Gaia Bottà

ICANN, nuovo vertice no-USA

L'organizzazione assume un aspetto sempre più internazionale: dopo Cerf arriva il primo chairman non statunitense

Roma - Sarà il neozelandese Peter Dengate Thrush a sostituire Vint Cerf a presidio di ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), l'organizzazione di impronta statunitense che regola l'assegnazione dei domini del World Wide Web.

La stretta di mano tra Thrush e CerfThrush, legale specializzato in questioni di proprietà intellettuale, concorrenza e giurisprudenza della Rete, è stato coinvolto in ICANN fin dalla sua istituzione, nel 1998. Proprio per l'esperienza maturata nell'organizzazione, il presidente e CEO Paul Twomey ritiene che la sua elezione all'unanimità abbia garantito ad ICANN un degno successore del carismatico Cerf.

Anche Cerf si è espresso riguardo alla nomina del suo successore, ritenendolo pienamente all'altezza di guidare al meglio ICANN, che, da una fase di transizione, ha raggiunto la maturità.
Una maturità che, spiega Thrush, verrà consolidata anche con l'"espansione di un'attività globale e con la costante crescita del coinvolgimento internazionale".
L'italiano Roberto Gaetano si riconferma vice chairman. (G.B.)