AMD ritarda Hammer e il nuovo Athlon

Il chipmaker fa slittare in avanti le release della versione desktop dei suoi chip a 64 bit e della nuova evoluzione dell'Athlon. Il motore di AMD comincia a perdere colpi?

Sunnyvale (USA) - Il frenetico ritmo di sviluppo che negli ultimi anni ha permesso ad AMD di concorrere testa a testa con Intel, portando sul mercato dei processori per PC una sana e benefica concorrenza, sembra oggi dare qualche piccolo ma preoccupante segnale di cedimento. Il chipmaker di Sunnyvale ha infatti recentemente spostato in avanti la data di due importanti rilasci: quello di Clawhammer, la versione desktop dei suoi chip a 32/64 bit, e quello di Barton, un nuovo step tecnologico dell'Athlon XP.

Clawhammer, il cui nome commerciale manterrà il brand Athlon, slitterà al primo trimestre del 2003. Questo chip, inizialmente atteso per l'inizio del 2002, era già stato ritardato alla fine di questo anno. La strada di Hammer sembra ostacolata da difficoltà non troppo dissimili da quelle incontrate da Intel con la prima generazione di chip Itanium. Ma mentre Intel ha appena rilasciato la sua seconda generazione di CPU a 64 bit, AMD si trova ancora nella fase di messa a punto del suo Hammer.

Se Opteron, la versione server di Hammer, non riveste un ruolo particolarmente cruciale nelle strategie a breve termine di AMD, Clawhammer è invece una famiglia di chip che avrà presto il compito di fronteggiare la più elevata scalabilità in frequenza dei Pentium 4 rispetto all'attuale generazione di Athlon XP.
AMD ha poi rimandato il lancio di quella nuova evoluzione degli Athlon, nome in codice Barton, che dovrebbe fare da ponte fra l'attuale architettura a 32 bit e quella profondamente rinnovata di Clawhammer. Il piccolo scivolone di Barton, un chip che porterà con sé un nuovo FSB da 333 MHz e una cache L2 da 512 KB, potrebbe significare, secondo gli analisti, un grosso punto a favore di Intel che, per il prossimo mese, ha già pianificato il rilascio di un P4 a 3 GHz. Come conseguenza di questi ritardi, la risposta di AMD ai 3GHz di Intel, ossia l'Athlon XP 3000+, potrebbe arrivare sul mercato non prima di dicembre.
5 Commenti alla Notizia AMD ritarda Hammer e il nuovo Athlon
Ordina
  • AMD è sempre stato più concorrenziale di Intel, non penso che questo ritardo sia così grave.

    Non dimentichiamo che prima di lanciare l'Athlon, l'AMD sembrava quasi in odore di fallimento...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Intel outside
    > AMD è sempre stato più concorrenziale di
    > Intel, non penso che questo ritardo sia così
    > grave.
    >
    > Non dimentichiamo che prima di lanciare
    > l'Athlon, l'AMD sembrava quasi in odore di
    > fallimento...

    da un punto di vista economico senza dubbio, sulle prestazioni (ammesso che queste servano) la strada per ora è sempre stata dominata da Intel, e AMD non si è mai avvicinata più di tanto.

    http://www17.tomshardware.com/cpu/02q3/020826/inde...

    molto interessante dell'athlon XP la suo overcloccabilità (lacrimuccia mi ricorda il mio vecchio celeron a 566 che girava a 850, una scheggia Sorride
    non+autenticato
  • Ma non è proprio vero. A parità di clock, potrebbe anche essere che gli intel abbiano avuto prestazioni superiori degli amd (per quanto amd avesse una pipeline più "lunga" diciamo così) ma a parità di prezzi... prendi un athlon mooolto più potente. E allora cosa significa questo? Che un sistema basato su AMD dello stesso prezzo di uno intel è migliore.

    Io
    non+autenticato
  • Ma anhce senza guardare i prezzi alla intel ultimamente più che CPU fanno marketing, marketing che serve a parargli il culo dalla infinità di ciofeche che hanno prodotto.

    -Prima tra tutte il P4 che solo dopo 18 mesi inizia a valere per il progetto che è.
    -Secondo il celeron, altra vera ciofeca di intel
    -Da non escludere Itanium1 che viaggiava meno di qualsiasi altra CPU a 64bit
    -E, perchè no pure il P4 Xeon, ultracostoso e nemmeno troppo veloce rispetto ai dual athlon che sono solo un piccolo esperimento di AMD...
    -Come dimenticarci poi delgi infiniti socket tutti incompatibili uno con l'altro e le CPU che hanno stesso pinout, ma che girano solo sui chipset più nuovi? O simpaticamente della scelta delle rambus?

    Ma il nocciolo della questione, è che se uno se en intende di costruzione logica di CPU e guarda dentro a un P4, gli viene da ridere, è un po' come se un autorimessa ti vendesse una 500 con il motore di una BMW M3, ottime le prestazioni, ma appena fai una curva...
    Ciaoooooo!!!
    non+autenticato
  • Ma che stai a'di. Gia dalla sua prima apparizione il K7 eguagliava le prestazioni del PIII a parita' di clock. Inoltre fu il primo a superarlo in frequenza raggiungendo la soglia del fatidico GHz. E malgrado la sua pipeline fosse leggermente piu lunga, mostrava da subito un'efficenza architetturale invidiabile. Non ricordi gli elogi per le unita' FPU che ammazzava in diversi test il Pentium? L'Intel invece optò come risposta ad una architettura ottimizzata per crescere in frequenza a tutto scapito dell'efficienza.
    Con la bellezza di una ventina di stadi, il PIV offriva di buono solo le SSE II ed una frequenza che attirava come ora il pubblico.
    Ma se proprio si vuole paragonare le prestazioni delle soluzioni P IV e K7 ricordati che AMD gli tiene testa con un gap di frequenza reale (non il model number)che sfiora i 500 MHz.   Cappitto mi hai ?
    non+autenticato