Mandriva chiama a raccolta i suoi utenti

In arrivo la mega install fest termonucleare globale che coinvolgerà decine di LUG in tutto il mondo. Un'occasione per chi desidera avvicinarsi a Linux e conoscere le novità di Mandriva Linux 2008

Parigi - Facendo appello alla sua comunità di utenti, Mandriva sta organizzando una Installfest globale che prenderà il via dopodomani, sabato 17 novembre. La Worldwide 2008 Mandriva Linux Installfest non si estrinsecherà con un singolo evento in un singolo luogo, ma sarà formata da una miriade di iniziative coordinate da Mandriva e organizzate localmente da Linux User Group (LUG) e associazioni di tutto il mondo, inclusa l'Italia.

Scopo della manifestazione, secondo la società franco-statunitense, è quello di portare nella comunità Linux nuovi proseliti e presentare le nuove funzionalità e tecnologie di Mandriva Linux 2008, il cui debutto è avvenuto poco più di un mese fa.

"Grazie alla comunità di Linux, le installazioni di Mandriva Linux One saranno effettuate in tutto il mondo", ha affermato Mandriva in un comunicato. "Gli esperti di Mandriva Linux sono invitati ad assistere i principianti nel compiere i primi passi con questo sistema operativo".
Mandriva ha poi ricordato come lo scorso anno abbiano partecipato alle install fest oltre 2mila persone dislocate in più di 80 città e 20 paesi diversi. Quest'anno tra le nazioni in cui si terrà almeno una install fest vi sono Ecuador, Cina, Polonia, Russia e Francia.

Nel momento in cui si scrive i LUG e le associazioni italiani che hanno già annunciato la partecipazione all'evento sono tre: il GLUG Govonis di Celle Ligure (SV), il LUG di Orvieto (TR) e l'Associazione per le Libertà Informatiche e Digitali (ALID) di Genova (v. breve). Informazioni costantemente aggiornate sulle install fest di Mandriva si possono trovare in questo wiki.
16 Commenti alla Notizia Mandriva chiama a raccolta i suoi utenti
Ordina
  • Tutto fa brodo, figlioli, tutto fa brodo! e poi, una volta che mandriva avrà conquistato tutto il globo come windows oggi, se deciderà di far pagare tutto a tutti, sarà molto più facile passare a Ubuntu.

    Supportate, gente, supportate! che male non fa! basta chiacchiere sterili, bisogna supportare!

    Mandriva non sarà mai come windows perchè non può un software libero imporre le stesse restrizioni che ci impone Microsoft.

    Supportate, gente, supportate..
    non+autenticato
  • non sapete che Gael Duval e stato cacciato dai consulenti che lui stesso aveva assunto?(chissa come rosica ora)
    2 calcioni nel didietro et voila..ora l azienda e in mano ad avidi manager che la spremeranno facendovi pagare tutto...
    gnam gnam...
    in pratica vogliono farla diventare come windows...
    se credevate di risparmiare usando LInux...pensateci!!
    GET THE FACTS
    non+autenticato
  • Guarda che è scricabile GRATIS!!!

    Informati!
    non+autenticato
  • Veramente con l'ultima versione è diventata gratuita anche l'iscrizione al mandriva club, che fino a un mese fa era a pagamento.. e adesso noi utenti di mandriva abbiamo gli update automatici gratis con il tool grafico tipo quello di ubuntu.
    Anche i prezzi delle versioni a pagamento si sono ridotti di parecchio - queste edizioni includono programmi a pagamento quali cedega, lindvd, ecc. che mandriva paga quindi è normale che debba farle pagare agli utenti.
    La mandriva ONE (live) è una delle poche distro gratuite che esce già con driver grafici proprietari di default.
    non+autenticato
  • - Scritto da: the_m
    > Veramente con l'ultima versione è diventata
    > gratuita anche l'iscrizione al mandriva club, che
    > fino a un mese fa era a pagamento.. e adesso noi
    > utenti di mandriva abbiamo gli update automatici
    > gratis con il tool grafico tipo quello di
    > ubuntu.

    Ti sei chiesto perche'? perche' tanto non lo comprava nessuno quel supporto.
    Avevano ubuntu, quello non era un club era un deserto senza
    associati a quel club.

    > Anche i prezzi delle versioni a pagamento si sono
    > ridotti di parecchio - queste edizioni includono
    > programmi a pagamento quali cedega, lindvd, ecc.
    > che mandriva paga quindi è normale che debba
    > farle pagare agli
    > utenti.


    Mandriva e' morta.

    > La mandriva ONE (live) è una delle poche distro
    > gratuite che esce già con driver grafici
    > proprietari di
    > default.

    e morta e te lo ripeto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mandrazza
    > Ti sei chiesto perche'? perche' tanto non lo
    > comprava nessuno quel
    > supporto.
    > Avevano ubuntu, quello non era un club era un
    > deserto senza associati a quel club.

    Ma perchè tanta gente parla senza sapere nulla?
    PRIMO fino al 2004 ubuntu non esisteva, mentre mandriva (mandrake) era una delle *migliori* e più diffuse distro per desktop.
    SECONDO con l'iscrizione al club si aveva la possibilità di scaricare le versioni a pagamento, quindi molte persone anzichè aquistare i box si iscrivevano al club spendendo la stessa cifra, se non meno.
    TERZO mandriva non ha un ultra miliardario dietro le spalle che le regalava milioni di $ e i suoi fondi arrivavano dal club e dalle versioni a pagamento - quindi dubito che ci fosse il "deserto" che dici tu


    > Mandriva e' morta.
    > e morta e te lo ripeto

    Certo, se lo dici tu possiamo esserne convinti.
    Certamente ha passato dei periodi di grosse difficoltà economiche e, volendo, la concorrenza di ubuntu è un po' sleale (v. sopra)

    Intanto però mandrake a inizio 2005 ha acquisito Conectiva (diventanto mandriva), a metà 2005 ha acquisito Lycoris, nel 2006 è stata la volta di Linbox.. Tutte tecnologie che sono state (o verranno) integrate in mandriva.
    Nel 2007 è uscita PCLinuxOS (sì quella che ha scalzato ubuntu su distrowatch poco tempo fa) che è completamente bastata su mandriva.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cetto laqualunqu e
    > non sapete che Gael Duval e stato cacciato dai
    > consulenti che lui stesso aveva assunto?(chissa
    > come rosica
    > ora)
    > 2 calcioni nel didietro et voila..ora l azienda e
    > in mano ad avidi manager che la spremeranno
    > facendovi pagare
    > tutto...
    > gnam gnam...
    > in pratica vogliono farla diventare come
    > windows...
    > se credevate di risparmiare usando
    > LInux...pensateci!!
    > GET THE FACTS

    Non esiste mica solo Mandriva Linux.... mai sentito Debian o Gentoo? O magari anche Fedora. Oppure Ubuntu. Ma c'è anche OpenSUSE. Aspetta c'è una che si chiamare pure Slackware. Ma anche una che si chiama ...

    Enrico
    non+autenticato
  • ...se gli va storto il mega blitz termonucleare attraverso le Ardenne ciao ciao mandriva e le lettere piangina del suo ceo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ...se gli va storto il mega blitz termonucleare
    > attraverso le Ardenne ciao ciao mandriva e le
    > lettere piangina del suo
    > ceo...

    termonucleare ... mah, a me sta ancora antipatica, da quando ha cambiato nome e sito non la sopporto più. gli abbonamenti a pagamento? servizi stile microzzoz? ma che linux è?
    l'unica cosa positiva è che se il computer accetta di fartela installare, e non è detto, forse è più stabile di ubuntu, perché hai molto meno software da installare, e non puoi incasinare il sistema con 20000 programmi che magari non userai mai.
    me la scarico e la provo nella virtualbox di ubuntu, poi vediamo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mandrakata termonucle are

    > termonucleare ... mah, a me sta ancora
    > antipatica, da quando ha cambiato nome e sito non
    > la sopporto più. gli abbonamenti a pagamento?
    > servizi stile microzzoz? ma che linux
    > è?
    E' sempre stato così, è così per molte distro (RedHat ad esempio). Ma non sei obbligato a pagare nulla.
    Semplicemente se vuoi dell'assistenza IN PIU' (visto che l'assistenza gratuita c'è e funziona), paghi.
    Che Linux è? E' linux, anzi, forse più "puro" di molte altre distro visto che puoi scegliere di scaricare la versione senza software non-free.

    > l'unica cosa positiva è che se il computer
    > accetta di fartela installare, e non è detto,
    Queste son parole di qualcuno che non l'ha mai installata negli ultimi... 4-5 anni.

    > forse è più stabile di ubuntu, perché hai molto
    > meno software da installare, e non puoi
    > incasinare il sistema con 20000 programmi che
    > magari non userai
    > mai.
    Meno Software? O.o
    Ma l'hai mai provata? E il software disponibile è quello di ogni altra distro, magari non tutto è pre-pacchettizzato, ma nemmeno Ubuntu ha il 100% del software disponibile pacchettizzato.

    > me la scarico e la provo nella virtualbox di
    > ubuntu, poi
    > vediamo.
    Una mossa furbissima <.<
    non+autenticato
  • grande mandriva!!
    non+autenticato
  • Mandriva è eccezionale!!
    non+autenticato
  • LOL..senti chi parla in distro stile Windows....un "Ubuntista" Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • a cambiato nome per motivi legalo...comunque adesso puoi iscriverti al club mandriva GRATIS ed avere le iso qualche giorno in anticipo, sempre gratis...
    Sgabbio
    26177
  • non fate i permalosi, mandriva è una bellissima distro, la consiglio a tutti. su virtualbox è andata liscia liscia, ma senza effettiSorride e non me li aspettavo in emulazione.
    ho visto che ci sono un sacco di pacchetti, sembra quasi synaptic, e non lo fa rimpiangere, almeno per chi non lo conosce.
    ma finito lì.
    come comunità, e non penso di dire qualcosa contro mandriva, non c'è confronto con quella di ubuntu, e la gente che ti aiuta è vitale.
    come ambiente, non vedo differenze con kubuntu, a parte i pacchetti.
    ma a me proprio non piace l'aspetto da corporation nel sito e nel comportamento. quello non serve a sembrare seri, per quello contano i fatti, serve solo a farla stare antipatica a chi è disposto ad aiutare gli altri solo per la soddisfazione di farlo e d'imparare sempre di più. i favoritismi verso quelli della comunità rispetto a quelli non registrati ...

    non è umana, è questo non è poco.
    non+autenticato
  • > come ambiente, non vedo differenze con kubuntu, a
    > parte i
    > pacchetti.

    Questa è una delle più grosse fregature del mondo linux.
    Da una parte si assomigliano tutte al punto che si possono definire piatte e senza alcuna personalità (così passa la voglia di provarle).
    Dall'altra dove servirebbe che fossero veramente un po' più "piatte" (come la compatibilità binaria diretta tra applicativi) ognuna va funghi senza rendere conto a nessuno e finchè il maintainer si sbatte a ricompilare e fare pacchetti ex-novo si tira avanti. Appena questo si fa una vita la distro muore abbandonata a se stessa.
    non+autenticato