Telecom ha tutte le carte in mano, e traspare dalla nota di AIIP: "Ove Telecom Italia persista nelle proprie intenzioni essa si renderebbe responsabile di un grave pregiudizio all'intero mercato dei servizi a larga banda, mercato già anemico in Italia e con scarsa concorrenza, come confermato dalla quota di mercato detenuta da Telecom Italia, che non ha pari nei paesi sviluppati". Un avvertimento finale che, prima ancora che Telecom, dovrebbe suonare almeno questa volta come un campanello d'allarme nelle stanze dove da anni si decidono, spesso senza molta oculatezza, i destini della connettività italiana.
62 Commenti alla Notizia ADSL nude, e ora sono sorci verdi
Ordina
  • Cara telecom,
    dai uno sguardo al resto dei paesi dell'Europa
    Ne cito uno :
    linea ADSL a 20Mbit o più+Chiamate su fisso internazionali verso più di 50 paesi+ADSL TV etc.
    TUTTO A 29,90 al mese (nient'altro...non esiste il   canone!!!)

    (Piccola parentesi:Mi sbaglio o il canone era una tassa iniziale che serviva a ripagare la costruzione delle linee??
    In quale altra nazione le stiamo costruendo?
    Se il canone attuale servirebbe per costruirne nei paesi svantaggiati del terzo mondo io lo pagherei pure senza problemi...)

    CARA telecom, osserva, impara e rimodernizzati ora stai correndo un po ai ripari, ma hai ancora da imparare...
    Se avessi fatto da tempo cambiamenti radicali e rinnovamenti, proponendo contratti decenti e abolendo le ridicole tasse inutili, non avresti perso gran parte dei contratti e non ne continueresti a perdere, anzi...!!

    Ovviamente mi posso anche sbagliare su qualcosa o non contare nulla...
    Ma sono solo un giovane umano che discute e non una delle compagnie piu potenti d'Italia...
  • - Scritto da: genfrygogeta
    > Cara telecom,
    > dai uno sguardo al resto dei paesi dell'Europa
    > Ne cito uno :
    > linea ADSL a 20Mbit o più+Chiamate su fisso
    > internazionali verso più di 50 paesi+ADSL TV
    > etc.
    > TUTTO A 29,90 al mese (nient'altro...non esiste
    > il
    > canone!!!)

    Avercene di contratti così...A bocca aperta

    > (Piccola parentesi:Mi sbaglio o il canone era una
    > tassa iniziale che serviva a ripagare la
    > costruzione delle
    > linee??
    > In quale altra nazione le stiamo costruendo?
    > Se il canone attuale servirebbe per costruirne
    > nei paesi svantaggiati del terzo mondo io lo
    > pagherei pure senza
    > problemi...)

    Mah... la scusa adesso sono i costi di "gestione" della rete se non sbaglio.

    > CARA telecom, osserva, impara e rimodernizzati
    > ora stai correndo un po ai ripari, ma hai ancora
    > da
    > imparare...
    > Se avessi fatto da tempo cambiamenti radicali e
    > rinnovamenti, proponendo contratti decenti e
    > abolendo le ridicole tasse inutili, non avresti
    > perso gran parte dei contratti e non ne
    > continueresti a perdere,
    > anzi...!!

    Finchè detengono il quasi totale monopolio della rete fisica possono tranquillamente fare i loro porci comodi purtroppo...

    > Ovviamente mi posso anche sbagliare su qualcosa o
    > non contare nulla...
    >
    > Ma sono solo un giovane umano che discute e non
    > una delle compagnie piu potenti
    > d'Italia...
    non+autenticato
  • infatti, come nel caso di vira, i soldi ce li mette l'isp (che di solito fallisce), non tu!
  • Idea!ho un'idea...ammè piace (all'estero è ormai sponsorizzata da gestori del calibro della British Telecom, Skype, ecc)non vi sto a spiegare nulla xchè è sufficiente visitare il sito www.Fon.com il concetto è la condivisione...insomma 1 paga...gli altri contribuiscono...è illegale!si và sul penale...ma tantè che, per fortuna, per forza di cosa si legalizzerà anche in italia...ciao e auguri!Angioletto
  • ..vi stanno prendendo per il popò e non fate un cacchio... auhahaahha... vi serve qualcuno che vi organizzi una manifestazione con tanto di pullman, panino, birrozza, coca (forse cola), e gita a Roma gratuiti??

    auuahahhahuhu tutti a disperarsi per il calcio e la ferrari.. eh già... sono queste le cose importanti della vita... quelli vi prendono in giro... e voi giù a calrvi i pantaloni..... W IL CLIENTELISMO E LE RACCOMANDAZIONI ITALIANE!!

    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • IO attualmente navigo dal mio negoziante ed non ho adsl ed non me la farò mai finchè non cambieranno le cose.

    La gente è stupida perchè se tutta farebbero disdetta la telecom piangerebbe.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Manic

    > La gente è stupida perchè se tutta farebbero
    > disdetta la telecom
    > piangerebbe.

    a imperitura memoria

    amen!
    non+autenticato
  • Certo e poi invece del telefono usiamo il tam-tam.
    Io sono cliente wind (per altro molto scontento), quando uscì la possibilità di sganciare l'ultimo miglio mi informai per la mia zona, risposta di wind "Mai perchè la zona non è remunerativa".

    Come tale se non fosse per telecom alcune zone non avrebbero manco il telefono, così oltre al Digital Divide avremmo anche l'Analogical Divide.

    Pensate che solo Telecom faccia i propri interessi?
    Avete mai visto un tecnico wind o chi per esso riparare un cavo, o avete magari un idea di quanto possa costare mantenere un infrastruttura in grado di mantenere in funzione ed aggiornate le linee telefoniche italiane?

    Sicuramente la sip è stata svenduta, ma il grosso errore è stato pensare che un azienda privata potesse gestire un bene primario a prezzi inferiori, l'azienda privata deve guadagnare.
    non+autenticato
  • non paghiamo abbastanza ma ci devono mettere pure il canone e le linee funziona molto bene in senso ironico
    non+autenticato
  • Fate disdetta in massa e guardate come cambieranno le cose.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)