Luca Annunziata

Giappone, i ministri saranno sorvegliati dal GPS

Dopo uno scandalo, il governo giapponese pensa di dotare tutti gli alti papaveri di cellulari tracciabili. Al diavolo la privacy, c'è in ballo la moralità dei politici

Roma - Costerà molto caro, in termini di privacy, la passione per il golf dell'ex viceministro giapponese alla Difesa, Takemasa Moriya. Il politico è infatti al centro di un grosso scandalo che sta investendo la politica giapponese perché centrava le 18 buche non a spese proprie ma a spese nientemeno che di Motonobu Miyazaki, dirigente della Yamada, azienda firmataria di molti contratti con l'esercito. Corruzione? Per evitare che si ripeta, il ministro Shigeru Ishiba ora pensa di dotare ogni dirigente della sua organizzazione di un sistema per verificarne gli spostamenti.

"Sto considerando l'idea di introdurre l'utilizzo di cellulari con GPS", ha spiegato in una conferenza stampa: attraverso il segnale di localizzazione satellitare sarebbe possibile individuare in ogni istante la posizione dei funzionari, che dovrebbero eventualmente dare spiegazioni della loro permanenza in luoghi di vacanza o di ricreazione durante l'orario di lavoro.

E per quanti potessero pensare che forse si tratta di un meccanismo di controllo troppo restrittivo, il ministro ha già pronta una risposta: "Da quelli che si oppongono vorrei una spiegazione sul perché sono contrari all'idea". Fino ad adesso, comunque, sembra che nessuno abbia trovato niente da obiettare.
Il caso di Moriya è emblematico: in totale non si parla di cifre spaventose, il costo delle partite a golf avrebbe raggiunto i 30mila euro nell'arco di 12 anni, ma nella inflessibile società nipponica non è concesso il minimo dubbio sulla integrità degli uomini di potere. La vicenda ha segnato la fine della sua carriera, nonché l'avvio di una seria indagine su tutti gli appalti concessi mentre era in carica.

Ora, probabilmente, i funzionari del governo saranno tutti seguiti nei loro spostamenti: proprio come succede già con i bambini nipponici che vanno a scuola. Una decisione del ministro è attesa entro il prossimo mese.

Luca Annunziata
14 Commenti alla Notizia Giappone, i ministri saranno sorvegliati dal GPS
Ordina
  • Un saluto a tutti voi A bocca aperta

    Scrivo alla Redazione di Punto Informatico

    Illustrissima Redazione Punto Informatico ,
    vi scrive la vostra amica scala40 , per augurarvi un felice anno 2008 , che porti la legalità , serenità,
    salute , lavoro e tanto amore per chi vive nella povertà , che porti nei cuori di tutto il mondo i veri valori della vita , a tutti voi vi invio un abbraccio *SorrideSorride . Dalla vostra amica . scala40


    Scrivo a tutti gli amici veri

    Cari amici veri di tutto il mondo ,
    vi scrivo per dirvi che anche se non ci si conosce di persona , non vi ho mai dimenticati anzi , vi ringrazio
    per non avermi lasciata sola nella sofferenza . malattia e nell'ingiustizia , per questo ringrazio tutte le persone al mondo che aiutano e non abbandonano chi soffre , donare la vera amicizia col sorriso è un dono bellissimo non costa nulla , ma vedersi circondata da vere amicizie gli si dà il coraggio di continuare a lottare per la giustizia , anche mentre si piange , ringrazio tutte le persone che conosco di persona , di cui anche tutti i miei vicini di casa , inviandovi un grandissimo abbraccio , grazie per tutto ciò che avete fatto e che continuate a fare donandomi la vostra vera amicizia *SorrideSorride . Scala40


    Scrivo al Tribunale di Roma

    Cari amici , vi scrive la vostra amica scala40 ,
    per ringraziarvi che mi avete creduto in ciò che scrivevo .
    Auguro a tutti voi e a tutte le persone che lavorano con legalità , moralità e dignità ,un grande abbraccio con un cielo di sorrisi *SorrideSorride A bocca aperta per un felice e sereno 2008 e che porti in tutto il mondo la Pace con tanta legalità .
    Un grande abbraccio per chi ha come casa un cartone e per tutte le persone che soffrono per qualsiasi sofferenza , compresa quella di ingiustizia *SorrideSorride. Imbriaco Angela

    scala40 ... invia un abbraccio con un bacio a tutte le Vite perse in tutto il mondo , che da Angeli ci guardano e ci proteggono , ciao Papà ti invio un bacio smackkkkk
    non+autenticato
  • Un saluto a tutti voi A bocca aperta

    Sono favorevole che si controllino , anzi controllate anche gli spostamenti nell'orario di lavoro dei nostri rappresentanti amministratori dei nostri beni e soldi , controllate le loro assenze dal posto di lavoro come fanno i cittadini che non sono presenti sul posto di lavoro devono portare certificato medico , o dare spiegazioni , poi spero che passi la legge dove tutti i nostri dipendenti abbiano un contratto lavorativo con uno stipendio contrattuale come tutti i dipendenti e che non abbiano più i privilegi , perchè i privilegi i dipendenti se li pagano a loro spese . Per quanto riguarda la privacy , credo che se una persona non ha nulla da nascondere non ha nulla in contrario a essere spiata . Cordialmente saluto tutti augurandovi una bellissima giornata e inviandovi un cielo di sorrisi A bocca aperta

    Dalla vostra amica Imbriaco Angela

    Scala40 invia un abbraccio a tutti gli amici veri *SorrideSorride
    non+autenticato
  • dovevamo mettere il casco con la webcam a meli sai che publicita che si faceve!
    non+autenticato
  • Chiediamo questo anche ai nostri politici, visto che spesso non sono presenti in aula.
    In fondo sono persone pubbliche pagate da noi e posseggono un cellulare pagato da camera o senato.
    Un "personaggio pubblico" deve capire che la propria privacy deve essere garantita solo fuori dall'orario di lavoro. In fondo anch'io non posso fare i miei comodi quando lavoro ...
    non+autenticato
  • > Un "personaggio pubblico" deve capire che la
    > propria privacy deve essere garantita solo fuori
    > dall'orario di lavoro. In fondo anch'io non posso
    > fare i miei comodi quando lavoro ...

    stai toccando un nervo scoperto, chissa' se un giorno riusciremo ad ottenere qualcosa di simile...
    o almeno che i politici debbano rendere del loro operato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fred
    >
    > stai toccando un nervo scoperto, chissa' se un
    > giorno riusciremo ad ottenere qualcosa di
    > simile...
    > o almeno che i politici debbano rendere del loro
    > operato.

    Io punterei più sul secondo che non sul primo, perché non credo che anche se siano presenti facciano qualcosa (escluso il sonnellino, la lettura del giornale oppure il sudoku).

    Enrico
    non+autenticato
  • ...io avevo avuto un'idea simile per limitare l'uso personalistico dei mezzi statali da parte di TUTTI i dipendenti (fra cui ci sono anch'io):
    montare un sistema d'accensione con smartcard personalizzata (firma digitale) che, grazie ad un GPS, registri il nome dell'utilizzatore, i movimenti del veicolo, tempi, velocità, chilometraggio e quant'altro in una "scatola nera" digitale.
    A fine mese (od anno) i dati si scaricano al computer per eventuali calcoli, controlli eccetera.
    Una sorta di ruolino di marcia digitale (tra parentesi obbligatorio per i camionisti, per esempio) che oltre a scoraggiare l'uso improprio semplifichi la vita dell'utilizzatore, consentendo di eliminare tutti i scartoffie e le relative compilazioni (spesso imprecise).

    Credo che se un sistema del genere fosse montato per legge su TUTTI gli autoveicoli della PA (Ministeri, Regioni, Provincie, Comuni, Ospedali, ecc, ecc) il risparmio sarebbe pressoché garantito.

    Ancor meglio se il tutto fosse gestito da sw open source, naturalmente.

    Marco Radossevich
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco Ravich
    > ...io avevo avuto un'idea simile per limitare
    > l'uso personalistico dei mezzi statali da parte
    > di TUTTI i dipendenti (fra cui ci sono
    > anch'io):
    > montare un sistema d'accensione con smartcard
    > personalizzata (firma digitale) che, grazie ad un
    > GPS, registri il nome dell'utilizzatore, i
    > movimenti del veicolo, tempi, velocità,
    > chilometraggio e quant'altro in una "scatola
    > nera"
    > digitale.
    > A fine mese (od anno) i dati si scaricano al
    > computer per eventuali calcoli, controlli
    > eccetera.
    > Una sorta di ruolino di marcia digitale (tra
    > parentesi obbligatorio per i camionisti, per
    > esempio) che oltre a scoraggiare l'uso improprio
    > semplifichi la vita dell'utilizzatore,
    > consentendo di eliminare tutti i scartoffie e le
    > relative compilazioni (spesso
    > imprecise).
    >
    > Credo che se un sistema del genere fosse montato
    > per legge su TUTTI gli autoveicoli della PA
    > (Ministeri, Regioni, Provincie, Comuni, Ospedali,
    > ecc, ecc) il risparmio sarebbe pressoché
    > garantito.
    >
    > Ancor meglio se il tutto fosse gestito da sw open
    > source,
    > naturalmente.
    >
    > Marco Radossevich
    Se sei anche tu un dipendente statale, allora, con questo approccio progressista (nell'unica accezione che andrebbe attribuita al termine) sei uno di quelli osteggiati dai colleghi e mobbizzati.
    Ti libereremo.
    Promesso.
    Tieni duro, manca pochissimo.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)