markvp

Vuoi laurearti? Fallo col cellulare

Parte il nuovo progetto dell'università cyber giapponese: consentirà di seguire un corso dal proprio telefonino. Perché andare in aula quando ci si può stupire davanti ad un micro-display?

Tokyo - I giapponesi, all'avanguardia nelle reti cellulari e relativi servizi, già da tempo usano il telefonino per fare acquisti, leggere libri, scambiarsi email, cercare ristoranti e guardare videoclip. Adesso con il cellulare ci si possono anche laureare.

Questa la novità presentata da Cyber University, un ardito ateneo giapponese d'avanguardia, anzi, di cyberavanguardia, come si evince dalla sua denominazione.

la vetrina dell'iniziativaLa singolare iniziativa, che sta passando in queste ore di sito in sito, è costruita sull'esperienza della preesistente e consolidata fornitura di lezioni su Personal Computer, offerta dal giovane istituto universitario. La trovata guarda dunque al piccolo schermo dell'onnipresente - e, ormai, intelligente - cellulare, sul quale iniettare la sapienza dei docenti e trasferirla ai mobilissimi discepoli 2.0 del terzo millennio.
Grazie alla collaborazione dell'operatore telefonico Softbank sono dunque partiti gli esperimenti, inizialmente fruibili solo sui cellulari aziendali dell'operatore. L'unico corso adattato al piccolissimo schermo è, al momento, "Misteri delle Piramidi". Ma, secondo Sakuji Yoshimura, gran capo dell'Ateneo e autore del corso, l'offerta dovrebbe presto ampliarsi. La... frequentazione è gratuita e l'unico costo da sostenere è l'impiego della connessione sul cellulare, che può protrarsi anche a lungo volendo rivedere i contenuti, trasmessi in streaming.

La Cyber University, precisa Inventorspot, è gestita dal Japan Cyber Educational Institute, una affiliata della stessa Softbank. Non offre alcun corso "fly-by-night" e ha alle spalle un catalogo di ben 100 corsi online, specificamente concepiti per studenti che "frequentano" tramite Personal Computer.

Alcuni hanno criticato la mancanza di interattività con gli insegnanti e con gli altri studenti che questo tipo di fruizione porta con sé, ma l'intraprendente Yoshimura è convinto che la dilagante moda del Web 2.0, del social networking e dei new media possano sopperire alle possibili perdite di qualità.

Marco Valerio Principato
10 Commenti alla Notizia Vuoi laurearti? Fallo col cellulare
Ordina
  • All'università l'interazione con i professori e' nulla, la stessa che ci puo' essere con un filmato.
    Affannarsi cercando di capire quello che ti e' sfuggito mentre cerchi di ricopiare dalla lavagna schemi disegnati in fretta e male non mi sembra un modo serio di acquisire conoscenza.
    Preferisco seguire un filmato almeno se non riesco a seguire posso fermare, mandare indietro e rivedermi le parti difficili.
    non+autenticato
  • Potevi cambiare universitá... nella mia avevamo uno strettissimo contatto con i professori. Quante volte mi é successo di iniziare discussioni su un problema in aula e continuarle alla macchinetta del caffé!

    Comunque quello che il telefonino toglie non é solo l'importantissima interazione con i professori, ma quella con gli altri studenti! All'universitá hai la possibilitá di creare contatti e amicizie che ti porterai dietro per tutta la vita lavorativa. E, in un'ottica piú immediata, ti confronti sullo stesso terreno con persone diverse: utile e stimolante.


    - Scritto da: Magari
    > All'università l'interazione con i professori e'
    > nulla, la stessa che ci puo' essere con un
    > filmato.
    > Affannarsi cercando di capire quello che ti e'
    > sfuggito mentre cerchi di ricopiare dalla lavagna
    > schemi disegnati in fretta e male non mi sembra
    > un modo serio di acquisire
    > conoscenza.
    > Preferisco seguire un filmato almeno se non
    > riesco a seguire posso fermare, mandare indietro
    > e rivedermi le parti
    > difficili.
  • Anche giovani inglesi da sgozzare


    - Scritto da: epikuros
    > Potevi cambiare universitá... nella mia avevamo
    > uno strettissimo contatto con i professori.
    > Quante volte mi é successo di iniziare
    > discussioni su un problema in aula e continuarle
    > alla macchinetta del caffé!
    >
    >
    > Comunque quello che il telefonino toglie non é
    > solo l'importantissima interazione con i
    > professori, ma quella con gli altri studenti!
    > All'universitá hai la possibilitá di creare
    > contatti e amicizie che ti porterai dietro per
    > tutta la vita lavorativa. E, in un'ottica piú
    > immediata, ti confronti sullo stesso terreno con
    > persone diverse: utile e
    > stimolante.
    >
    >
    > - Scritto da: Magari
    > > All'università l'interazione con i professori e'
    > > nulla, la stessa che ci puo' essere con un
    > > filmato.
    > > Affannarsi cercando di capire quello che ti e'
    > > sfuggito mentre cerchi di ricopiare dalla
    > lavagna
    > > schemi disegnati in fretta e male non mi sembra
    > > un modo serio di acquisire
    > > conoscenza.
    > > Preferisco seguire un filmato almeno se non
    > > riesco a seguire posso fermare, mandare indietro
    > > e rivedermi le parti
    > > difficili.
    non+autenticato
  • Sai che esiste in media un momento di "svago" tra una lezione ed un'altra, un 5/10 minuti che se ti presenti davanti alla cattedra, trovi ancora il prof che ti toglie il dubbio sul momento (ovviamente non dev'essere un dubbio lungo quanto la lezione...) ?
    Non è che questi riempiono in toto i 3600 secondi dell'ora ed allo scattare del 3601esimo fanno puff.
    non+autenticato
  • ...non c'è partecipazione, non c'è scambio di idee, non è possibile risolvere un dubbio sul momento insomma non c'è interazione.
    Andrà benissimo come riempitivo ma per tutto il resto vale quanto il vecchio corso per corrispondenza...
    non+autenticato
  • > ...non c'è partecipazione non c'è scambio di
    > idee

    Puoi laurearti anche senza interazione, ti basta studiare, non sei obbligato a fare una laurea con gli amici. E poi non mi dire che quando leggi un libro di studio, lo fai in gruppo. Di solito ti leggi il libro da solo, e poi ti confronti con altri se vuoi.
    Qui e' uguale, leggi il testo da solo e poi se ti vuoi confrontare cerchi altri che seguono i tuoi studi. Basta andare sul forum del corso, dove trovi chi vule scambiarsi le idee.

    > non è possibile risolvere un dubbio sul
    > momento insomma non c'è interazione.

    E' molto piu' interattivo di un libro. Se hai un dubbio, scrivi o telefoni all'autore. Forse ti sfugge che e' un corso online e non una stele di pietra incisa 3000 anni fa.

    > Andrà benissimo come riempitivo
    > ma per tutto il
    > resto vale quanto il vecchio corso per
    > corrispondenza...

    Che schifo eh, studiare le cose che ti arrivano per posta o quelle che ti arrivano via rete, rispetto al godimento assoluto di studiare quello che compri in libreria.
    non+autenticato
  • Ti sono mai capitati degli appunti non precisi o non sufficientemente approfondibili? Da come parli mi sa proprio di no. Riguardo al sms al prof, se pensi di riuscire a spiegare quello che non capisci in 150 caratteri (oltretutto i cellulari non prevedono la notazioni particolari come quella matematica) sei un'illusa
    non+autenticato
  • > non è possibile risolvere un dubbio sul momento

    All'università non sono mai riuscito a risolvere alcun dubbio sul momento, né chiedendo ai compagni né ai professori. Quando avevo un dubbio, mi toccava risolverlo da me pensandoci su una settimana.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gatto Selvaggio
    > > non è possibile risolvere un dubbio sul momento
    >
    > All'università non sono mai riuscito a risolvere
    > alcun dubbio sul momento, né chiedendo ai
    > compagni né ai professori. Quando avevo un
    > dubbio, mi toccava risolverlo da me pensandoci su
    > una
    > settimana.

    E così nel lavoro e così nella vita.
    non+autenticato