Luca Spinelli

Pacchetto sicurezza: chattare è un reato

In discussione il nuovo ddl sulla sicurezza. Spunta il reato di adescamento di minore via web e cellulare: un'inchiesta di Punto Informatico svela però vari retroscena ed una palese e pericolosa ambiguità nel provvedimento

Roma - Dopo la brutta figura del ddl sull'editoria, il Governo rischia di approvare un'altra norma discutibile e decisamente approssimativa.

Nel movimentato Consiglio dei ministri di martedì scorso, si è discusso del cosiddetto "pacchetto sicurezza", elaborato dai ministri Clemente Mastella e Giuliano Amato. Il provvedimento, suddiviso in quattro disegni di legge, si prefigge l'intento di inasprire le pene per varie tipologie di reato: dallo scippo, alla piromania. Un piccolo, ma decisivo, punto, riguarda anche la Rete: l'introduzione del reato di "adescamento di minorenni" online e via telefonino.

Il maggiorenne che, con lo "scopo di sedurre, abusare o sfruttare sessualmente un minore di anni sedici", intrattiene con questi (attraverso Internet, cellulare, o altri mezzi di comunicazione) una relazione "tale da carpirne la fiducia", è punito con la reclusione da uno a tre anni.
Lo schema del disegno di legge in questione, diversamente da quanto affermato dalle agenzie di stampa e dai quotidiani nazionali, risulta in realtà già approvato fin dal 22 dicembre 2006, ed era oltretutto già stato giudicato dal Consiglio superiore della Magistratura, variamente annunciato alla Camera e in altre sedi istituzionali, ed infine stralciato meno di dieci giorni fa, per essere poi reintrodotto quasi identico nel "pacchetto sicurezza". Il disegno di legge che introduce la nuova fattispecie di reato, perciò, era in realtà già passato indenne a quasi tutto l'iter iniziale. Sul sito del governo è disponibile anche un'approfondita descrizione delle motivazioni che hanno portato alla proposta.

La norma, condivisa dagli esperti negli intenti e mutuata dalla legislazione statunitense ed anglosassone, è minata però da una palese e pericolosa ambiguità non presente negli altri ordinamenti, sfuggita anche allo stesso CSM: la semplice "seduzione", anche se perpetrata senza alcun intento particolarmente malevolo, viene accomunata all'abuso e allo sfruttamento sessuale (naturalmente così non avviene né nel Regno Unito, né negli Stati Uniti).

Nella pratica: un ragazzo al termine delle scuole superiori che si trovasse a chattare o scambiare SMS affettuosi con una ragazza più giovane di un paio d'anni, rischia fino a tre anni di reclusione.

Il segretario dell'Unione delle Camere Penali Italiane (UCPI) Renato Borzone, recentemente intervistato da radioradicale.it, definisce, quanto ritenuto condivisibile dal Consiglio Superiore della Magistratura qualche mese fa, "una follia, talmente indeterminata che potrebbe colpire con pene severe condotte innocue e non dimostrabili. E lascerà molto spazio a quei magistrati protagonisti che, pur di finire in tv o in prima pagina, non si faranno scappare l'occasione di perseguitare il malcapitato di turno. O il povero imbecille."

Interviene anche il blogger Mario Adinolfi, membro della costituente del PD, che bolla senza mezzi termini il provvedimento come "ridicolo", specie perché "le norme già consentono ai quattordicenni di avere una libera vita sessuale". Silvana Mura (Italia dei Valori) si è invece dichiarata favorevole all'approvazione di tutti i provvedimenti. Generalmente favorevoli, ma alcuni scettici, i commenti dell'opposizione.

Se la tutela dei minori nell'anarchico mondo del web è un'esigenza sentita, diffusa, e condivisibile, pensare di risolvere il problema istituendo nuovi ambigui reati o inasprendo le pene già previste è una scelta che probabilmente susciterà polemiche e divisioni, specie considerando la questione, molto più urgente ed irrisolta, di inefficienza e lentezza del sistema processuale italiano.

Dopo le divergenze emerse martedì scorso, l'approvazione definitiva del "pacchetto sicurezza" per il successivo invio alle Camere, è rimandata al prossimo consiglio dei ministri del 30 ottobre. Con l'auspicio che, nel frattempo, intervengano adeguate modifiche.

Luca Spinelli
188 Commenti alla Notizia Pacchetto sicurezza: chattare è un reato
Ordina
  • ma si sono dimenticati questi signori che i cellulari sono un mezzo piu pericoloso e immediato?
    ci si fanno filmini porno e si madano agli amici, basta che qualcuno ti dia il numero di cell di un minore per poterlo contattare...
    aspettiamo che ricostruiscano i lagher cosi ci mettiamo
    dentro chi usa internet e anche chi usa il cell e poi magari vicino mettiamo anche qualche forno crematorio.
    nons arebbe meglio forse che i gemitori controllassero di piu i loro figli esittonoprogrammi per imèpefire loro di introdursi in siti malfamati, la famiglia dov e'? e andata tutta in vacanza stabile?
    che vadanoa casa tutti questi incompetenti di logica di economia e di morale danni ne hanno fatti abbastanza!!!!!
    non+autenticato
  • "
    nons arebbe meglio forse che i gemitori controllassero di piu i loro figli esittonoprogrammi per imèpefire loro di introdursi in siti malfamati, la famiglia dov e'? e andata tutta in vacanza stabile?
    "

    ma i giovani sono diventati idioti negli ultimi 5 anni?
    perche quando andavo io alle scuole superiori queste paranoie non si sentivano?
    Mi pare tutta un esagerazione...ormai i politici cavalcano le montature mediatiche dei telegiornali per avere piu "audience" anche loro...
    non+autenticato
  • Il Messaggero 09.09.05

    Congresso Mondiale sullo sfruttamento dei mi-
    nori. Ragazzini e ragazzine, schiavi del sesso a 12 anni, denunciati dalle
    lucciole. Baby-prostituti in cambio di ospitalità. Arrivano da soli dai Paesi
    dell’Est e si vendono a chi offre loro un tetto e da mangiare. Hanno tra i 12 ed i 16
    anni i nuovi schiavi del sesso. Spesso vengono adescati con un telefonino e con un
    posto dove dormire.
    In Italia sono poco più di 2.000. Lo rivela l’ECPAT (…) che in
    questi giorni a Rio de Janeiro studia le strategie da opporre ai trafficanti. “Ora –
    dice il Presidente della sezione italiana Marco Scarpati – provoca molto allarme la
    prostituzione maschile minorile (…)”. Non ci sono stime esatte. Solo cifre approssi-
    mative fornite dagli operatori delle ONG e dalle forze dell’ordine. Ma il fenomeno è
    in aumento. (…) Adesso è la prostituzione minorile maschile a suscitare allarme. “È
    facile avvicinarli, quando sono appena arrivati in Italia non sanno cosa fare. Sono
    disorientati. Abbiamo visto giovanissimi, tra i 14 e 16 anni, diventare “amanti” preferenziali di uomini maturi per avere ospitalità. (…) Succede nelle grandi città, ma
    anche nei piccoli centri, dove una situazione del genere non desta allarme sociale
    e non comporta i controlli delle forze dell’ordine. Spesso i casi di minorenni che si
    vendono per strada vengono denunciati dalle prostitute adulte. Per chi fa “la vita”
    la presenza di un ragazzino è una situazione che comporta rischi, determina la
    minaccia di retate e controlli continui. I minori che si vendono dentro le mura di
    casa, invece, sono invisibili. C’è anche un nuovo racket, quello gestito da bulgari e
    rumeni: “Sono molto pericolosi,” dice Scarpati, “per l’ingiustificata crudeltà che
    usano con i bambini, li trattano come schiavi e muoversi è difficile, i ragazzini
    scappano, non si fidano, hanno troppa paura”. L’età di chi commercia materiale
    pedopornografico è notevolmente scesa. Prima erano uomini sui 40 anni. Oggi la
    media è di 26 anni. Ma a cercare immagini e materiale sono anche ragazzi tra i 16
    e i 17 anni. Scarpati è oggi a Rio per l’Assemblea Internazionale di Ecpat.
    All’ordine del giorno, oltre al ruolo di Internet nell’adescamento di minori e nella
    diffusione di materiale pedopornografico, c’è anche l’emergenza cellulare. “Molti
    reati passano attraverso il cellulare - spiega Scarpati - è un nuovo strumento sul
    quale nei prossimi anni bisognerà lavorare”. Poi il fenomeno della prostituzione
    dei ragazzini, finora ignorato. Ecpat - Italia è stata incaricata di esaminarlo.
    L’analisi è inquietante: “In Italia sono tornati i bambini di strada. Non sappiamo
    se l’incremento sia dovuto a un maggior numero di denunce o a un’effettiva pre-
    senza di minori in vendita. Anche perché - spiega - non è aumentato il traffico
    criminale di ragazzi.
  • terribile...ma una risposta stupida a un problema esistente resta una risposta stupida
    non+autenticato
  • protesto fermamente con la redazione che ha censurato un mio post:è evidente che in italia non esiste la libertà di pensiero e di espressione!
    cmq il succo era questo: in italia la sessuofobia imperante di stampo cattotalebano fa ritenere "terribili" i reati o presunti tali riguardanti il sesso che continua ad essere considerato un fatto mostruoso da demonizzare ad ogni costo!
    dicevo inoltre che un ragazzotto 16nne che fa sesso con un adulto-a mi scandalizza molto meno dello stesso ragazzotto mutilato o ucciso dalle bombe intelligenti,
    la guerra non fa scandalo,il sesso sì.
    tutti siamo stati ragazzi di 15-16-17 anni e a quella età si facevano esperienze sessuali varie che in generale abbiamo trovato piacevoli.
    in realtà si vuole negare con leggi repressive un fatto naturale per cui qualsiasi soggetto ampiamente pubere va alla ricerca di   esperienze sessuali soddisfacenti.ovviamente il sesso ottenuto con violenza è da biasimare e punire come pure lo sfruttamento sessuale di minori ed adulti.
    ovviamente nel mio discorso non c'entrano i bambini che vanno sermpre preservati da ogni molestia da parte degli adulti.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 ottobre 2007 09.28
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: veritas
    > protesto fermamente con la redazione che ha
    > censurato un mio post:è evidente che in italia
    > non esiste la libertà di pensiero e di
    > espressione!
    > cmq il succo era questo: in italia la sessuofobia
    > imperante di stampo cattotalebano fa ritenere
    > "terribili" i reati o presunti tali riguardanti
    > il sesso che continua ad essere considerato un
    > fatto mostruoso da demonizzare ad ogni
    > costo!
    > dicevo inoltre che un ragazzotto 16nne che fa
    > sesso con un adulto-a mi scandalizza molto meno
    > dello stesso ragazzotto mutilato o ucciso dalle
    > bombe
    > intelligenti,


    La legge riguarda i minori di 16 anni, fascia già attualmente protetta da TUTTI quegli adulti che possano in qualche modo avere ascendente su di loro, da ciò rimando al mio link sul grooming/adescamento on line
  • secondo la aoc che è di 14 anni ,bisognava anche per le virtuali seduzioni in rete considerare solo gli under 14,dato che nella società attuale i tenagers dai 14 ai 16 anni non solo sono sessualmente maturi ,ma anche pericolosi dal punto di vista sociale(basta pensare a napoli ,palermo ,catania etc.) perchè stuprano,rapinano ,feriscono e talvolta uccidono!
    la delinquenza giovanile è un'emergenza più seria dei fantomatici adescamente in rete dei quali non ci sono statistiche reali.
    invece domando :chi ci protegge dalla violenza di queste bande giovanili ,che scippano vecchiette,picchiano i barboni,violentano donne di tutte le età e persino bambine etc.e ci si ostina a definirli    bambini?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 ottobre 2007 14.04
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: veritas
    > secondo la aoc che è di 14 anni ,bisognava anche
    > per le virtuali seduzioni in rete considerare
    > solo gli under 14,dato che nella società attuale
    > i tenagers dai 14 ai 16 anni non solo sono
    > sessualmente maturi ,ma anche pericolosi dal
    > punto di vista sociale(basta pensare a napoli
    > ,palermo ,catania etc.) perchè stuprano,rapinano
    > ,feriscono e talvolta
    > uccidono!

    Questo secondo te è una minchiata che non sta nè in cielo nè in terra, infatti non a caso l'AOC è 16 per tutti gli adulti che hanno autorità/ascendente psicologico sui minori, se la legge li ritensse maturi al punto da essere immuni da queste "seduzioni" non avrebbe fissato questo limite, fine della storia
  • spero proprio che non
    ti capitino bande di 15nni stupratori che qui nell'estremo sud fanno stupri di gruppo su povere ragazze disabili!
    gira di notte a napoli e a palermo e se riceverai una coltellata DA QUESTI GIOVINASTRI , che ancora vi ostinate a chiamare bambini ,forse cambierai idea!!!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 ottobre 2007 20.39
    -----------------------------------------------------------
  • Strano che ancora ci fanno scrivere qui e non ci hanno fatto arrestare tutti quanti.

    Mi raccomando alle prossime elezioni votate partito democratico pensando che con veltroni sia diverso...cosi staremo nelle merde altri 5 anni...complimenti a chi ha votato questo governo...bella scelta.

    Io ancora devo vede' una scelta comunista ossia per la povera gente...vedo solo ammazzare di tasse tutti e occupazione del potere ovunque e censure di ogni tipo dal de magistris per non dire di peggio..

    la gente si more di fame e loro parlano solo di partito unico minipartiti.
    non+autenticato
  • Diciamo che faceva schifo anche il governo precedente...tanto per non scatenare un flame
    non+autenticato
  • Per trovare leggi così restrittive significa che i primi veri criminali sono proprio loro. Si facciano un esame di coscienza e si specchino un po' più da vicino, anziché nascondere tutte le loro magagne e trovare leggi di mascheratura... non mi facciano parlare, altrimenti salterebbe il Governo.
    non+autenticato
  • pultroppo quando chi dovrebbe governare e legiferare per il paese ignora completamente ogni aspetto di questo paese, dal consumo di alcool e droghe , alla vita notturna fino ad arrivare alle abitudini come conversare con computer o cellulare è normale che vengano partorite leggi mostruose e proibizioniste, il più della gente bigotta penserà che è giusto reprimere ogni spiraglio di libero albitrio, o forse si sforzano di far vedere che lavorano quando invece fanno delle caghate pazzesche, sarà, ma a me ogni giorno che mi sveglio e leggo il notiziario penso a quanto vorrei andare a vivere in un altro paese
    non+autenticato
  • mandiamoli a casa questi incompetenti
    reset
    V
    non+autenticato
  • questi stalinisti cattotalebani li mandiamo a casa per avere poi fascioleghistiforzaitalioti clericali asserviti al vaticano:dalla padella alla brace.in italia siamo perduti perchè nè a destra nè a sinistra esiste una classe politica laica e libertaria degna di questo nome:sono tutti dei lacchè ,dei scendiletto dell'omino vestito di bianco!!!
  • - Scritto da: veritas
    > questi stalinisti cattotalebani li mandiamo a
    > casa per avere poi fascioleghistiforzaitalioti
    > clericali asserviti al vaticano:dalla padella
    > alla brace.in italia siamo perduti perchè nè a
    > destra nè a sinistra esiste una classe politica
    > laica e libertaria degna di questo nome:sono
    > tutti dei lacchè ,dei scendiletto dell'omino
    > vestito di
    > bianco!!!


    In Inghilterra (Europa) quella legge esiste da un pezzo, non pochi criminali sono stati assicurati alla giustizia, grazie al cielo, prima che avessero concretamente realizzato l'abuso, sarebbero anche loro dei lacchè ? Stendo un velo pietoso e non commento oltre
    non+autenticato
  • in inghilterra arrestano chi chatta e prende appuntamento...con dei poliziotti che si fingevano adolescenti,in italia non succede nemmeno questo e i casi di abusi tramite chat praticamente non esistono!
    infatti non c'è nemmeno una statistica:sono leggende metropolitane che sul web un bambino possa incontrare l'orco che ,ahimè, incontra molto spesso nell'ambito familiare!
    infatti io voglio dei numeri ,non sterili elucubrazioni!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 ottobre 2007 00.11
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: veritas
    > in inghilterra arrestano chi chatta e prende
    > appuntamento...con dei poliziotti che si
    > fingevano adolescenti,in italia non succede
    > nemmeno questo e i casi di abusi tramite chat
    > praticamente non
    > esistono!

    Questo lo dici tu, i dati che ho riportato io la mettono ben diversamente, specie sull'adescamento tramite cell
  • - Scritto da: TORa TORa TORa
    > - Scritto da: veritas
    > > questi stalinisti cattotalebani li mandiamo a
    > > casa per avere poi fascioleghistiforzaitalioti
    > > clericali asserviti al vaticano:dalla padella
    > > alla brace.in italia siamo perduti perchè nè a
    > > destra nè a sinistra esiste una classe politica
    > > laica e libertaria degna di questo nome:sono
    > > tutti dei lacchè ,dei scendiletto dell'omino
    > > vestito di
    > > bianco!!!
    >
    >
    > In Inghilterra (Europa) quella legge esiste da un
    > pezzo, non pochi criminali sono stati assicurati
    > alla giustizia, grazie al cielo, prima che
    > avessero concretamente realizzato l'abuso,
    > sarebbero anche loro dei lacchè ? Stendo un velo
    > pietoso e non commento
    > oltre

    Prima di tutto questo è falso. Come dice anche l'articolo (che non hai letto) la norma in questione è stata formulata in modo ESTREMAMENTE ambiguo. Tanto ambiguo da rendere potenziali vittime chiunque... dal 18enne che chatta con la ragazza/ragazzo 15enne fino al dare una potente arma a quei genitori che vogliono sbarazzarsi (in modo direi veramente orrendo) dell'amico del cuore di loro figlia/figlio accusandolo/a di chissà cosa.

    In secondo luogo, se noi rendessimo illegale bere l'acqua, ci troveremmo improvvisamente con una quantità incredibile di criminali. Questo tanto per dirti che il fatto di inventarsi di sana pianta un nuovo reato non significa in nessun modo "assicurare alla giustizia non pochi criminali" ma semplicemente crearne di nuovi.

    Se bere l'acqua diventasse illegale, ovviamente, crescerebbe anche il numero di criminali che violano la legge... capito il concetto?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gianni
    > - Scritto da: TORa TORa TORa
    > > - Scritto da: veritas
    > > > questi stalinisti cattotalebani li mandiamo a
    > > > casa per avere poi fascioleghistiforzaitalioti
    > > > clericali asserviti al vaticano:dalla padella
    > > > alla brace.in italia siamo perduti perchè nè a
    > > > destra nè a sinistra esiste una classe
    > politica
    > > > laica e libertaria degna di questo nome:sono
    > > > tutti dei lacchè ,dei scendiletto dell'omino
    > > > vestito di
    > > > bianco!!!
    > >
    > >
    > > In Inghilterra (Europa) quella legge esiste da
    > un
    > > pezzo, non pochi criminali sono stati assicurati
    > > alla giustizia, grazie al cielo, prima che
    > > avessero concretamente realizzato l'abuso,
    > > sarebbero anche loro dei lacchè ? Stendo un velo
    > > pietoso e non commento
    > > oltre
    >
    > Prima di tutto questo è falso. Come dice anche
    > l'articolo (che non hai letto) la norma in
    > questione è stata formulata in modo ESTREMAMENTE
    > ambiguo. Tanto ambiguo da rendere potenziali
    > vittime chiunque... dal 18enne che chatta con la
    > ragazza/ragazzo 15enne fino al dare una potente
    > arma a quei genitori che vogliono sbarazzarsi (in
    > modo direi veramente orrendo) dell'amico del
    > cuore di loro figlia/figlio accusandolo/a di
    > chissà
    > cosa.
    >
    > In secondo luogo, se noi rendessimo illegale bere
    > l'acqua, ci troveremmo improvvisamente con una
    > quantità incredibile di criminali. Questo tanto
    > per dirti che il fatto di inventarsi di sana
    > pianta un nuovo reato non significa in nessun
    > modo "assicurare alla giustizia non pochi
    > criminali" ma semplicemente crearne di
    > nuovi.
    >
    > Se bere l'acqua diventasse illegale, ovviamente,
    > crescerebbe anche il numero di criminali che
    > violano la legge... capito il
    > concetto?


    I "vecchiardi" che si interessano morbosamente ai minori di 16 anni se ne faranno una ragione, altrimenti caxxi loro
  • - Scritto da: X-Mortal
    > - Scritto da: Gianni
    > > - Scritto da: TORa TORa TORa
    > > > - Scritto da: veritas
    > > > > questi stalinisti cattotalebani li mandiamo
    > a
    > > > > casa per avere poi
    > fascioleghistiforzaitalioti
    > > > > clericali asserviti al vaticano:dalla
    > padella
    > > > > alla brace.in italia siamo perduti perchè
    > nè
    > a
    > > > > destra nè a sinistra esiste una classe
    > > politica
    > > > > laica e libertaria degna di questo nome:sono
    > > > > tutti dei lacchè ,dei scendiletto dell'omino
    > > > > vestito di
    > > > > bianco!!!
    > > >
    > > >
    > > > In Inghilterra (Europa) quella legge esiste da
    > > un
    > > > pezzo, non pochi criminali sono stati
    > assicurati
    > > > alla giustizia, grazie al cielo, prima che
    > > > avessero concretamente realizzato l'abuso,
    > > > sarebbero anche loro dei lacchè ? Stendo un
    > velo
    > > > pietoso e non commento
    > > > oltre
    > >
    > > Prima di tutto questo è falso. Come dice anche
    > > l'articolo (che non hai letto) la norma in
    > > questione è stata formulata in modo ESTREMAMENTE
    > > ambiguo. Tanto ambiguo da rendere potenziali
    > > vittime chiunque... dal 18enne che chatta con la
    > > ragazza/ragazzo 15enne fino al dare una potente
    > > arma a quei genitori che vogliono sbarazzarsi
    > (in
    > > modo direi veramente orrendo) dell'amico del
    > > cuore di loro figlia/figlio accusandolo/a di
    > > chissà
    > > cosa.
    > >
    > > In secondo luogo, se noi rendessimo illegale
    > bere
    > > l'acqua, ci troveremmo improvvisamente con una
    > > quantità incredibile di criminali. Questo tanto
    > > per dirti che il fatto di inventarsi di sana
    > > pianta un nuovo reato non significa in nessun
    > > modo "assicurare alla giustizia non pochi
    > > criminali" ma semplicemente crearne di
    > > nuovi.
    > >
    > > Se bere l'acqua diventasse illegale, ovviamente,
    > > crescerebbe anche il numero di criminali che
    > > violano la legge... capito il
    > > concetto?
    >
    >
    > I "vecchiardi" che si interessano morbosamente ai
    > minori di 16 anni se ne faranno una ragione,
    > altrimenti caxxi
    > loro

    Si vede lontano un miglio qual'è il tuo VERO obiettivo caro X-Mortal. Tu vuoi solo poter fare violenza contro chi non ha i tuoi problemi. Da questo punto di vista la differenza fra te e le migliaia di criminali passati che si sono nascosti dietro aulici principi morali per poi venire, immancabilmente, smarscherati e derisi dal mondo intero, è inesistente.

    E no, non sono un "vecchiardo" interessato morbosamente ai minori di anni 16, ma solo uno che non ha il prosciutto sugli occhi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gianni

    > Si vede lontano un miglio qual'è il tuo VERO
    > obiettivo caro X-Mortal. Tu vuoi solo poter fare
    > violenza contro chi non ha i tuoi problemi. Da

    Io non ho nessun problema, tu invece ? Ho pubblicato due link molto chiari ed eloquenti sulla questione

    > questo punto di vista la differenza fra te e le
    > migliaia di criminali passati che si sono
    > nascosti dietro aulici principi morali per poi
    > venire, immancabilmente, smarscherati e derisi
    > dal mondo intero, è
    > inesistente.
    >
    > E no, non sono un "vecchiardo" interessato
    > morbosamente ai minori di anni 16, ma solo uno
    > che non ha il prosciutto sugli
    > occhi.

    Ripeto, i vecchi scassoni bavosi se ne dovranno fare una ragione, altrimenti caxxi loro, potranno essere inculxti di brutto
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 ottobre 2007 12.46
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: X-Mortal
    > Io non ho nessun problema, tu invece ?

    Tu i problemi ce li hai eccome. Basta leggersi i tuoi interventi passati per capire che razza di persona sei e quali siano i tuoi problemi.

    > Ho
    > pubblicato due link molto chiari ed eloquenti
    > sulla
    > questione

    Link che non c'entrano proprio NULLA con i PERICOLI intrinseci di questo aborto.

    > > E no, non sono un "vecchiardo" interessato
    > > morbosamente ai minori di anni 16, ma solo uno
    > > che non ha il prosciutto sugli
    > > occhi.
    >
    > Ripeto, i vecchi scassoni bavosi se ne
    > dovranno fare una ragione,
    > altrimenti caxxi loro, potranno essere inculxti
    > di
    > brutto

    Te l'ho già detto, ma visti i tuoi precedenti non mi illudo che tu possa minimamente capire, questo aborto permetterà solo una cosa: far finire nei guai gente (ragazzi per lo più) che non hanno niente a che fare con la pedofilia.
    Te l'hanno già detto in molti, non posso fare altro che quotarli, tu hai problemi grossi. L'unica cosa che vedi è il soggetto del tuo GRAVE disturbo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gianni

    > Te l'ho già detto, ma visti i tuoi precedenti non
    > mi illudo che tu possa minimamente capire, questo
    > aborto permetterà solo una cosa: far finire nei
    > guai gente (ragazzi per lo più) che non hanno
    > niente a che fare con la
    > pedofilia.
    > Te l'hanno già detto in molti, non posso fare
    > altro che quotarli, tu hai problemi grossi.
    > L'unica cosa che vedi è il soggetto del tuo GRAVE
    > disturbo.


    Questo è quello che dici tu wakko, la parola di una persona che ha sempre dimostrato di essere falsa e bugiarda; i fatti ti smentiranno per l'ennesima volta.


    Disconnettiti dalla tua visione malata e dai un'occhiata al mondo:

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2099442&m=209...

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2099442&m=210...


    perchè lo sanno tutti chi ha il "disturbo" qui dentro, replicandoti all'infinito non fai che confermarlo
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)