Luca Annunziata

IFPI.com strappato alla Baia

L'organismo internazionale che si occupa di marchi dà ragione ai fonografici. Il dominio conteso dovrà passare di mano. Un verdetto annunciato?

Roma - IFPI.com spetta a IFPI. Niente più International Federation of Pirates Interests: WIPO, l'organizzazione che sovrintende alle questioni internazionali legate alla proprietà intellettuale, ha dato ragione ai fonografici e intimato a The Pirate Bay di mollare la presa sul dominio in questione.

IFPI, homepage de International Federation of Pirates InterestsUna decisione mal digerita da Peter Sunde, alias Brokep, admin della baia. "È una decisione spazzatura", scrive sul suo blog. Contestate, dalla prima all'ultima, le motivazioni della decisione WIPO: "È il nostro website, è tanto difficile da comprendere? C'è anche un link per evitare ogni confusione: come quando si va a vivere in un nuovo appartamento - se arriva posta per il vecchio inquilino ci si limita a dire non vive più qui".

La sentenza era stata emessa il 19 novembre, ma la comunicazione ai pirati della baia è arrivata solo lo scorso venerdì: troppo tardi per presentare un ricorso. Il dominio ora dovrà passare di nuovo ad IFPI: WIPO potrebbe anche costringere il registar a riassegnarlo in maniera coatta, senza il consenso di The Pirate Bay. (L.A.)
1 Commenti alla Notizia IFPI.com strappato alla Baia
Ordina