I compilatori Intel spremono Leopard

Il chipmaker aggiorna la propria suite di compilatori, debugger e librerie per Mac OS X, ora ottimizzata per Leopard e i giovani processori con architettura Penryn

Santa Clara (USA) - Seguendo da vicino il rilascio della nuova major release di Mac OS X, che ha introdotto novità importanti anche a livello di kernel, Intel ha aggiornato la propria suite di tool di sviluppo per la piattaforma di Apple.

La nuova suite, che comprende le versioni 10.1 dei compilatori C++ e Fortran di Intel, è stata ottimizzata per Leopard e l'ambiente di sviluppo Xcode 3.0 di Apple; inoltre include ottimizzazioni specifiche per Penryn, l'architettura alla base dei nuovi processori a 45 nanometri di BigI.

Il toolkit di Intel comprende anche Threading Building Blocks, una libreria di template C++ per lo sviluppo di applicazioni multi-threaded; Integrated Performance Primitives, una API per l'ottimizzazione del codice indipendentemente dalla piattaforma su cui gira, sia essa desktop, server, portatile o palmare; e Math Kernel Library, una raccolta di routine matematiche multithreaded dedicate alle applicazioni scientifiche, ingegneristiche e finanziarie.
James Reinders, product evangelist di Intel, ha spiegato che i nuovi tool di sviluppo sono ora in grado di supportare appieno l'architettura a 64 bit di Leopard, le istruzioni estese SSE4 di Penryn e le architetture multicore in genere. Il manager ha poi spiegato che, come le controparti per Windows, anche i compilatori per Mac OS X sono in grado di ottimizzare automaticamente il codice per sfruttare a fondo il multithreading e le istruzioni vettoriali (SSE).

Stando ad alcuni benchmark interni di Intel, semplicemente ricompilandone il codice con i nuovi compilatori le applicazioni preesistenti dovrebbero beneficiare di circa il 10% in più di performance.

Reinders ha infine aggiunto che compilatori e librerie sono stati progettati per supportare lo sviluppo di applicazioni multipiattaforma: almeno in teoria, dunque, il porting di software tra Windows e Mac OS X dovrebbe essere più semplice e rapido, ma ciò dipende soprattutto dal livello d'integrazione di un'applicazione con la piattaforma nativa.

L'Intel C++ Compiler Professional Edition for Mac OS X, comprendente Threading Building Blocks, Math Kernel Library e Integrated Performance Primitives, viene venduto a 599 dollari. La Standard Edition, che comprende solo il compilatore, costa invece 449 dollari.

L'Intel Fortran Compiler Professional Edition, che include Math Kernel Library, ha un prezzo di 699 dollari, mentre la Standard Edition costa 549 dollari.
13 Commenti alla Notizia I compilatori Intel spremono Leopard
Ordina