Micron entra sul mercato dei dischi flash

Anche il famoso produttore americano di memorie fa il suo ingresso nel settore dei solid state disk: sta cucinando un'ampia gamma di drive di diverso formato e capacitÓ destinata a desktop, notebook e dispositivi mobili

San Francisco (USA) - Anche Micron, come già altri produttori di memorie flash, è pronta ad esplorare le nuove opportunità di business fornite dai dischi a stato solido (SSD). La prima linea di SSD marchiati Micron, battezzata RealSSD, include modelli da 1,8 e 2,5 pollici con capacità di 32 o 64 GB.

Dedicati sia ai notebook che ai computer desktop, i RealSSD adottano un'interfaccia SATA II nativa che, a differenza di altre soluzioni concorrenti, è gestita da un controller integrato nel device e ottimizzato per le gestione four-channel dei chip NAND.

RealSSD - Visuale esternaMicron afferma che i suoi dischi supportano le funzionalità avanzate della specifica SATA, tra le quali il native command queuing, che permette al drive di ottimizzare la coda di operazioni di lettura e scrittura, e l'hot plug, che consente di scollegare il drive a computer acceso.
Il produttore americano dichiara consumi di circa 2 watt in funzione, una valore inaspettatamente elevato per questa classe di prodotti: i più recenti SSD di Samsung e SanDisk, ad esempio, in stato operativo consumano circa mezzo watt. Difficile dire se questa grande discrepanza sia da imputarsi al controller SATA II integrato, ad una diversa metodologia di misurazione dei consumi o ad una circuiteria meno efficiente.

RealSSD - Visuale internaMicron è invece in linea con i propri rivali quando afferma che i suoi SSD forniscono, rispetto agli hard disk magnetici, un peso ridotto di circa la metà, tempi di avvio più rapidi, maggiore affidabilità, migliori performance e nessun rumore. Purtroppo il produttore non ha specificato le velocità di lettura e scrittura delle proprie memorie.

Della famiglia RealSSD faranno anche parte drive USB con capacità compresa fra 1 e 8 GB, utilizzabili per avviare un sistema operativo o per sfruttare i vantaggi della tecnologia ReadyBoost di Windows Vista, e moduli con formato personalizzabile, che i produttori di device potranno integrare su dispositivi di varia foggia e tipologia.

Micron ha già prodotto i primi campioni di Real SSD, e la produzione in volumi prenderà il via all'inizio del prossimo anno.
1 Commenti alla Notizia Micron entra sul mercato dei dischi flash
Ordina