Venezia, il broadband viene dal WiFi

Il comune ha siglato un accordo con Telecom Italia per portare connettività wireless a tutta la città

Venezia - Il Comune di Venezia vuole più broadband per la città. Per questo ieri ha siglato, con Telecom Italia, "un protocollo d'intesa che prevede l'attivazione da parte di Telecom di servizi ICT di nuova generazione e ad alto contenuto tecnologico dedicati al settore turistico e del servizio WiFi pubblico per la connessione ad Internet veloce". E-tourism e banda larga per tutti, dunque.

L'accordo prevede che i servizi erogati da Telecom utilizzino l'infrastruttura implementata da Venis, azienda partecipata dal Comune di Venezia per l'informatica e le telecomunicazioni. Obiettivo del progetto veneziano è di portare l'accesso alle nuove tecnologie digitali e ai servizi ICT ad un ampio bacino di utenza composto da popolazione residente, turisti, imprese e istituzioni. In ambito turistico, è prevista la disponibilità di un servizio di "guida multimediale in mobilità" per fornire - a turisti e cittadini - informazioni culturali direttamente sul proprio telefonino.

L'intesa prevede inoltre un accordo di roaming con Venis che permette a Telecom Italia di aumentare nell'area di Venezia il numero dei propri hotspot attraverso l'utilizzo dell'infrastruttura di rete comunale. Telecom, da parte sua, metterà a disposizione del Comune e di Venis il Telecom Italia Future Centre per l'organizzazione di iniziative culturali e sociali. La realizzazione dell'infrastruttura avverrà nell'ambito dell'iniziativa Veniceconnected