Manhunt 2, un hack rivela la violenza

La versione edulcorata del videogame che sbarca sul mercato americano in realtà contiene ancora tutti i materiali adults-only. Basta smanettarci sopra. Nuovi imbarazzi per i produttori e nuovi spazi per i censori

Roma - Oggetto di polemiche planetarie, l'atterraggio di Manhunt 2 sul mercato americano è funestato in questi giorni da una scoperta che sta imbarazzando non poco i produttori: i contenuti più violenti del videogioco, rimossi su richiesta della censura statunitense, sono in realtà ancora accessibili, basta smanettare nel titolo "edulcorato" per trasformarlo nell'epopea gore che avrebbe dovuto rappresentare fin dall'inizio.

Un'immagine del giocoDella cosa stanno comprensibilmente parlando tutti, sebbene certo non sia la prima volta che un hack riveli porzioni invisibili di videogioco, questa volta legate alle violenza, in passato collegate a sesso e nudità. Il problema? In entrambi i casi i distributori del gioco sono quelli di Take-two Interactive.

Negli USA, pur di riuscire a rientrare nei parametri della classificazione "US Mature" ed uscire dal ghetto di quella "Adults Only", i produttori avevano fatto ricorso ad un oscuramento dei materiali più raccapriccianti che, stando ad Associated Press, possano essere però rivelati con un hack i cui particolari non sono ancora stati diffusi.
Quel che è certo, però, è che questa "opzione nascosta" non piacerà all'ente di classificazione dei videogiochi negli Stati Uniti, che potrebbe a questo punto essere molto più severo nel decidere la riclassificazione del titolo, già boicottato, come noto, tanto nel Regno Unito quanto in Italia proprio per i suoi contenuti.

D'altra parte, proprio in seguito al disvelamento di immagini e aspetti dei videogame già introdotti sul mercato ma non dichiarati in origine dai produttori, la commissione censura statunitense aveva avvertito che, se simili problemi si fossero ripresentati, avrebbero potuto piombare sugli sviluppatori sanzioni severe. Si vedrà: la battaglia, che si credeva chiusa, rimane aperta.
29 Commenti alla Notizia Manhunt 2, un hack rivela la violenza
Ordina
  • Se uno fa un Hack per sbloccare il titolo
    non vedo proprio il Problema.

    Il titolo di base è Censurato, quindi a
    mio avviso la colpa ricade sul Cliente.

    UN GIOCO DEVE RIMANERE COME LO VUOLE L'AUTORE

    Perchè io 35 enne non posso Godermi un gioco
    a pieno, perchè dei 12 enni vogliono il sangue
    ma il rating non glielo permette ?

    Non basterebbe far uscire 2 versioni del titolo
    o lasciare il campo per un codice che mi verrà
    dato dopo aver dimostrato la mia maggiore età ?

    MONDO IPOCRITA !!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Be&O
    > Se uno fa un Hack per sbloccare il titolo
    > non vedo proprio il Problema.
    >
    > Il titolo di base è Censurato, quindi a
    > mio avviso la colpa ricade sul Cliente.
    >
    > UN GIOCO DEVE RIMANERE COME LO VUOLE L'AUTORE
    >
    > Perchè io 35 enne non posso Godermi un gioco
    > a pieno, perchè dei 12 enni vogliono il sangue
    > ma il rating non glielo permette ?
    >
    > Non basterebbe far uscire 2 versioni del titolo
    > o lasciare il campo per un codice che mi verrà
    > dato dopo aver dimostrato la mia maggiore età ?
    >
    > MONDO IPOCRITA !!!

    Sei il solito cecchino esaltato che se abitasse a Guidonia o Dumblane o in Tasmania o in Virginia farebbe una strage! OcchiolinoCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • Come detto in un altro post il "problema" riguarda solo la versione PSP, e il sistema di rating americano ha assolto pienamente take-two, non ritenendoli responsabili se qualcuno hacka il gioco.

    In pratica si capisce che la versione psp non ha fatto in tempo a venir ripulita dopo i casini scatenati dalla presunta estrema violenza del gioco, così ci hanno messo una semplice toppa che evidentemente può essere rimossa
    non+autenticato
  • L'hack riguarda la versione usa per psp e la commissione si è gia espressa a favore di Take-Two non ritenendola responsabile.
    non+autenticato
  • Da sempre, certi videogiochi, permettevano tramite trucchi di sbloccare gli elementi bloccati dal visto censure in usa (come per DOA1A bocca aperta). Nel caso specifico si parla di un Hack..... però...

    Credo che sia opera degli stessi sviluppatori... E come biasimarli!! Se fossi nei loro panni, pure a me mi girerebberò le sfere per imposizione idiote e bigotte..
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio

    >
    > Credo che sia opera degli stessi sviluppatori...
    > E come biasimarli!! Se fossi nei loro panni, pure
    > a me mi girerebberò le sfere per imposizione
    > idiote e
    > bigotte..


    Allora dovevano accettare la classificazione "adults only" in funzione dei contenuti proposti; queste tue becere considerazioni sono stupide e fuorvianti
    non+autenticato
  • - Scritto da: mike
    > - Scritto da: Sgabbio
    >
    > >
    > > Credo che sia opera degli stessi sviluppatori...
    > > E come biasimarli!! Se fossi nei loro panni,
    > pure
    > > a me mi girerebberò le sfere per imposizione
    > > idiote e
    > > bigotte..
    >
    >
    > Allora dovevano accettare la classificazione
    > "adults only" in funzione dei contenuti proposti;

    Se i contenuti sono bloccati no, in questo caso i contenuti proposti sono a norma di legge e la classificazione "adults only" non sarebbe corretta.
    Se poi uno si sblocca i contenuti quindi specificatamente cerca un programma o una procedura per sbloccare cotenuti non intesi per il pubblico e la applica, la responabilita' e' personale e non degli sviluppatori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lontra

    > Se poi uno si sblocca i contenuti quindi
    > specificatamente cerca un programma o una
    > procedura per sbloccare cotenuti non intesi per
    > il pubblico e la applica, la responabilita' e'
    > personale e non degli
    > sviluppatori.

    Certo... E c'è pure la marmotta che confeziona la cioccolata. Ma per favore! Il gioco NON DEVE CONTENERE è un bel po' diverso da IL GIOCO CONTIENE, MA NASCOSTO...
  • - Scritto da: HotEngine
    > - Scritto da: Lontra
    >
    > > Se poi uno si sblocca i contenuti quindi
    > > specificatamente cerca un programma o una
    > > procedura per sbloccare cotenuti non intesi per
    > > il pubblico e la applica, la responabilita' e'
    > > personale e non degli
    > > sviluppatori.
    >
    > Certo... E c'è pure la marmotta che confeziona la
    > cioccolata.

    A casa tua sicuramente devi averne una famiglia.

    > Ma per favore! Il gioco NON DEVE
    > CONTENERE è un bel po' diverso da IL GIOCO
    > CONTIENE, MA
    > NASCOSTO...

    Infatti non contiente: all'atto di vendita e' senza quei contenuti perche' non sono NASCOSTI ma INACCESSIBILI se non intervieni tu.
    Ma se non ti garba, non vendiamo neanche i fumetti di batman perche' con un pennarello rosso a casa potresti rendere visibile quello che e' (questa volta davvero) nascosto dalle chine e dalle pose dei personaggi. Potresti infatti   aggiungere fiumi di sangue in tutte le vignette. Oppure farti una versione pornonazista mettendo falli e svastiche. La responabilita' sarebbe tutta tua e non degli autori, altrimenti vietiamo qualsiasi cosa che possa essere alterata a casa.
    non+autenticato
  • Hai fatto un esempio sbagliatissimo.

    Quello che tu dici è equiparabile ai MOD di un gioco che fanno gli utenti. Se tu crei o scarichi un MOD fatto da terzi che rende tutti nudi, hai preso una cosa NON fatta dagli sviluppatori che hai fatto tu, hai modificato il LORO gioco, sono azzi tuoi.
    Gli sviluppatori sono intoccabili.

    La cosa sarebbe completamente diversa se tu posizionando una luce ultravioletta sulla pagina del fumetto vedessi dei contenuti nascosti e fatti con l'inchiostro invisibile (visibile per l'appunto con una luce ultravioletta), fatti dai creatori del fumetto.
    Se così facendo compaiono contenuti inappropriati che non dovrebbero esserci, allora hai tutto il diritto di chiedere spiegazioni alla casa madre e di incazzarti con loro
  • - Scritto da: Locke
    > Hai fatto un esempio sbagliatissimo.
    >
    > Quello che tu dici è equiparabile ai MOD di un
    > gioco che fanno gli utenti.

    Ma che dici, un contenuto reso incaccessibile ti pare un mod?!

    > Se tu crei o scarichi
    > un MOD fatto da terzi che rende tutti nudi,

    ...e in questo caso un hack fatto da terzi modifica il loro gioco che viene inizialmente venduto con contenuti inaccessibili, quindi sei tu che intervieni sul loro programma alterandolo. Il prodotto posto in vendita non ti mostrera' mai quesi contenuti, senza che intervenga tu. Renditene conto.

    > La cosa sarebbe completamente diversa se tu
    > posizionando una luce ultravioletta sulla pagina
    > del fumetto vedessi dei contenuti nascosti e
    > fatti con l'inchiostro invisibile (visibile per
    > l'appunto con una luce ultravioletta), fatti dai
    > creatori del fumetto.
    >
    > Se così facendo compaiono contenuti inappropriati
    > che non dovrebbero esserci, allora hai tutto il
    > diritto di chiedere spiegazioni alla casa madre e
    > di incazzarti con
    > loro

    Ma che dici, tu parli di contenuti INTENZIONALMENTE INTRODOTTI, tanto e' vero che parli di inchiostro invisibile.
    I contenuti vietati in questo gioco - e nei fumetti dove censurano sangue e tette - sono stati invece INTENZIONALMENTE INTERDETTI e TU con un hack li attivi INTENZIONALMENTE.

    Per fare un esempio corretto, tu che mi dici che il mio e' addirittura sbagliatissimo, dovresti proprio correggere il tuo. Con la luce ultravioletta non metti in evidenza contenuti introdotti di nascosto, ma cancellati/coperti.
    Loro NON volevano tu li vedessi, te li sei andati a cercare.
    Non mi dire che applichi hack senza sapere perche'.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lontra
    >
    > Ma che dici, un contenuto reso incaccessibile ti
    > pare un mod?!

    Mi hai frainteso, voglio dire che se tu prendi un fumetto e disegni svastiche, sangue e cos'altro, sei tu che modifiche l'opera di qualcun'altro introducendo un contenuto che prima non esisteva.
    Esattamente quello che i mod fanno. E dei contenuti introdotti dagli utenti, tu non ne sei responsabile

    > ...e in questo caso un hack fatto da terzi
    > modifica il loro gioco che viene inizialmente
    > venduto con contenuti inaccessibili, quindi sei
    > tu che intervieni sul loro programma alterandolo.
    > Il prodotto posto in vendita non ti mostrera'
    > mai quesi contenuti, senza che intervenga tu.

    > Renditene
    > conto.

    Renditi conto che questo non cambia assolutamente nulla!

    Prendi quest'altro esempio:
    http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1239395

    Riguardo al caso Calipari, gli americani hanno consegnato un file PDF agli italiani con informazioni nascoste da delle pecette nere virtuali. Questo perchè i dati c'erano, ma non volevano che fossero visti.

    E' stato scoperto che bastava fare copia - incolla su Word ed ecco che le note nascoste apparivano.

    Secondo la tua logica, gli americani avrebbero dovuto rispondere alle critiche a loro rivolte con "Non è un nostro problema, queste informazioni non dovevate vederle perchè erano nascoste, anzi quasi quasi visto che siamo americani vi facciamo pure causa!"

    Se gli americani avessero LEVATO le informazioni dal file PDF anzichè nasconderle, i dati Top Secret non sarebbero stati rivelati al mondo intero.

    Stessa cosa qua.

    Se gli sviluppatori avessero levato e non nascosto le parti di gioco (skin, texture, animazioni o cos'altro) che gli era stato ORDINATO di levare, questo non sarebbe stato successo.

    Se ti dicono "Leva questa cosa", la devi LEVARE, non nascondere sotto al tappeto, perchè il giorno in cui qualcuno guarda sotto il tappeto e vede cosa hai nascosto, devi rispondere TU delle tue azioni, non dirgli "La prossima volta fatti i cazzi tuoi, non dovevi guardare sotto il tappeto!"

    > Ma che dici, tu parli di contenuti
    > INTENZIONALMENTE INTRODOTTI, tanto e' vero che
    > parli di inchiostro
    > invisibile.

    E dimmi il mod di Hot Coffee chi ce l'ha messo dentro GTA? S'è creato da solo? Hanno fatto un programma tanto intelligente quanto arrapato che s'è generato una parte di gioco per divertirsi da solo?

    E il contenuto "nascosto" di Manhunt 2? Chi ce l'ha messo dentro?

    Sono entrambe cose introdotte intenzionalmente, solo che nel 2° caso sono state cancellate male e spacciate per rimosse, ergo torna la storia del tappeto.

    > I contenuti vietati in questo gioco - e nei
    > fumetti dove censurano sangue e tette - sono
    > stati invece INTENZIONALMENTE INTERDETTI e TU con
    > un hack li attivi
    > INTENZIONALMENTE.

    Ma perchè interdirli quando è possibile levarli del tutto? Si illudono che non verranno mai scoperti?

    Fanno i finti tonti quando sanno benissimo che ogni volta che rilasci un gioco trovi una sfilza di utenti che ti fanno il reverse engineering del software per trovare tutto ciò che è nascosto (segreti, cheat codes, debug mode...) e per poter effettuare delle modifiche personali.

    > Per fare un esempio corretto, tu che mi dici che
    > il mio e' addirittura sbagliatissimo, dovresti
    > proprio correggere il tuo. Con la luce
    > ultravioletta non metti in evidenza contenuti
    > introdotti di nascosto, ma
    > cancellati/coperti.

    Perdonami, ma se io scrivo un messaggio su un foglio di carta con l'inchiostro invisibile, lo faccio per introdurre qualcosa di nascosto, non per coprire o cancellare qualcosa. Non stò parlando dell'inchiostro che cancella l'inchiostro delle stilografiche che si usano a scuola.

    Hai presente quelle penne che hanno la punta da una parte e la luce ultravioletta dall'altra? Forse non parliamo della stessa cosa... io intendo questa http://www.bow.it/prodotto/7122/scheda.html

    > Loro NON volevano tu li vedessi, te li sei andati
    > a
    > cercare.

    Se tu nascondi una cosa e questa viene trovata, a chi dai la colpa? A te che non dovevi nascondere quella cosa (o che l'hai nascosta male) o al tizio che l'ha trovata dicendogli "Fatti i cazzi tuoi"?

    Una volta che la cosa è stata trovata, devi prenderti le tue responsabilità...
  • fare il reverse engineering di un software close source in europa come in america è un illecito, anche se sempre impunito ma rimane un illecito, quindi se per far apparire cose non previste occorre un atto illegale che in alcuni paesi è persino reato tra i quali l'Italia, allora la colpa è del singolo non degli sviluppatori.

    Ti faccio un esempio, se tu entri in un pc con win98 in una cartella completamente non protetta condivisa senza il permesso del proprietario non viene considerata visolazione di domicilio, perché come dice il nostro codice penale art 615 ter: "chiunque abusivamente si introduce in un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza ovvero vi si mantiene contro la volontà espres¬sa o tacita di chi ha diritto ad escluderlo[…]" Ma come una cartella di win98 anche un software qualsiasi è un "sistema informatico" ed è sicuramente protetto essendo stato "compilato" fare il reverse engineering significa superare una sua protezione e quindi usare un hack che ti permette di modificarne il contenuto (anche se i contenuti violenti erano gia presenti si fa cmq una modifica per esempio cambiando il valore di una variabile) e per il legislatore Italiano è paragonabile allo scassinare una porta di una casa (superare la protezione) a capovolgere un quadro appeso (fare una modifica del contenuto) e riuscire. con una pena prevista fra i 2 e i 6 anni di reclusione!

    Sappiamo tutti che tutto ciò è inapplicabile, ma anche tenere il riscaldamento accesso sopra i 21 gradi o per + di 8 ore al giorno è illegale, ma sono impossibili da provare. In america credo esista proprio il reato di reverse engineering quindi gli sviluppatori hanno "protetto" il contenuto, e gli hacker, hanno dovuto "superare una protezione" quindi commettendo un reato, quindi chi sbaglia è l'hacker non lo sviluppatore.

    A parer mio vedo una cavolata la censura, se i genitori fossero più dietro i figli tutto ciò sarebbe inutile, almeno in italia se non vendono GTA ad un bambino, ci ritorna con la madre e glielo compra lei, come avrebbero fatto anche i miei genitori, spanedo che mi avevano ben insegnato cosè reale e cosa non lo è. Daltra parte se fanno un film violento alle 23.30 cosa non gli dice che un bambino di 10 anni lo possa vedere?
  • - Scritto da: claudio1980

    > contenuto, e gli hacker, hanno dovuto "superare
    > una protezione" quindi commettendo un reato,
    > quindi chi sbaglia è l'hacker non lo
    > sviluppatore.

    E' inutile arzigogolarci sopra. ESRB era stata CHIARISSIMA:

    "Among the following furore, in September 2005, the ESRB formally warned publishers: "If you fail to notify us of previously undisclosed, non-playable, pertinent content... and such content becomes playable through a subsequent authorised or unauthorised release of code to unlock it, rendering the original rating assignment inaccurate, punitive in addition to corrective actions may result."
  • - Scritto da: Lontra

    > Infatti non contiente: all'atto di vendita e'
    > senza quei contenuti perche' non sono NASCOSTI ma
    > INACCESSIBILI se non intervieni

    ROTFL... Scusa, sicuro sicuro di comprendere l'italiano? Il significato di "CONTENERE" è ben preciso.
    Se non *CONTENESSE* dubito molto che con un semplice hack possano diventare visibili...

    > Ma se non ti garba, non vendiamo neanche i
    > fumetti di batman perche' con un pennarello rosso
    > a casa potresti rendere visibile quello che e'
    > (questa volta davvero) nascosto dalle chine e
    > dalle pose dei personaggi. Potresti infatti
    > aggiungere fiumi di sangue in tutte le vignette.

    Hai detto bene... AGGIUNGERE. Nel nostro caso sarebbe invece come se su alcuni disegni ci fosse la pellicolina del gratta e vinci...

    > Oppure farti una versione pornonazista mettendo
    > falli e svastiche. La responabilita' sarebbe
    > tutta tua e non degli autori, altrimenti vietiamo

    Vabbè, hai 12 anni. Ok, bastava dirlo prima.