L'home networking diventa open source

Un gruppo di aziende europee ha rilasciato, in seno al Progetto Amigo, un software open source che promette di standardizzare il modo in cui home appliance ed elettrodomestici comunicano fra loro e con i computer

Eindhoven (Olanda) - Abbattere le barriere e le incompatibilità che oggi rendono difficile, quando non impossibile, integrare su di un'unica rete computer, dispositivi mobili, set-top box, console da gioco ed elettrodomestici. Č questo l'obiettivo di Amigo, un consorzio fondato da alcune delle più grandi aziende europee che operano nel campo dell'home networking e dell'home automation.

I partecipanti al progetto, tra cui figurano Philips, France Telecom, Telefonica, Microsoft Germany e, per l'Italia, Italdesign Giugiaro, hanno appena rilasciato un software middleware open source che potrà essere utilizzato dai produttori per consentire ai propri dispositivi di connettersi ad una rete domestica, comunicare con gli altri dispositivi della casa e ricevere comandi via rete.

Se lo standard Amigo si affermerà, in futuro gli utenti potrebbero essere in grado di gestire lavatrice, videoregistratore, computer ed altri device da un'unica interfaccia grafica, e fare in modo che questi interagiscano tra loro: ad esempio, programmando il videoregistratore per scaricare automaticamente sull'hard disk del PC la registrazione di un programma TV o istruendo il frigo affinché aggiorni la lista della spesa archiviata sul palmare.

Fonte: hitech-projects.com


In occasione del rilascio del proprio middleware open source, il consorzio ha organizzato un concorso, chiamato Amigo Challenge, che mette in palio premi fino a 750 euro per la realizzazione di progetti hardware o software basati sui componenti e l'infrastruttura aperta di Amigo.
Il progetto, che ha ricevuto un finanziamento di 13 milioni di euro dall'Unione Europea, in questa pagina ha messo a disposizione degli sviluppatori software, esempi e documentazione.

Di seguito, un video che mostra come lo standard Amigo potrebbe cambiare la vita quotidiana delle persone.
4 Commenti alla Notizia L'home networking diventa open source
Ordina