Luca Annunziata

Qualcuno ha visto il mio portatile?

Oltremanica si pensa ad una legge per punire chi perde o distribuisce inavvertitamente dati sensibili. Come quelli che spariscono quando laptop e CD prendono il volo

Roma - Punire duramente chi smarrisce i dati personali degli utenti. Č quanto propone l'Information Commissioner's Office (ICO), l'equivalente britannico del garante per la privacy italiano, per fare fronte alla crescente ondata di scandali che sta spazzando via la privacy dei sudditi di Sua Maestà.

L'ultima cattiva notizia è stata la sparizione di un paio di CD contenenti i dati di milioni di famiglie britanniche, ma l'HMRC (Her Majesty's Revenue and Customs, vale a dire l'ufficio delle imposte) non è nuovo a questi exploit: ad ottobre si era fatto fregare un laptop, con dentro un bel po' di dati (criptati) sui contribuenti.

Ma non è solo, in questa (poco) meritoria classifica: università, professionisti, assicurazioni e persino gli agenti segreti si perdono pezzi (e informazioni) per strada in tutto il mondo.
L'ICO si lamenta di non avere abbastanza poteri per punire queste "disattenzioni": così, il suo megadirettore Richard Thomas e il suo vice David Smith sono andati alla Camera dei Lord ad esigere una nuova legge in materia. Basta con "inconsapevoli e incoscienti" perdite di dati. Basta con comportamenti ai limiti della "negligenza criminale". Per questi sbadati della privacy ci vogliono multe e, nei casi più gravi, la galera.

I Lord, probabilmente spiazzati da tanta decisione, hanno fatto notare che in certi casi è necessario portarsi dietro dati sensibili per ragioni di lavoro: come fanno i medici di famiglia, che magari lasciano un laptop incustodito nell'auto mentre fanno la spesa, e non lo trovano al loro ritorno. Ma Thomas, inflessibile, ha puntualizzato: "(i dottori, ndR) dovrebbero conoscere le basi della cifratura".

Insomma, guai a chi sottovaluta la questione privacy. Non che l'ICO voglia sbattere in galera tutti i medici con un portatile, ma nei casi più gravi l'organismo sente il bisogno di poter infliggere punizioni degne di tal nome, invece che pizzicotti sulle mani dei colpevoli.

Il premier Gordon Brown, ha fatto sapere che intende estendere i poteri dell'ICO per consentirgli ispezioni a sorpresa in tutti le istituzioni pubbliche. Thomas ha accolto con favore questa apertura, ma ha precisato: "Č importante che la legge venga cambiata (...) trasformare queste offese in reati servirebbe come forte deterrente per far capire che non si scherza con i dati dei cittadini".

Luca Annunziata
5 Commenti alla Notizia Qualcuno ha visto il mio portatile?
Ordina
  • Con tutto il rispetto, le regole, sia nella Direttiva Europea che in buona parte delle legislazioni nazionali sulla Privacy sta scritto che è OBBLIGATORIO adottare adeguate misure di protezione che garantiscano riservatezza, integrità e disponibilità dei dati proporzionali alla sensibilità del dato trattato.

    E allora sti "garanti", britannici e non, comincino a darci "garanzie" che è veramente così! Si prendono le pagine gialle, si punta il dito a caso e si va a vedere se la ditta o l'ufficio pubblico prescelto hanno predisposto adeguate misure PREVENTIVE per il trattamento dei dati personali.
    No? Multa e nell'agenda di tornare sei mesi dopo a vedere se han sistemato. No? multa^2 e si torna dopo sei mesi. A posto? No? multa^3. Altri sei mesi e niente? Multa^4.
    La prima volta erano 100 Euro. La seconda 10.000. La terza 1.000.000, la quarta 100.000.000, la quinta 10.000.000.000, dalla sesta in avanti abbiamo risolto il problema dei debiti pubblici nazionali.

    La galera serve solo a mandare dentro l'Amministratore Delegato sfigato di turno, il quale, per assumersi il rischio, o sarà più stupido o vorrà essere pagato di più.

    Se invece non trattare correttamente i dati costa di più che investire nelle misure per trattarli correttamente, diventa una banale scelta di investimento. E facendo multe che salgono quadraticamente, è come se la prima volta credo che tu abbia sbagliato in buona fede, la seconda che tu forse non hai capito bene quello che ti è stato detto la prima volta, la terza penso che tu sia in malafede, la quarta che sei in malafede ma hai trovato il modo di specularci sopra. La quinta che sei in malafede ma anche idiota e quindi è meglio toglierti dal mercato.
    non+autenticato
  • Riquoto!
    non+autenticato
  • Chi andrà in giro con un portatile dovrà ammanettarselo al polso e girare con una guardia del corpo?

    Un tempo venivano puniti i ladri dei computers, adesso la colpa è dei possessori dei computers. Rischieranno più anni di galera loro?

    E se i dati venissero dispersi a causa di falle di protezione del windows o antivirus o webserver di turno di chi sarebbe la colpa?


    Il mondo va avanti a soldi. Quasi quasi me ne vado a zappare la terra, sicuramente mi darebbe meno problemi.
    non+autenticato
  • Ti potresti dare la zappa nei piedi.
    Però non saresti tenuto a conoscere il termine cifratura...
    non+autenticato