Gaia Bottà

Squillano i cellulari dei clochard

Il telefonino è uno strumento sempre più indispensabile per i senzatetto: consente di trovare lavoro e di restare in contatto amici e parenti

Roma - Tasche vuote, ma non del cellulare. I clochard di Fort Worth, Texas, al telefonino non rinunciano, riportano i giornali locali. Serve a organizzarsi la vita, serve a rispondere a offerte di lavoro, a trovare un tetto che li accolga nelle giornate più fredde, a contattare amici e parenti.

Si è addirittura sviluppato un mercato fiorente di cellulari usati: un senzatetto locale ha intuito le esigenze degli altri homeless e fa la spola tra i mercatini dell'usato per acquistare vecchi telefoni da rivendere a prezzi contenuti.

Un trend in atto da tempo, rilevato anche dai centri di accoglienza della città texana: le prese della corrente sembrano non bastare più per garantire agli ospiti di caricare i propri telefonini. (G.B.)
1 Commenti alla Notizia Squillano i cellulari dei clochard
Ordina