Domini lunghi e nuovi. Arriva .eu

Esperti e aziende americane combattono su due fronti: per avere nuove estensioni di dominio, come .news o .rec, e per poter registrare lunghi nomi di dominio. Rispunta il suffisso europeo

Domini lunghi e nuovi. Arriva .euWeb (internet) - L'anno scorso sembrava una questione di pochi mesi. Avere una serie di nuove estensioni di dominio, come .news, .rec o .cars, appariva come un problema tecnico di facile risoluzione. Ora pare che gli interessi contrapposti, ed una certa "lontananza" dal problema da parte dell'organismo di supervisione, ICANN, rendano tutto più complicato. Al punto che si parla di almeno un altro anno di attesa.

Stando ai commentatori più accreditati il maggiore problema è l'opposizione delle grandi corporation, sempre attente a salvaguardare nome e immagine in rete. Con i pochi suffissi oggi disponibili, infatti, hanno un bel daffare per "colpire" tutti coloro che sfruttano il loro nome o trademark senza permesso e, con le nuove estensioni, "il giochino" potrebbe diventare troppo impegnativo.

Ci sono poi problemi tecnici e pare che se ne parlerà proprio ad un incontro dell'ICANN che si terrà il prossimo marzo. "Capiremo, ha detto ad Associated Press uno dei consiglieri dell'ICANN, se su questa questione c'è un consenso che ci consentirà di muoverci o se è ancora presto per farlo". Ma nessuno ritiene che qualsiasi novità potrà arrivare prima di almeno un anno.
Fioccano, naturalmente, le critiche di coloro che ritengono l'ICANN troppo attento agli interessi delle corporation e meno a quelli degli utenti o delle piccole aziende. Secondo la Domain Name Rights Coalition, l'organismo di supervisione pone questo problema, da tempo, sempre all'ultimo posto dell'ordine del giorno, proprio per non "scomodare" le corporation.
TAG: domini