Cheli al Consiglio superiore delle comunicazioni

SarÓ l'ex AGCOM a guidare l'organismo consultivo del dicastero di Gentiloni

Roma - Il ministro Gentiloni ha nominato presidente del Consiglio superiore delle comunicazioni Enzo Cheli, già a capo di AGCOM e Presidente della Corte Costituzionale.

L'organismo, che rimarrà in carica per tre anni, è composto da 33 membri ed esercita funzioni consultive e propositive in relazione all'operato del ministero delle Comunicazioni, esprimendosi in relazione alle attività più varie, dalla regolamentazione delle tariffe agli accordi che il dicastero prenderà, in materia di sicurezza delle reti, di crimini informatici e di pirateria.

Fra i compiti del Consiglio superiore delle comunicazioni, le indagini di natura tecnico-economica relative alle materie di competenza del ministero: un'attività, si legge nel regolamento a disciplina dell'organismo, che "richiede che presidente e componenti siano scelti tra persone dotate di elevata professionalità e competenza nelle discipline tecniche attinenti alla materia delle comunicazioni elettroniche e della multimedialità, economiche o giuridiche relative alle attribuzioni del Consiglio superiore".