Sun svela il clone OpenSolaris di Linux

Con la speranza di attrarre verso il proprio sistema operativo open source un maggior numero di utenti, Sun ha sviluppato una distribuzione di OpenSolaris che mima da vicino il look e il comportamento di una tipica distribuzione Linux

Roma - Alcuni giorni fa Sun ha rilasciato, senza troppa pubblicità, la prima versione di Project Indiana, nome in codice di un progetto che spera di rendere OpenSolaris una piattaforma molto più famigliare per chi proviene da Linux.

A capo del progetto c'è il fondatore di Debian, Ian Murdock, assunto la scorsa primavera da Sun proprio con l'intento di rendere OpenSolaris più simile a Linux, sia nell'interfaccia che nelle funzionalità di sistema. Con uno slogan non molto apprezzato dalla comunità del Pinguino, Sun afferma che Project Indiana "farà di Solaris un Linux migliore di Linux".

"Comandi di base come ad esempio ls si comportano in maniera diversa in Solaris rispetto a Linux, inoltre Solaris non ha tool come l'apt-get di Debian che consentano di pacchettizzare, scaricare e installare software", aveva dichiarato Murdock in occasione dell'annuncio del progetto. "Va poi aggiunto che il processo di installazione di Linux è assai migliore di quello di Solaris, questo in parte anche per il fatto che Linux supporta un maggior numero di periferiche hardware".
Quella rilasciata la scorsa settimana con il nome di OpenSolaris Developer Preview è la prima distribuzione di Project Indiana ad essere disponibile anche in versione binaria. Distribuito sotto forma di live CD per sistemi x86 (la versione SPARC è ancora in fase di sviluppo), il sistema operativo comprende il kernel di OpenSolaris, il desktop environment GNOME 2.20, un installer grafico, il file system ZFS, un gestore di pacchetti, le utility di GNU e la shell Bash.

L'annuncio ufficiale di OpenSolaris Developer Preview, contenente i link al download dell'immagine ISO e alle note di rilascio, è stato pubblicato qui. Il debutto della versione finale della distribuzione è previsto per la prima metà del 2008.

Di seguito un recente video (in inglese) in cui Murdock fornisce diverse informazioni sul progetto Indiana.
161 Commenti alla Notizia Sun svela il clone OpenSolaris di Linux
Ordina
  • mi sembra che la comunita open/linux si stia frammaentando troppo, questo a discapito nella velocita degli aggiornamenti.
    non+autenticato
  • Minkia con Firefox che viene aggiornato qualche ora dopo trovato il bug, con Ubuntu che rilascia ogni 6 mesi con le nuove versioni di OpenSuse, Mandriva e Fedora che incalzano una dopo l'altra...

    Cavolo mi piace questa frammentazione! L'avesse anche Winzozz, per lo meno funzionerebbe meglio e sarebbe più snello.
    non+autenticato
  • Tanto per dire una cazzata!!

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: freeeak
    > mi sembra che la comunita open/linux si stia
    > frammaentando troppo, questo a discapito nella
    > velocita degli
    > aggiornamenti.

    Il problema e mettere d'accordo tutti e sopratutto chi mira ai soldi
    La cosa migliore e elaborare degli standard in modo da creare dei punti solidi
    ma come sappiamo chi lavora in questo mondo, lo fa anche perché vuole essere
    libero di sviluppare .

    D'altro canto alcune distribuzioni master esistono già

    DEBIAN
    REDHAT
    SUSE
    e
    per certi aspetti SLACKWARE e GenToo

    se puntassimo tutti su queste le altre piano piano andrebbero a morire o ad integrarsi
    (ma come dicevo sopra , c'é chi di queste distro non e' contento e ne vuole una tutta a
    sua misure e a modo suo )
    non+autenticato
  • - Scritto da: linhunix
    > - Scritto da: freeeak
    > > mi sembra che la comunita open/linux si stia
    > > frammaentando troppo, questo a discapito nella
    > > velocita degli
    > > aggiornamenti.

    > Il problema e mettere d'accordo tutti e
    > sopratutto chi mira ai
    > soldi
    > La cosa migliore e elaborare degli standard in
    > modo da creare dei punti
    > solidi
    > ma come sappiamo chi lavora in questo mondo, lo
    > fa anche perché vuole
    > essere
    > libero di sviluppare .
    >
    > D'altro canto alcune distribuzioni master
    > esistono
    > già
    >
    > DEBIAN
    > REDHAT
    > SUSE
    > e per certi aspetti SLACKWARE e GenToo

    > se puntassimo tutti su queste le altre piano
    > piano andrebbero a morire o ad integrarsi

    > (ma come dicevo sopra , c'é chi di queste distro
    > non e' contento e ne vuole una tutta
    > a sua misure e a modo suo )

    E questo che problema ti da ?
    Non e' che confondi chi scrive codice con chi lo impacchetta ?
    krane
    22544
  • C'é giß un openSolaris bello e facile da usare: NexentaOS. E' una distro Debian che usa i soliti tools GNU per il software, ma usa il kernel openSolaris.

    In questo momento i packages (formato Debian) della distribuzione ufficiale sono 12222... non male!

    In quanto all'essere migliore di Linux... questione di gusti. Finché di Unix si parla a me va tutto bene!
  • - Scritto da: epikuros
    > C'é giß un openSolaris bello e facile da usare:
    > NexentaOS. E' una distro Debian che usa i soliti
    > tools GNU per il software, ma usa il kernel
    > openSolaris.
    >
    > In questo momento i packages (formato Debian)
    > della distribuzione ufficiale sono 12222... non
    > male!
    >
    > In quanto all'essere migliore di Linux...
    > questione di gusti. Finché di Unix si parla a me
    > va tutto
    > bene!

    Non sapevo dell'esistenza di questa "distro" (possiamo chiamarla così?), grazie per l'informazione.
    non+autenticato
  • basic 3.2 su commodore 64.
    Voglio vedere i programmatori di oggi a lavorare con 32 kbyte di ram.. massa di spreconi incapaci non riuscirebbero neanche a fare un clone di snake.
    Quelli si che erano bei tempi.
    non+autenticato
  • > basic 3.2 su commodore 64.
    > Voglio vedere i programmatori di oggi a lavorare
    > con 32 kbyte di ram.. massa di spreconi incapaci
    > non riuscirebbero neanche a fare un clone di
    > snake.
    > Quelli si che erano bei tempi.
    32K erano già un lusso per un vic 20Triste
    non+autenticato
  • 32k? Magari! Il mio vic-20 aveva 5k di ramA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Si stava meglio quando si stava peggio
    - Non ci sono più mezze stagioni (o le stagioni di una volta, o i ghiacciai si stanno sciogliendo e il clima cambia)
    - Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare (o "e il")

    Altre frasi oziose?
    non+autenticato
  • non ci sono più i sapori di una volta
    non+autenticato
  • La figa lè la figa e il casso non g'ha occi.
    non+autenticato
  • buttatevi tutti su poche distro se no fate il gioco di windows! già osx non riesce a fargli concorrenza pur essendo migliore di win sotto diversi aspetti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ilmassi
    > buttatevi tutti su poche distro se no fate il
    > gioco di windows! già osx non riesce a fargli
    > concorrenza pur essendo migliore di win sotto
    > diversi aspetti...

    No ! Ognuno ha la sua distro preferita ed e' giusto che sia cosi !

    Del resto puoi farmi un esempio di programmi che trovi su una distro e non su un'altra ???
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paper Bat
    > - Scritto da: ilmassi
    > > buttatevi tutti su poche distro se no fate il
    > > gioco di windows! già osx non riesce a fargli
    > > concorrenza pur essendo migliore di win sotto
    > > diversi aspetti...
    >
    > No ! Ognuno ha la sua distro preferita ed e'
    > giusto che sia cosi
    > !
    >

    e allora è un dato di fatto che la situazione rimarrà tale quale a quella odierna, ognuno col suo piccolo orticello da curare


    > Del resto puoi farmi un esempio di programmi che
    > trovi su una distro e non su un'altra
    > ???

    evidentemente non hai colto il senso del suo intervento: non è una questione di programmi, ma di portare avanti una distro di convergenza che sia effettivamente in grado di sostituire windows a tutti gli effetti, alla portata di tutti, dall'esperto a quello che sa solo infilare il cd e cliccare installa e dopo 10min usa il suo computer senza intoppi di hw non riconosciuto.

    quello era il senso del discorso, almeno come l'ho colto io.
    non+autenticato
  • Esiste anche la possibilità che alla lunga, ognuno curando il suo orticello, arrivi al sistema operativo che hai descritto, facile da installare ed usare. Magari ci metteranno solo più tempo, però in compenso alla fine ci sarà più scelta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gigio
    > - Scritto da: Paper Bat
    > > - Scritto da: ilmassi
    > > > buttatevi tutti su poche distro se no fate il
    > > > gioco di windows! già osx non riesce a fargli
    > > > concorrenza pur essendo migliore di win sotto
    > > > diversi aspetti...
    > >
    > > No ! Ognuno ha la sua distro preferita ed e'
    > > giusto che sia cosi
    > > !
    > >
    >
    > e allora è un dato di fatto che la situazione
    > rimarrà tale quale a quella odierna, ognuno col
    > suo piccolo orticello da
    > curare
    >
    >
    > > Del resto puoi farmi un esempio di programmi che
    > > trovi su una distro e non su un'altra
    > > ???

    > evidentemente non hai colto il senso del suo
    > intervento: non è una questione di programmi, ma
    > di portare avanti una distro di convergenza che
    > sia effettivamente in grado di sostituire windows
    > a tutti gli effetti, alla portata di tutti,
    > dall'esperto a quello che sa solo infilare il cd
    > e cliccare installa e dopo 10 min usa il suo

    Cosi' il principiante non se la installa perche' ha troppa roba che interessa all'esperto e l'esperto non se la installa perche' c'e' troppa roba che interessa ai newbie.

    In compenso di mette il triplo ad installari ed e' pesantissimo perche' c'e' la roba che interessa a tutti...

    > computer senza intoppi di hw non riconosciuto.

    Mi fai un esempio di hw riconosciuto da una distribuzione e non da un'altra a parita' di kernel ?

    > quello era il senso del discorso, almeno come l'ho colto io.

    Quello che non cogli e' che sarebbe assolutamente inutile, ma se proprio vuoi provare sulla tua pelle comincia ad indicare cosa metteresti nella tua distro per tutti, vediamo se accontenta sia me che uso Slack su Xfce sua quelli che usano ubuntu su Kde, e ricordati anche degli sviluppatori che vorranno i loro strumenti di sviluppo e i musicisti e i grafici e e e tutti...
    krane
    22544
  • Quale concetto di installazione personalizzabile (ovvero segni prima di cominciare cosa ti interessa) non ti è immediatamente chiaro ?
    Troppi anni a vedere distro che hanno capito un accidente del concetto di "semplicità" tanto che installano ed abilitano alla rinfusa tutto il possibile immaginabile (vedi ubuntu) ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Quale concetto di installazione personalizzabile
    > (ovvero segni prima di cominciare cosa ti
    > interessa) non ti è immediatamente chiaro ?

    Quello che mi costringerebbe ad escludere il 90% del software comunque :
    Se voglio tirare su un server da usare in remoto installo slackware oppure la tua ipotetica generica a cui devo escludere il 90% delle cose ed abilitare tutti le interfacce testuali di default ?
    Se voglio fare un desktop ad uso generico da "utonto" installo ubuntu o prendo tua ipotetica generica a cui devo escludere tutto il software di programmazione, linguaggi, documentazione tecnica e faccio sparire ogni dektop alternativo che possa confondere l'utente ?

    E' solo una questione di praticita' : non si puo' mettere l'installatore di fronte a 1000 flag di cui 900 da disabilitare.

    Poi se proprio vuoi una cosa del genere c'e' Gentoo che non impone nessun software preinstallato ma ti fa scegliere tutto come dici tu.

    > Troppi anni a vedere distro che hanno capito un
    > accidente del concetto di "semplicità" tanto che
    > installano ed abilitano alla rinfusa tutto il
    > possibile immaginabile (vedi ubuntu) ?

    Facci vedere come andrebbero fatte le cose allora, tu che hai capito tutto illuminaci.
    krane
    22544
  • Non "la mia generica" con tutto abilitato.

    Il mio concetto di "generica" è una distro liscia che invece di aver fretta di far uscire la finestrella "complimenti installazione riuscita" mi chiede cosa mettere nel menu.

    Una finestra, tanti checkbox, io che scelgo cosa selezionare (magari passandoci il mouse/cursore sopra ottengo una breve ma esauriente descrizione), poi quando sono sicuro premo ok/avanti e vedo installato solo quello che mi interessa.

    Questa è praticità e non deve per forza passare dalle forche caudine di gentoo
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Non "la mia generica" con tutto abilitato.

    > Il mio concetto di "generica" è una distro liscia
    > che invece di aver fretta di far uscire la
    > finestrella "complimenti installazione riuscita"
    > mi chiede cosa mettere nel menu.

    > Una finestra, tanti checkbox, io che scelgo cosa
    > selezionare (magari passandoci il mouse/cursore
    > sopra ottengo una breve ma esauriente
    > descrizione), poi quando sono sicuro premo
    > ok/avanti e vedo installato solo quello che mi
    > interessa.

    Quindi deve essere per forza installata da un tecnico: poiche l'utente normale che associa il browser ad internet non riuscira' mai ne' a trovare il browser (poiche' per lui e' internet), ma trovera' un sacco di cose incomprensibili e mai sentite sotto quella voce... Puo' anche darsi che a forza di cercare il nostro utente paziente trovi il browser, Ma !!! Come !!!! Cen'e' piu' di uno !
    Ma internet e' cosi' tanta ? Bho mettiamoli tutti... E queste sigle che saranno mai ??? Ma si togliamole tanto a me serve solo interne (intendendo il browser) togliamo tutta 'sta roba inutile...
    FTP cose'?? Leggiamo... Bha non serve, allora leviamo anche quelle che sono sicuramente simili : TCP UDP IPV4 IPV6 chissene di tutta sta roba a me serve solo l'internet.

    > Questa è praticità e non deve per forza passare
    > dalle forche caudine di gentoo

    Guarda che una Debian si installa esattamente nel modo che dici tu, ma come puo' districarsi in mezzo a 20.000 pacchetti uno che sa a malapena accendere il pc ? Legge 20.000 finestrelle di help ? E le comprende ?
    krane
    22544
  • Un utente normale non è capace di leggere una descrizione e di fare una scelta ?

    Più che un utente normale è un demente !

    Ci sono troppi pacchetti tra i quali scegliere ? Perchè in ubuntu hanno messo le stelline vicino ad ogni pacchetto ?

    Forse proprio per ovviare a quello che dici te...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Un utente normale non è capace di leggere una
    > descrizione e di fare una scelta ?
    > Più che un utente normale è un demente !

    > Ci sono troppi pacchetti tra i quali scegliere ?
    > Perchè in ubuntu hanno messo le stelline vicino
    > ad ogni pacchetto ?

    > Forse proprio per ovviare a quello che dici te...

    Tutte le stelline che vuoi non tolgono che devi leggerti oltre 2000 targhette ti rendi conto ???
    krane
    22544
  • ...un altro SO, purchè sia open source, quello che piace viene preso e quello che non piace scartato, aiuta tutti i so a crescere.
    ovviamente un nuovo SO closed come win o mac aiuta relativamente poco sistemi operativi alternativi.
    in un futuro dove tutti i so saranno open si avrà davvero la scelta, e nessuno tirerà le aziende a produrre software solo per il proprio so o creerà formati proprietari in modo da creare monopoli
    non+autenticato
  • - Scritto da: fabio
    > ...un altro SO, purchè sia open source, quello
    > che piace viene preso e quello che non piace
    > scartato, aiuta tutti i so a
    > crescere.
    > ovviamente un nuovo SO closed come win o mac
    > aiuta relativamente poco sistemi operativi
    > alternativi.
    > in un futuro dove tutti i so saranno open si avrà
    > davvero la scelta, e nessuno tirerà le aziende a
    > produrre software solo per il proprio so o creerà
    > formati proprietari in modo da creare
    > monopoli

    ma la scelta la fanno i kernel alternativi o le GUI alternative che alla fine sono l'elemento usato per differenziare le varie distro?

    dato che è l'aspetto grafico che viene illustrato per differenziare le distro (vedi i tanti screenshots) e non i tecnicismi che alla fine interessano pochi addetti ai lavori, non sarebbe il caso di far evolvere al meglio una versione veramente alternativa ai windows attuali e dare in parallelo la possibilità di avere tante GUI in funzione dei gusti?

    perché da quel poco che ne capisco io la locomotiva del treno "linux per tutti" è ubuntu/kubuntu e non altre distro poco conosciute o difficilmente sconosciute (che magari sono più apprezzate dei "tecnici")

    e sempre da quel poco che ne capisco, l'esigenza dell'utenza "normale" è quella di mettere il cd/dvd e installare linux sul suo hw senza troppi problemi; alcune distro o non si riescono ad installare o sono macchinose e da installare e da gestire.
    non+autenticato
  • Perché parli da un lato desktop-centrico?

    Il computing non è solo desktop.
    E il mondo è più grande della tua cameretta o del tuo gruppetto di amici del muretto...

    Chi sei tu per giudicare chi decide di prendere un desktop environment o una GUI e farne un fork ed una versione nuova totalmente differente?
    I sorgenti sono lì disponibili a tutti e lui libero di farlo. Vuoi andare tu a casa sua a gambizzarlo e dirgli che il suo sforzo crea solo l'ennesima GUI e che sarebbe meglio che si concentrasse su una sola GUI? E chi sei tu per obbligarlo a far ciò?

    Ma soprattutto che paura ti fa il fatto di avere diverse GUI e che danni ti crea il sapere che ce ne sono così tante?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lillo
    > Perché parli da un lato desktop-centrico?
    >

    perché da utente è il lato che mi interessa maggiormente per considerare una migrazione.

    dimentico aspetti essenziali per un utente home?

    > Il computing non è solo desktop.
    > E il mondo è più grande della tua cameretta o del
    > tuo gruppetto di amici del
    > muretto...
    >

    dato irrilevante dato che l'utenza home cerca la facilità d'uso e non si interessa alla risoluzioni di problemi di malfunzionamento, no?

    > Chi sei tu per giudicare chi decide di prendere
    > un desktop environment o una GUI e farne un fork
    > ed una versione nuova totalmente
    > differente?

    quindi è vietato dare un opinione diversa dalla tua?
    è un forum o altro?

    > I sorgenti sono lì disponibili a tutti e lui
    > libero di farlo. Vuoi andare tu a casa sua a
    > gambizzarlo e dirgli che il suo sforzo crea solo
    > l'ennesima GUI e che sarebbe meglio che si
    > concentrasse su una sola GUI? E chi sei tu per
    > obbligarlo a far
    > ciò?
    >

    e chi sei tu per dirmi come pensare?
    pensavo ad un commento tecnico, non ad un inutile intervento.


    > Ma soprattutto che paura ti fa il fatto di avere
    > diverse GUI e che danni ti crea il sapere che ce
    > ne sono così
    > tante?

    dove lo avrei scritto di grazia?

    prima di aggredire la gente, prova a capire quello che leggi, no?
    non+autenticato
  • Sei stato tu il primo a criticare chi crea nuove GUI e che dovrebbero dedicarsi a migliorarne una di quelle già esistenti.

    Una sola gui, un solo kernel, un solo sistema operativo in una sola distribuzione. Tutti vogliono un solo sistema, facile, ma potente, che va nel tostapane come nel server, come sulla console. Che è uguale in tutto il mondo che si programma sempre con lo stesso linguaggio e lo stesso framework.

    Ma non sarà che tanta gente riesce a pensare in un solo modo perché ha un solo neurone?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lillo
    > Sei stato tu il primo a criticare chi crea nuove
    > GUI e che dovrebbero dedicarsi a migliorarne una
    > di quelle già
    > esistenti.
    >

    evidentemente non hai colto quello che ho scritto..o detto che per farlo sfondare forse non è il caso di creare 1000 distro se poi nessuna si impone come veramente sostitutiva a windows.

    è ben diverso da quanto mi accusi di aver scritto.

    > Una sola gui, un solo kernel, un solo sistema
    > operativo in una sola distribuzione. Tutti
    > vogliono un solo sistema, facile, ma potente, che
    > va nel tostapane come nel server, come sulla
    > console. Che è uguale in tutto il mondo che si
    > programma sempre con lo stesso linguaggio e lo
    > stesso
    > framework.
    >
    > Ma non sarà che tanta gente riesce a pensare in
    > un solo modo perché ha un solo
    > neurone?

    nel tuo caso potrebbe anche essere.

    per fortuna che non sei un docente...saresti in grado di dire ad un bambino della prima elementare che è un utonto ignorante quando sta a te insegnargli le cose.

    forse dovresti mettere da parte la spocchia del tecnico smanettone e metterti maggiormente nei panni chi di si avvicina a linux, per capire quali possono essere gli ostacoli che ti sfrenano dal volerlo provare.

    invece che fai? fai il tecnico supponente che si arrocca sul colle e spara a tutto quello che si muove, e poi magari si lamenta pure che c'è troppa gente che non conosce e non vuole provare linux, che vive di luoghi comuni, ecc....

    rendersi magari conto di avere anche un po di responsabilità no?
    non+autenticato
  • Linux ad oggi specie dopo l'uscita delle ultime distro di questo autunno non ha assolutamente niente che non vada bene all'uente della strada.

    Il problema è solo della mancanza di tutto quel software inutile ai più ma che tanto piace ai beoti.
    O di quegli strumenti che alcune aziende si rifiutano a portarvici come Adobe che viene trattenuta dagli emolumenti di M$ dal fare il porting in Linux dei suoi programmi migliori.

    E soprattutto i giochi finché molta gente continuerà ostinata a voler usare il PC invece della console.

    Ho numerose installazioni di Linux date anche a perfetti imbranati, e in nessun caso ci sono stati i problemi che ti ostini a trovare tu in Linux per poterlo rendere appetibile anche agli utonti.

    ╚ semplicemente diverso.
    Se per te la diversità è un problema, allora il tuo problema non è la semplicità, ma l'intossicazione da Windows. Perché chi inizia per la prima volta con un desktop, che sia Win o Linux non gli cambia assolutamente nulla, sono due piattaforme diverse ognuna con le sue difficoltà e i suoi tecnicismi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lillo
    > Linux ad oggi specie dopo l'uscita delle ultime
    > distro di questo autunno non ha assolutamente
    > niente che non vada bene all'uente della
    > strada.
    >
    > Il problema è solo della mancanza di tutto quel
    > software inutile ai più ma che tanto piace ai
    > beoti.
    > O di quegli strumenti che alcune aziende si
    > rifiutano a portarvici come Adobe che viene
    > trattenuta dagli emolumenti di M$ dal fare il
    > porting in Linux dei suoi programmi
    > migliori.
    >
    > E soprattutto i giochi finché molta gente
    > continuerà ostinata a voler usare il PC invece
    > della
    > console.
    >
    > Ho numerose installazioni di Linux date anche a
    > perfetti imbranati, e in nessun caso ci sono
    > stati i problemi che ti ostini a trovare tu in
    > Linux per poterlo rendere appetibile anche agli
    > utonti.
    >
    > ╚ semplicemente diverso.
    > Se per te la diversità è un problema, allora il
    > tuo problema non è la semplicità, ma
    > l'intossicazione da Windows. Perché chi inizia
    > per la prima volta con un desktop, che sia Win o
    > Linux non gli cambia assolutamente nulla, sono
    > due piattaforme diverse ognuna con le sue
    > difficoltà e i suoi
    > tecnicismi.

    e dato che la situazione è l'intossicazione da windows non è fornendo 10mila distro che aiuti uno a scegliere un alternativa che gli vada bene...e nemmeno dandogli l'epiteto di ignorante

    grazie buona serata
    non+autenticato
  • - Scritto da: gigio

    >
    > e dato che la situazione è l'intossicazione da
    > windows non è fornendo 10mila distro che aiuti
    > uno a scegliere un alternativa che gli vada
    > bene...e nemmeno dandogli l'epiteto di
    > ignorante

    Ma che discorso è il tuo?

    Ma hai idea di quante marche e modelli di automobili utilitarie ci sono? O di televisori?

    Stando al tuo ragionamento la gente dovrebbe continuare a comprare la FIAT Punto o lo stesso TV Philips perché c'è troppa scelta e troppi modelli diversi.

    Ma uno che fa così non è un ignorante, è una persona con problemi diversi (l'autismo per esempio ha alla base la difficoltà di adattamento a nuove abitudini e ambienti)...
    E c'è ne sono sai che al cambio del TV e del relativo telecomando non sanno più cambiare canale e si trovano spaesati, o se gli cambi le proporzioni e l'angolo di sterzo dell'auto nuova te la strisciano o la bottano il primo mese di vita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gigio
    > - Scritto da: fabio
    > > ...un altro SO, purchè sia open source, quello
    > > che piace viene preso e quello che non piace
    > > scartato, aiuta tutti i so a crescere.
    > > ovviamente un nuovo SO closed come win o mac
    > > aiuta relativamente poco sistemi operativi
    > > alternativi.
    > > in un futuro dove tutti i so saranno open si
    > > avrà davvero la scelta, e nessuno tirerà le
    > > aziende a produrre software solo per il proprio
    > > so o creerà formati proprietari in modo da creare
    > > monopoli

    > ma la scelta la fanno i kernel alternativi o le
    > GUI alternative che alla fine sono l'elemento
    > usato per differenziare le varie distro?

    Il kernel e' sempre quello, ed che io sappia quasi
    ogni distribuzione e' in grado di utilizzare
    qualsiasi GUI.
    Quello che differenzia le distribuzioni e' il software : se sei un musicista usi una distro che una volta installata ti offre tutti gli strumenti che potrebbero servire ad un musicista.
    Se devi tirare su un server con il quale ti collegherai attraverso un modem a 12k installi slackware che ti consente ti configurare tutto attraverso gui testuali.
    Se sei masochista e vuoi far fare a una distribuzione delle cose per cui non e' nata ti bastera' installare un po' di software che nell'altra avresti gia' trovato preinstallato.

    > dato che è l'aspetto grafico che viene illustrato
    > per differenziare le distro (vedi i tanti
    > screenshots) e non i tecnicismi che alla fine
    > interessano pochi addetti ai lavori, non sarebbe
    > il caso di far evolvere al meglio una versione
    > veramente alternativa ai windows attuali e dare
    > in parallelo la possibilità di avere tante GUI in
    > funzione dei gusti?

    Pensa che lo fanno gia' in 2 : Gnome e Kde.

    > perché da quel poco che ne capisco io la
    > locomotiva del treno "linux per tutti" è
    > ubuntu/kubuntu e non altre distro poco conosciute
    > o difficilmente sconosciute (che magari sono più
    > apprezzate dei "tecnici")

    Perche' sei un utonto, altrimenti ne conosceresti altre, ed e' giusto che sia cosi'.

    > e sempre da quel poco che ne capisco, l'esigenza
    > dell'utenza "normale" è quella di mettere il
    > cd/dvd e installare linux sul suo hw senza troppi
    > problemi; alcune distro o non si riescono ad
    > installare o sono macchinose e da installare e da
    > gestire.

    Ubuntu c'e' per quello, usala.
    krane
    22544
  • >
    > Il kernel e' sempre quello, ed che io sappia
    > quasi
    >
    > ogni distribuzione e' in grado di utilizzare
    > qualsiasi GUI.
    > Quello che differenzia le distribuzioni e' il
    > software : se sei un musicista usi una distro che
    > una volta installata ti offre tutti gli strumenti
    > che potrebbero servire ad un
    > musicista.
    > Se devi tirare su un server con il quale ti
    > collegherai attraverso un modem a 12k installi
    > slackware che ti consente ti configurare tutto
    > attraverso gui
    > testuali.
    > Se sei masochista e vuoi far fare a una
    > distribuzione delle cose per cui non e' nata ti
    > bastera' installare un po' di software che
    > nell'altra avresti gia' trovato
    > preinstallato.
    >

    >
    > Pensa che lo fanno gia' in 2 : Gnome e Kde.
    >

    grazi per le utili annotazioni

    >
    > Perche' sei un utonto, altrimenti ne conosceresti
    > altre, ed e' giusto che sia
    > cosi'.
    >

    grazie per gli insulti.
    possibile che invece di spiegare le cose e renderle meno complicate a che non è un informatico di formazione (anche nell'uso), riuscite sempre a tirar fuori il termine utonto?

    poi non c'è la lamentarsi se gli "utonti" non fanno manco il minimo sforzo per conoscere linux.
    mah

    >
    > Ubuntu c'e' per quello, usala.

    e chiediti come mai ha più successo di altre, forse sarebbe utile alla causa, no?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)