Gaia Bottà

Censura, YouTube ci ripensa

La piattaforma di video sharing ha riabilitato l'account del blogger egiziano che aveva denunciato gli abusi perpetrati dalle forze dell'ordine del suo paese

Roma - YouTube ha ripristinato l'account di Wael Abbas, il blogger egiziano autore di una delle più massicce campagne di denuncia della brutalità delle forze dell'ordine del suo paese.

Il suo account era stato sospeso a causa delle immagini violente contenute nei video postati: non si trattava però di violenza gratuita ma di un documento della ferocia con cui le forze dell'ordine egiziane infieriscono sui cittadini.

Mentre pare che Yahoo! abbia sospeso la sua casella di posta elettronica, YouTube è tornato sui suoi passi e ha riattivato l'account di Abbas. Nessuna traccia però delle testimonianze video postate in precedenza dal blogger. "Abbiamo esaminato il caso e abbiamo riattivato l'account del blogger egiziano Wael Abbas - ha spiegato un rappresentante di YouTube a FoxNews - naturalmente i video non verranno rimossi se Abbas deciderà di postarli di nuovo contestualizzandoli adeguatamente, così che gli utenti possano comprendere il suo importante messaggio."
2 Commenti alla Notizia Censura, YouTube ci ripensa
Ordina