Luca Annunziata

Cento volte più veloce del WiFi

Big Blue al lavoro su un nuovo protocollo senza fili. Capace di travasare ettolitri di gigabyte in pochi secondi. Servirà nel salotto del futuro

Roma - Cronaca di un possibile shopping del 2015. Di ritorno dal centro commerciale con un nuovo lettore ad alta definizione, una volta aperto il pacco non resta che collegarlo all'alimentazione di rete. Basta inserire un disco nell'unità per cominciare a godersi tutta la propria cineteca, in alta definizione, direttamente sul megaschermo di casa. Senza perdersi dietro a fili e cavi da centinaia migliaia di euro.

Ci sta lavorando IBM, in collaborazione con MediaTek: è un nuovo protocollo wireless, 100 volte più veloce di qualsiasi WiFi oggi in circolazione, capace di trasferire decine di gigabyte via etere in pochi secondi. Che si tratti di flussi video ad alta definizione, dati o audio, la comunicazione tra le unità diventerà quasi istantanea.

Non si tratta di una novità: IBM aveva mostrato già nel 2004 i prototipi di questa tecnologia, mentre risale al 2006 il primo esempio di chip completo e funzionante. La novità è che questa partnership con MediaTek servirà ad accelerare l'implementazione del protocollo in tutti i dispositivi possibili, così da promuoverne la diffusione.
Uno dei primi prototipi di chip mmWave Per renderla possibile, occorrerà tuttavia realizzare dispositivi capaci di inviare segnali a 60 gigahertz, in quell'area dello spettro radio chiamata dalla stessa Big Blue mmWave (millimiter-wave). Microonde che più micro quasi non si può, in grado di veicolare grosse quantità di dati tra tutti i dispositivi di casa: hard disk esterni, TV ad alta definizione, set-top-box e, naturalmente, il caro vecchio PC.

In uno scenario plausibile, sincronizzare il proprio iPod (o qualsiasi altro lettore MP3) con la libreria musicale casalinga sarà questione di un clic. Allo stesso modo, guardare un film scaricato sul computer, magari mollemente adagiati sulla dormeuse in salotto, non richiederà che pochi istanti: una operazione facilmente assimilabile a schiacciare il bottone sul telecomando per accendere la TV e cambiare canale.

Redefining Home Newtwork with mmWave

Luca Annunziata
16 Commenti alla Notizia Cento volte più veloce del WiFi
Ordina
  • Potremo sederci in salotto a guardare il nostro programma preferito e lasciare la cena per qualche minuto a riscaldarsi sul tavolino al centro del salotto. Mai piu' doversi alzare per scaldarla nel micoonde in cucina !
    non+autenticato
  • A quella frequenza i cibi non si scaldano, al di là delle portenze, i cibi si scaldano attorno ai 2 GHz. Hai scritto una cosa come dire: potremmo evitare di accendere la luce (errato, 60 HGz non sono nella gamma del visibile). Spero sia chiaro.

    Comunque, come spiegato anche sul sito di riferimento, non sono frequenze che oltrepassano i muri, fatevi pochi film, le potrete usare solo a 2-3 metri di distanza e senza niente di mezzo, salvo ricevere di rimbalzo, ma sempre nella stessa stanza.
    non+autenticato
  • Fateci caso. Nella stanza di sinistra, il router e' un DLINK.
  • Tanto a 60GHz serve un diodo Gunn per trasmetterle, ergo, non saranno in grado neppure di superare un foglio di carta velina, figuriamoci un muro.
    non+autenticato
  • Fa sempre piacere scoprire nuove tecnologie e sapere che un giorno saranno nelle ns mani quindi un grazie a Luca per l'info... peccato che ci arriveranno con il contagocce come sempre, carissime e gestite dai soliti provider ladri che si fanno pagare a peso d'oro tecnologie che al momento della vendita al pubblico costano ormai quasi zero.
    Che se ne vadano affanculo...tanto finisce come la gestione del Wi Fi...un casino gestito da ladri, gestori mafiosi e politici che fanno la solita comunella.
    non+autenticato
  • Contrariamente a diffuse credenze popolari alimentate da giornalisti incompetenti, non è sufficiente essere un'onda elettromagnetica per essere nocivi:
    dire "le onde elettromagnetiche fanno male" equivale a dire "bere fa male".
    E' vero.
    MA:
    bere COSA e bere QUANTO?

    bere un BICCHIERE di ACQUA fa male quanto bere una BOTTIGLIA di VODKA? non credo...

    per le onde elettromagnetiche, il COSA è la FREQUENZA, il QUANTO è la POTENZA:
    ricevere un milliwatt di onde a 60 GHz non è detto che faccia male perche' 60 GHz sono "tanti": il forno a microonde scalda i cibi perche' ha ESATTAMENTE la frequenza di risonanza delle molecole d'acqua, e in piu' ha un'alta potenza.

    Puo' anche darsi (non lo so per certo) che onde a 60 GHz attraversino il nostro corpo come se non esistesse, o che vengano riflesse come se fossero luce; infatti, la luce è fatta di onde elettromagnetiche ad altissima frequenza; ma questo non fa della luce qualcosa di dannoso. A meno che non abbia un'altissima potenza (come in un raggio laser ad alta potenza): allora si' che diventa dannosa!
  • non devi dirlo a me! devi dirlo a tutta la gnte che è sempre a protestare contro tutto e tutti, senza nemmeno sapere di cosa parlano!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)