Sviluppatori di videogame a convegno in Campania

Ospiti illustri per raccontare la produzione videoludica del belpaese. Un settore importante, troppo spesso sottovalutato

Napoli - "GAMECON, il Salone del Gioco e del Videogioco - si legge in comunicato - annuncia Game in Italy, la prima conferenza nazionale dedicata allo sviluppo dei videogames". Pensata con la collaborazione di Black Bean, è "aperta a tutte le realtà di sviluppo italiane". La manifestazione si terrà l'8 dicembre prossimo, presso la Mostra D'oltremare nel capoluogo campano.

Secondo gli organizzatori, Game in Italy "sarà un momento di incontro e dibattito che offrirà a tutti i giovani developer italiani la possibilità di conoscere i grandi del settore per mostrare loro i propri lavori". Alla conferenza parteciperanno infatti tra gli altri Antonio Farina, presidente di Milestone, Riccardo Cangini, fondatore e CEO di Artematica, Giuseppe Crugliano, fondatore e presidente di Twelve Interactive, e Massimiliano Di Monda, fondatore di Raylight Studios. Ospite d'onore Jans Peter Kurup, Game Director di IO Interactive, la società danese che ha sviluppato Hitman e Kane and Lynch: Dead Men.

"Con questa conferenza vogliamo mostrare che esiste anche un altro made in Italy, del quale non si parla mai - dichiara Marco Accordi Rickards, direttore culturale di GAMECON - Il videogioco rappresenta un mezzo di comunicazione ed espressione artistica del pensiero, ma anche un prodotto innovativo, tecnologico e altamente competitivo nell'industria dell'entertainment".
4 Commenti alla Notizia Sviluppatori di videogame a convegno in Campania
Ordina
  • ma chi cavolo sono gli altri ? chi cavolo li ha mai sentiti ?
    quali progetti potranno mai presentare ? il nuovo giochino dei pupazzi di kinder e ferrero che oramai ogni anno ci rompono i maroni a forza di videocd nei multipack della fiesta ?
    si attirano, si cercano di attirare, almeno degli investitori che non siano lo stato per l'ennesimo ciapa ciapa a sfondo pseudo-didattico ?
    sono previsti, sempre che esistano, degli incontri con dei programmatori professionisti italiani emigrati all'estero, così giusto per capire se da questo stivale possono uscire elementi interessanti e ricercati anche x questo settore ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ma chi cavolo sono gli altri ? chi cavolo li ha
    > mai sentiti
    > ?
    > quali progetti potranno mai presentare ? il nuovo
    > giochino dei pupazzi di kinder e ferrero che
    > oramai ogni anno ci rompono i maroni a forza di
    > videocd nei multipack della fiesta
    > ?
    > si attirano, si cercano di attirare, almeno degli
    > investitori che non siano lo stato per l'ennesimo
    > ciapa ciapa a sfondo pseudo-didattico
    > ?
    > sono previsti, sempre che esistano, degli
    > incontri con dei programmatori professionisti
    > italiani emigrati all'estero, così giusto per
    > capire se da questo stivale possono uscire
    > elementi interessanti e ricercati anche x questo
    > settore
    > ?

    Si vede che lo segui il settore...
    non+autenticato
  • Seguo il settore estero e di fatto di italiano non vedo na mazza. Se voglio vg italiani devo cercare nel abandon su amiga...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ma chi cavolo sono gli altri ? chi cavolo li ha
    > mai sentiti
    > ?
    > quali progetti potranno mai presentare ? il nuovo
    > giochino dei pupazzi di kinder e ferrero che
    > oramai ogni anno ci rompono i maroni a forza di
    > videocd nei multipack della fiesta
    > ?
    > si attirano, si cercano di attirare, almeno degli
    > investitori che non siano lo stato per l'ennesimo
    > ciapa ciapa a sfondo pseudo-didattico
    > ?
    > sono previsti, sempre che esistano, degli
    > incontri con dei programmatori professionisti
    > italiani emigrati all'estero, così giusto per
    > capire se da questo stivale possono uscire
    > elementi interessanti e ricercati anche x questo
    > settore
    > ?

    Innanzitutto buonasera. Mi permetto di intervenire un attimo non certo per farti cambiare idea (lungi da me), ma solo per segnalare una cosa: si può anche gettare fango sull'intera scena del game development italiano, ma non dire che i nostri ospiti non siano di rilievo. Antonio farina di Milestone non è nessuno? E Superbike? Racing Evoluzione? MotoGP? Suvvia, è un personaggio di profilo internazionale, che sviluppa titoli AAA venduti in tutto il mondo. Riccardo Cangini? Be', ha lavorato e lavora su licenze che ritengo importanti: Diabolik, Julia, Druuna, Martin Mystère... Inoltre crea anche nuove IP originali, come Jonathan Danter. Non credo che venga in rappresentanza dei giochi che sviluppa per Kinder...

    Morale della favola: non perdiamoci nel classico gioco al massacro tutto italiano di demolire qualsiasi cosa venga organizzata o creata nel Bel Paese. Credo che iniziative quali GAMECON e Game In Italy, che si svolge appunto all'interno del Salone, sabato 8 dicembre, siano occasioni importanti e da non sottovalutare per far sì che il settore cresca e si sviluppi.

    Possiamo non aver fatto abbastanza, l'evento può riuscire male (tocco ferro!)... però una cosa posso dirla: noi qualcosa l'abbiamo fatta. Ci stiamo provando.

    Cordiali saluti,
    Marco accordi Rickards, aka Metalmark
    Direttore culturale, GAMECON
    Napoli, Mostra d'Oltremare, 7-9 dicembre 2007