Alfonso Maruccia

Xbox 360, censurata una scena saffica

Singapore non esita a vietare Mass Effect, videogioco in uscita per Xbox 360. Le scene affettuose tra persone dello stesso sesso non sono autorizzate. Anche quando una delle due protagoniste non è... umana

Roma - Mass Effect, primo capitolo di una trilogia videoludica che la celebre software house Bioware vuole trasformare in una delle killer application più ambite per la console Xbox 360 di Microsoft, non vedrà la luce nell'isola-nazione di Singapore. La commissione di censura locale ha deciso che mostrare a schermo due donne in evidente intimità, per di più una delle quali aliena, non è consono né accettabile per le leggi locali, indi per cui il titolo è stato messo al bando.

Il gioco, in via di distribuzione nelle prossime settimane, racconta un'epica avventura fantascientifica - sottogenere cyberpunk - ma non disdegna di mostrare a video anche "una scena di intimità lesbica". Per tale ragione Media Development Authority, l'organismo incaricato di vigilare sui mezzi di comunicazione, ha deciso di non approvare la vendita del titolo sul territorio locale.

Ne da notizia l'agenzia AFP: secondo le regolamentazioni vigenti nel paese, i videogiochi non possono "contenere scene evidenti di violenza e sesso gratuiti, né denigrare alcuna razza o religione". E la scena incriminata - riprodotta nel video che segue - per quanto estremamente casta, è stata considerata alla stregua di "sesso gratuito" e pertanto sufficiente per censurare l'intero titolo.


Dal canto suo, Microsoft risponde di "rispettare rigorosamente le leggi, le regolamentazioni e le norme dei mercati" in cui la corporation si trova ad operare. Nessun dettaglio viene ad ogni modo fornito circa la possibilità di distribuire, per la sola piazza di Singapore, una edizione edulcorata di Mass Effect.

Il blockbuster annunciato di Bioware non è certo la prima vittima della censura nell'isola: ne hanno già fatto le spese God of War II, per una scena di nudo, e The Darkness per violenza eccessiva e offese alla religione.

Un problema che in futuro potrebbe essere risolto dal nuovo sistema di classificazione a cui sta lavorando MDA. In dirittura d'arrivo per il prossimo anno, il decalogo rinnovato potrebbe permettere a giochi come Mass Effect di approdare comunque sul mercato, in una edizione "solo per adulti", scampando così alla censura totale che è stata applicata in questo caso.

Alfonso Maruccia
14 Commenti alla Notizia Xbox 360, censurata una scena saffica
Ordina