Un LCD-TV ultrasottile

Hitachi si appresta a lanciare sul mercato giapponese un televisore LCD con uno spessore di poche decine di millimetri e con supporto opzionale alla tecnologia wireless Ultra-Wide Band

Tokyo - Nella guerra tra produttori di display LCD per realizzare monitor sempre più leggeri e sottili, l'ultimo colpo è stato sparato da Hitachi. Il gigante asiatico ha infatti presentato in Giappone una nuova linea di televisori LCD, con diametro compreso fra 32 e 42 pollici, che vantano uno spessore di soli 3,5 centimetri.

I nuovi televisori, appartenenti alla linea Wooo UT, si caratterizzano anche per un panello con tecnologia IPS da 120 Hz e per l'utilizzo di un piccolo box esterno, chiamato Wooo Station, che fornisce tre porte HDMI (oltre a quella integrata nel televisore), uno slot SD, uno slot iVDR per i dispositivi di storage removibili, un porta Fast Ethernet e, opzionalmente, un modulo wireless in standard Ultra-Wide Band (UWB), che consente di trasferire i contenuti ad elevata velocità fino ad una distanza di 9 metri. Quest'opzione, da sola, costa però quanto un televisore LCD entry-level: 90mila yen, pari a circa 550 euro.

I tre nuovi televisori digitali di Hitachi hanno in comune il supporto al Full HD (tranne il 32 pollici, che è HD Ready), una luminosità di 450cd/m2, un angolo di visione di 178 gradi e porte HDMI e VGA integrate.
Il modello da 32 pollici è atteso sul mercato giapponese per la metà di dicembre ad un prezzo di 230mila yen (1.415 euro), mentre le versioni da 37 e 42 pollici saranno rispettivamente introdotti a febbraio e ad aprile ad un prezzo di 330mila yen (2.030 euro) e 430mila yen (2.645 euro).
11 Commenti alla Notizia Un LCD-TV ultrasottile
Ordina