Gaia Bottà

Pedoweb, condannato un prelato a Siracusa

Siracusa - Era nodo di una fitta rete internazionale dedita alla condivisione di materiale pedopornografico: un sacerdote docente universitario, R.H., è stato condannato ad un anno e mezzo di reclusione e al risarcimento di 2000 euro.

A dare notizia della sentenza del giudice della sezione penale di Siracusa è Telefono Arcobaleno, l'associazione che si è costituita parte civile nel processo.

Le indagini erano partite nel 2005 da una segnalazione della stessa Associazione: l'operazione video privé, condotta dal Nucleo Investigativo Telematico, aveva coinvolto 186 persone in tutta Italia. Fra i soggetti indagati, tre sacerdoti. Era stato documentato il loro accesso ad un sito italiano che generava centinaia di contatti giornalieri da tutto il mondo.
Per effettuare l'accesso era necessario conoscere la password, un lasciapassare che gli utenti non potevano ottenere semplicemente versando una quota di denaro ma anche partecipando attivamente alla rete che si intrecciava su forum e siti esteri. Finendo così per alimentare un giro d'affari in netta e preoccupante crescita, che ogni giorno genera oltre otto milioni di euro.

Ad esprimersi riguardo alla sentenza è Giovanni Arena, presidente di Telefono Arcobaleno, che non risparmia parole dure nei confronti del condannato e delle istituzioni in seno alle quali potrebbe continuare ad operare: "Non è sufficiente che la Chiesa risarcisca materialmente il danno delle vittime, come è successo e succede, se colui che ha commesso quello che è un crimine contro l'umanità, continua a praticare il proprio ufficio sacerdotale tra la gente."

"In Italia - prosegue Arena - sono diversi i casi di sacerdoti condannati o in attesa di giudizio, da undici anni lottiamo per far emergere i casi di abuso sull'infanzia, ci confrontiamo quotidianamente con il sommerso e con la diffidenza delle vittime o di coloro che vorrebbero ma non denunciano". Una posizione già espressa da altri, che non manca mai di suscitare reazioni forti.

Aspetto interessante della sentenza del Tribunale di Siracusa: il computer sequestrato al prelato, adeguatamente epurato di tutti i documenti appartenenti all'accusato, verrà rivenduto nell'ambito di un'asta giudiziaria.

Gaia Bottà
130 Commenti alla Notizia Pedoweb, condannato un prelato a Siracusa
Ordina
  • QUeste notizie mi terrorizzano...
    La legge 269 del 1998 all'articolo 14 dice

    2. Nell'ambito dei compiti di polizia delle telecomunicazioni, definiti con il decreto di cui all'articolo 1, comma 15, della legge 31 luglio 1997, n. 249, l'organo del Ministero dell'interno per la sicurezza e la regolarita' dei servizi di telecomunicazione svolge, su richiesta dell'autorita' giudiziaria, motivata a pena di nullita', le attivita' occorrenti per il contrasto dei delitti di cui agli articoli 600-bis, primo comma, 600-ter, commi primo, secondo e terzo, e 600-quinquies del codice penale commessi mediante l'impiego di sistemi informatici o mezzi di comunicazione telematica ovvero utilizzando reti di telecomunicazione disponibili al pubblico. A tal fine, il personale addetto puo' utilizzare indicazioni di copertura, anche per attivare siti nelle reti, realizzare o gestire aree di comunicazione o scambio su reti o sistemi telematici, ovvero per partecipare ad esse. Il predetto personale specializzato effettua con le medesime finalita' le attivita' di cui al comma 1 anche per via telematica.

    3. L'autorita' giudiziaria puo', con decreto motivato, ritardare l'emissione o disporre che sia ritardata l'esecuzione dei provvedimenti di cattura, arresto o sequestro, quando sia necessario per acquisire rilevanti elementi probatori, ovvero per l'individuazione o la cattura dei responsabili dei delitti di cui agli articoli 600-bis, primo comma, 600-ter, commi primo, secondo e terzo, e 600- quinquies del codice penale. Quando e' identificata o identificabile la persona offesa dal reato, il provvedimento e' adottato sentito il procuratore della Repubblica presso il tribunale per i minorenni nella cui circoscrizione il minorenne abitualmente dimora.

    Mi sfugge qualcosa o si tratta di attività per legge riservate alla sola Polizia Postale?
    Mi sfugge qualcosa o tra i reati per cui si può procedere non c'è il 600-quater?
    C'è un giudice a Berlino?
    No perché se c'è e non si è distratto un attimo... TUTTI gli atti compiuti dovrebbero essere considerati nulli per violazione di legge e le prove raccolte inutilizzabili.

    In particolare, sempre da P.I. leggo:
    Stando a quanto emerso, il monitoraggio<b/> dell'uso del sito ha consentito in breve tempo di tracciare una mappa di 186 individui che in molte diverse regioni italiane disponevano di un accesso a questo sito: sono ora tutti formalmente indagati, e tra loro vi sono anche tre sacerdoti, sui cui computer sono stati trovati video di pornografia infantile

    DUnque si tratterebbe di ritardato sequestro (14, comme 3). Pecato che il ritardato sequestro neanche si potrebbe fare per il reato di cui al 600-quater....
    ma questi le leggi le conoscono o vogliono soltanto fare numeri?
    Ah uno degli indagatisi è suicidato, Bhé meglio uno in meno, giusto?
    non+autenticato
  • tra 5\6 e altri tre gradi di giudizio si acciorgeranno che forse era innocente, ma intanto l'hanno bruciato sul rogo della pubblica inquisizione.
    Qua tutti bravi a parlare, a puntare il dito, ma ci si scorda sempre la presunzione di non colpevolezza.
    Ah già la magistratura non snaglia mai, non è mai capitato che una persona condannata in primo grado sia stata assolta in appello o che la condanna sia stata annullata dalla corte di Cassazione.
    E poi. qualcuno ha letto la sentenza? Non credo siamo tutti lì a discutere su un lancio di agenzia di Telefono Arcobaleno starcolmo di errori di diritto.
    Alcune perle direttamete dal sito dell'associaizone:
    "risarcimento del danno a Telefono Arcobaleno che nel giudizio era rappresentato dagli avvocati Francesco Favi e Aurora Cataudella".
    Ora o T.A. è esente dal codice di proicedura o lo hanno modificato l'altro ieri o al tribunale di Siracusa non hanno letto l'articolo 100 del cpp secondo cui "la parte civile... sta in giudizio col ministero di 1 difensore" e già questo la dice lunga sulla serietà dei comunicati stampa... neanche sanno quanti avvocati hanno... sempre che non siano valide le altre ipotesi...

    Interessante poi la parte in cui è scritto che "la Pubblica Accusa ha chiesto e ottenuto per il prelato un anno e mezzo di reclusione e duemila euro di risarcimento". Che carini, addirittura lo stesso PM si è scomodato per fare ottenere un risarcimento alla parte civile... troppo buono.

    Altro giro altra chicca: "In Italia, continua Giovanni Arena, «sono diversi i casi di sacerdoti condannati o in attesa di giudizio, " dunque secondo Arena CONDANNATO (definitivo? in I grado, in II grado?) equivale ad essere imputatoin attesa di giudizio. Davvero un fulgido esempio   di sapere giuridico...

    Ah poi scopro che in sicilia vengono generosamente elargiti 390mila euro a telefoni vari quando la polizia è praticamente costretta ad andare a piedi ed ulteriori tagli vengono imposti...
    Capisco il desiderio di privatizzare, ma mi sembra che si stia un pochino esagerandoTriste
    non+autenticato
  • in un stato laico serio è la polizia che deve occuparsi di indagini e di repressione dei crimini,non i rappresentanti del clero che devono dedicarsi alle attività religiose e di carità cristiana!
  • - Scritto da: veritas
    > in un stato laico serio è la polizia che deve
    > occuparsi di indagini e di repressione dei
    > crimini,non i rappresentanti del clero che devono
    > dedicarsi alle attività religiose e di carità
    > cristiana!

    Hai ragione, dovremmo essere uno stato più laico per certi versi,
    tuttavia, per la cronica debolezza della classe politica (ricattabile praticamente da chiunque) anche la Chiesa può far efficacemente pressioni sulle varie questioni politiche e persino giudiziarie: vedi ad esempio il sequestro di Sonia Marra, a Perugia (lavorava e viveva al Centro Teologico di Montemorcino - PG): il Procuratore Nicola Miriano, per motivi che possiamo facilmente intuire, non ha potuto nemmeno disporre le consuete intercettazioni telefoniche sui sospettati.
  • - Scritto da: Diogene
    > Ah poi scopro che in sicilia vengono
    > generosamente elargiti 390mila euro a telefoni
    > vari quando la polizia è praticamente costretta
    > ad andare a piedi ed ulteriori tagli vengono
    > imposti...
    Aggiornati:
    http://www.regione.sicilia.it/bilancio/documenti/d...
    tabella H, pag 10:
    ASSOCIAZIONE TELEFONO ARCOBALENO 3.2.1.3.1 183711 311 280 252
    (le ultime 3 cifre sono le migliaia di euro stanziate per il 2008, 2009, 2010).
    http://fons.pa.cnr.it/gurs/Gazzette/g04-56/g04-56-...
    tabella H, pag 40 (9). cifre per gli anni 2005, 2006, 2007.

    Si consiglia un buon antiacido a tutti coloro che si fanno un mazzo così per pagare le tasse...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ed io pago...
    > - Scritto da: Diogene
    > > Ah poi scopro che in sicilia vengono
    > > generosamente elargiti 390mila euro a telefoni
    > > vari quando la polizia è praticamente costretta
    > > ad andare a piedi ed ulteriori tagli vengono
    > > imposti...
    > Aggiornati:
    > http://www.regione.sicilia.it/bilancio/documenti/d
    > tabella H, pag 10:
    > ASSOCIAZIONE TELEFONO ARCOBALENO 3.2.1.3.1 183711
    > 311 280
    > 252
    > (le ultime 3 cifre sono le migliaia di euro
    > stanziate per il 2008, 2009,
    > 2010).
    > http://fons.pa.cnr.it/gurs/Gazzette/g04-56/g04-56-
    > tabella H, pag 40 (9). cifre per gli anni 2005,
    > 2006,
    > 2007.
    >
    > Si consiglia un buon antiacido a tutti coloro che
    > si fanno un mazzo così per pagare le
    > tasse...


    Tutti quei soldi per cercare siti pornografici? Se vogliono lo faccio io a gratis. Dove posso rivolgermi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bublé
    > Tutti quei soldi per cercare siti pornografici?
    > Se vogliono lo faccio io a gratis. Dove posso
    > rivolgermi?

    Se riesci a trovare qualciasi cosa di penalmente rilevante
    puoi rivolgerti alla Polizia Postale della tua città (anche chiamando il 113, poi ti dirottano loro la telefonata all'ufficio appropriato): sono molto gentili e disponibili alle collaborazioni dei cittadini.
  • degno di un Diogene
    non+autenticato
  • - Scritto da: veritas
    > what a fear!!

    Mi ricordi "il Saitta"
  • gli orchi sono tra noi!!!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 novembre 2007 20.37
    -----------------------------------------------------------
  • Da quello che so, questa condanna potrebbe benissimo essere ribaltata in altri due gradi di giudizio, quindi facciamo attenzione. Ci vuole poco ad insinuare il sospetto e delle indagini condotte con approssimazione possono portare a degli errori.

    Non capisco poi questa sorta di razzismo alla rovescia, ci si straccia le vesti quando si toccano evidenti terroristi / guerriglieri che pianificano di uccidere decine di persone o black block / ultras che deastano citta', e poi si infierisce su una istituzione che, al 99.9% tanto bene ha portato alla nostra civilta'

    Mi piacerebbe poi sapere di piu' chi c'e' dietro a questo telefono arcobaleno. Sul loro sito gli indirizzi delle sedi distaccate sono "riservati", non spiegano chi li finanzia e come fanno a "monitorare" l'accesso ai siti pedofili.
    non+autenticato
  • - Scritto da: slayer

    > Non capisco poi questa sorta di razzismo alla
    > rovescia, ci si straccia le vesti quando si
    > toccano evidenti terroristi / guerriglieri che
    > pianificano di uccidere decine di persone o black
    > block / ultras che deastano citta', e poi si
    > infierisce su una istituzione che, al 99.9% tanto
    > bene ha portato alla nostra
    > civilta'

    ROTFL... e questa istituzione sarebbe la Chiesa? Rotola dal ridere

    E chi si straccia le vesti quando si toccano i terroristi, scusa? Qualcuno dice che fanno bene e che sono persone rispettabili?
    non+autenticato
  • - Scritto da: slayer
    > Da quello che so, questa condanna potrebbe
    > benissimo essere ribaltata in altri due gradi di
    > giudizio, quindi facciamo attenzione. Ci vuole
    > poco ad insinuare il sospetto e delle indagini
    > condotte con approssimazione possono portare a
    > degli
    > errori.
    >
    > Non capisco poi questa sorta di razzismo alla
    > rovescia, ...CUT...
    > Mi piacerebbe poi sapere di piu' chi c'e' dietro
    > a questo telefono arcobaleno.

    Slayer, si contenga,
    ma come si permette di gettare discredito sulla Magistratura italiana e sulle sentenze di 1° grado.
    Le indagini che portano ad una condanna penale non possono mai essere "approssimate". Anzi!
    E' alquanto avvilente vedere che quando si scopre un criminale certa gente preferisce criticare le forze dell'ordine che l'hanno indagato anzichè il criminale che quei reati (o se si preferisce "peccati") li ha perpetrati.
  • - Scritto da: Mariobusy
    > - Scritto da: slayer
    > > Da quello che so, questa condanna potrebbe
    > > benissimo essere ribaltata in altri due gradi di
    > > giudizio, quindi facciamo attenzione. Ci vuole
    > > poco ad insinuare il sospetto e delle indagini
    > > condotte con approssimazione possono portare a
    > > degli
    > > errori.
    > >
    > > Non capisco poi questa sorta di razzismo alla
    > > rovescia, ...CUT...
    > > Mi piacerebbe poi sapere di piu' chi c'e' dietro
    > > a questo telefono arcobaleno.
    >
    > Slayer, si contenga,
    > ma come si permette di gettare discredito sulla
    > Magistratura italiana e sulle sentenze di 1°
    > grado.
    > Le indagini che portano ad una condanna penale
    > non possono mai essere "approssimate".
    > Anzi!
    > E' alquanto avvilente vedere che quando si scopre
    > un criminale certa gente preferisce criticare le
    > forze dell'ordine che l'hanno indagato anzichè il
    > criminale che quei reati (o se si preferisce
    > "peccati") li ha
    > perpetrati.
    In Italia (paese dei moralisti di facciata, moralisti solo per le cose dettate dal più misero conformismo) come nella (invece realmente) bigottissima america c'è una nuova caccia alle streghe, nata con internet.

    Si arriva ormai a condannare per pedopornografia perfino il minore che diffonde filmati di sesso tra coetanei, pedopornografici sono chiamati i video dove non c'è traccia di sesso, né di nudo, video che i "bambini" si fanno da soli grazie ai cellulari E alla fine vengono condannati quelli che li scaricano e li "detengono": "I due maniaci sono stati identificati e denunciati. Dovranno rispondere di uno dei reati più abbietti: quello di detenzione di materiale pedopornografico"(sic).

    E guai a criticare l'operato di magistrati che fanno indagini a tappeto sequestrando tutto quello che trovano o associazioni che creano allarme sociale: altrimenti si diventa amici dei pedofili!
    Vigliaccheria sociale contemporanea.

    http://www.ilsecoloxix.it/la_spezia/view.php?DIR=/...
    http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=376...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Papau
    > - Scritto da: Mariobusy
    > > - Scritto da: slayer
    > > > Da quello che so, questa condanna potrebbe
    > > > benissimo essere ribaltata in altri due gradi
    > di
    > > > giudizio,

    > > Slayer, si contenga,
    > > ma come si permette di gettare discredito sulla
    > > Magistratura italiana e sulle sentenze di 1°
    > > grado.
    > > Le indagini che portano ad una condanna penale
    > > non possono mai essere "approssimate".
    > > Anzi!

    > E guai a criticare l'operato di magistrati che
    > fanno indagini a tappeto sequestrando tutto
    > quello che trovano o associazioni che creano
    > allarme sociale: altrimenti si diventa amici dei
    > pedofili!

    Qua non si tratta di criticare le indagini dei magistrati,
    ma le sentenze dei giudici.
    C'è una bella differenza tra indagine e sentenza post processo. O no?!

    Se il Giudice della sentenza di 1° grado ha sbagliato lascialo decidere alla Corte d'Appello competente,
    non ai soliti opinionisti tuttologi di dubbia affidabilità.

    Per quanto riguarda il caso di Marco Marchese poi ne vogliamo parlare?
  • - Scritto da: Papau
    > - Scritto da: Mariobusy
    > > - Scritto da: slayer
    > > > Da quello che so, questa condanna potrebbe
    > > > benissimo essere ribaltata in altri due gradi
    > di
    > > > giudizio, quindi facciamo attenzione. Ci vuole
    > > > poco ad insinuare il sospetto e delle indagini
    > > > condotte con approssimazione possono portare a
    > > > degli
    > > > errori.
    > > >
    > > > Non capisco poi questa sorta di razzismo alla
    > > > rovescia, ...CUT...
    > > > Mi piacerebbe poi sapere di piu' chi c'e'
    > dietro
    > > > a questo telefono arcobaleno.
    > >
    > > Slayer, si contenga,
    > > ma come si permette di gettare discredito sulla
    > > Magistratura italiana e sulle sentenze di 1°
    > > grado.
    > > Le indagini che portano ad una condanna penale
    > > non possono mai essere "approssimate".
    > > Anzi!
    > > E' alquanto avvilente vedere che quando si
    > scopre
    > > un criminale certa gente preferisce criticare le
    > > forze dell'ordine che l'hanno indagato anzichè
    > il
    > > criminale che quei reati (o se si preferisce
    > > "peccati") li ha
    > > perpetrati.
    > In Italia (paese dei moralisti di facciata,
    > moralisti solo per le cose dettate dal più misero
    > conformismo) come nella (invece realmente)
    > bigottissima america c'è una nuova caccia alle
    > streghe, nata con internet.
    >
    >
    > Si arriva ormai a condannare per pedopornografia
    > perfino il minore che diffonde filmati di sesso
    > tra coetanei, pedopornografici sono chiamati i
    > video dove non c'è traccia di sesso, né di nudo,
    > video che i "bambini" si fanno da soli grazie ai
    > cellulari E alla fine vengono condannati quelli
    > che li scaricano e li "detengono": "I due maniaci
    > sono stati identificati e denunciati. Dovranno
    > rispondere di uno dei reati più abbietti: quello
    > di detenzione di materiale
    > pedopornografico"(sic).
    >
    >
    > E guai a criticare l'operato di magistrati che
    > fanno indagini a tappeto sequestrando tutto
    > quello che trovano o associazioni che creano
    > allarme sociale: altrimenti si diventa amici dei
    > pedofili!
    >
    > Vigliaccheria sociale contemporanea.
    >
    > http://www.ilsecoloxix.it/la_spezia/view.php?DIR=/
    > http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=376
    a me il reato più abietto mi sembra quello dei terroristi o dei mafiosi che compiono orribili stragi di innocenti:altro che le immagini di due giovanotti che si fanno le pippe!
    in italia magistrati.legislatori e giornalisti non hanno nè il senso della giustizia ,nè quello del ridicolo!!
  • quindi poer questi giornalisti del cavolo chi prende un bazooka e ammazza cento persone ,chi sevizia e uccide decine di donne etc.compie dei reati meno gravi del detenere immagini porno di adolescenti che sele sono fatte spontaneamente!
    ma dove c..o ce l'hanno il cervello,nel buco dell'ozono?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 novembre 2007 21.21
    -----------------------------------------------------------
  • non sarebbe la prima volta che la magistratura spara stronzate. Se il prete è colpevole che venga giustamente punito ma trattiamolo aocme ogni altro uomo, visto che quando si trova un insegnante pedofilo non si dice che tutti gli insegnanti sono pedofili. Così come evitiamo di trattare la magistratura come paladini della gente, quando spesso seguono solo ideologie politiche e prvilegi e non esitano a pararsi il cuo tra loro.
    non+autenticato
  • Mi piacerebbe poi sapere di piu' chi c'e' dietro a questo telefono arcobaleno. Sul loro sito gli indirizzi delle sedi distaccate sono "riservati", non spiegano chi li finanzia e come fanno a "monitorare" l'accesso ai siti pedofili.

    Se leggi le notizie stampa vedi che sono nella maggior parte contro la Chiesa ed autoreferenzianti.

    Per il finanziamento fai una ricerca in google con "telefono arcobaleno euro" e trovi:

    http://www.ambientediritto.it/legislazione/Rifiuti...
    Articolo 13, n°3
    3. Alla Tabella H, allegata alla legge regionale 28 dicembre 2004, n. 17, è apportata la seguente modifica: UPB 3.2.1.3.1, capitolo 183711 "Associazione telefono arcobaleno ed Associazione telefono azzurro", di cui telefono arcobaleno: 195 migliaia di euro; telefono azzurro: 195 migliaia di euro.

    Ti serve altro per capire le ragioni di tanto "fervore".
    Le ONLUS ormai sono macchine per fare soldi facili, dispiace dirlo, ma è così.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sfiduciato
    > Mi piacerebbe poi sapere di piu' chi c'e' dietro
    > a questo telefono arcobaleno. Sul loro sito gli
    > indirizzi delle sedi distaccate sono "riservati",
    > non spiegano chi li finanzia e come fanno a
    > "monitorare" l'accesso ai siti
    > pedofili.
    >
    > Se leggi le notizie stampa vedi che sono nella
    > maggior parte contro la Chiesa ed
    > autoreferenzianti.
    >
    > Per il finanziamento fai una ricerca in google
    > con "telefono arcobaleno euro" e
    > trovi:
    >
    > http://www.ambientediritto.it/legislazione/Rifiuti
    > Articolo 13, n°3
    > 3. Alla Tabella H, allegata alla legge regionale
    > 28 dicembre 2004, n. 17, è apportata la seguente
    > modifica: UPB 3.2.1.3.1, capitolo 183711
    > "Associazione telefono arcobaleno ed Associazione
    > telefono azzurro", di cui telefono arcobaleno:
    > 195 migliaia di euro; telefono azzurro: 195
    > migliaia di
    > euro.
    >
    > Ti serve altro per capire le ragioni di tanto
    > "fervore".
    > Le ONLUS ormai sono macchine per fare soldi
    > facili, dispiace dirlo, ma è
    > così.
    ammazz che soldi,perchè non ce la apriamo anche noi una onlus per combattere lo smercio su internet di foto di feti,di ovuli e spermatozoi( a quanto pare sono molto sexy!!)
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)