Gaia Bottà

I trojan pechinesi assaltano l'Isola

Il capo dell'MI5 ha inviato una comunicazione confidenziale a trecento aziende inglesi: la minaccia cinese è alle porte. Obiettivo dei sinoguerrieri: i segreti delle società più quotate in UK

Londra - La Cina sta conducendo un attacco senza quartiere contro le organizzazioni e le aziende del Regno Unito. A lanciare l'allarme è stato Jonathan Evans (nella foto), capo dell'intelligence al servizio di Sua Maestà, che ha vergato e inviato 300 lettere estremamente confidenziali, indirizzate ai vertici di aziende, banche, studi legali britannici.

Il capo dell'intelligence UKLi ha allertati, scrive il Times, per il montante "attacco di spionaggio elettronico" sponsorizzato dalle "organizzazioni statali cinesi" interessate ad abbattere i sistemi di sicurezza delle aziende del Regno Unito che intrattengono relazioni commerciali con le imprese della Repubblica Popolare. L'intento dello spionaggio di stato cinese sarebbe quello di impossessarsi dei dati e delle informazioni relative alle transazioni commerciali e alle negoziazioni che le società britanniche intrattengono sul mercato cinese o in competizione con compagnie cinesi. Delle informazioni preziose per avvantaggiare partner commerciali e competitor che operano dalla Repubblica Popolare.

Le armi impugnate dai cracker cinesi, spiega Evans, sarebbero trojan in grado di monitorare e rispedire oltre la Grande Muraglia i dettagli delle informazioni che fluiscono sulle reti interne alle aziende. Nella lettera indirizzata alle imprese inglesi il capo del MI5 snocciola qualche consiglio per tentare di difendersi, spiegando come individuare eventuali tracce delle minacce che possono essersi infiltrate nei sistemi business.
Ma gli accorati avvertimenti del dirigente dei servizi segreti pare non siano serviti a proteggere Rolls Royce e Shell: è sempre il Times a rivelare che i sistemi delle due società sono stati bucati dai cracker militanti dell'Esercito Popolare di Liberazione cinese. Gli obiettivi delle offensive sarebbero sempre di natura economica.

Questa realtà sembra essere confermata dagli studi e dalle indagini che si sono moltiplicati negli ultimi mesi: McAfee, segnala ZDNet, ha appena rilasciato un report nel quale si descrive esplicitamente una "cyber guerra fredda" che aziende e governi stanno combattendo in rete con l'intento di avvantaggiarsi sullo scacchiere economico mondiale. Ma se la security company descrive l'atteggiamento cyber-guerresco come comune a tutte le potenze, è la Cina ad essere protagonista delle cronache recenti per i suoi tentativi di espugnare i sistemi di ditte e istituzioni occidentali.

Se ne era discusso in Italia e in Germania e gli Stati Uniti hanno a più riprese allertato istituzioni e cittadini riguardo alla cyberwar in corso scatenata dalla Cina. Denunce internazionali a cui i rappresentanti della Repubblica Popolare hanno ribattuto negando ogni coinvolgimento e anzi rispedendo le accuse al mittente. Anche nel caso dell'ardita denuncia lanciata dal capo dell'intelligence UK la smentita della Cina è giunta tempestiva.

Gaia Bottà
14 Commenti alla Notizia I trojan pechinesi assaltano l'Isola
Ordina
  • Computer virtuali facilmente bucabili contenenti informazioni false, impossibile per il trojan distinguere quelli contenenti informazioni attendibili da quelli con informazioni contraffatte.
    non+autenticato
  • Brutto non essere gli unici a spiare il resto del mondo...
    non+autenticato
  • facciamoci del male dai! continuiamo a parlare male della cina, quello si che ci aiuta. come se gli altri stati non facessero gia da anni le stesse cose.
    non+autenticato
  • Sisi.. come no.. propaganda....
    La cina è la potenza mondiale che al momento rispetta meno regole in assoluto.
    Ogni stato porta l'acqua al proprio mulino e questo è alquanto scontato.
    Ma la Cina è un pericolo visto che non deve veramente dar conto a nessuno. E' nella posizione e lo sarà ancora per anni di poter calpestare qualunque forma di diritto umano, fair play, e codici scritti e non scritti come nessun altra nazione occidentale.
    Altrimenti il boom economico se lo scorderebbero.
    Del resto si basa su forme edulcorate di schiavitù.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco
    > Sisi.. come no.. propaganda....
    > La cina è la potenza mondiale che al momento
    > rispetta meno regole in
    > assoluto.

    quali regole ? chi le ha fissate ? nell'interesse di chi ?

    > Ogni stato porta l'acqua al proprio mulino e
    > questo è alquanto
    > scontato.
    > Ma la Cina è un pericolo visto che non deve
    > veramente dar conto a nessuno.

    primo non è la sola, ce ne sono almeno altre 2 e secondo me il vero pericolo arriverebbe se ce ne fosse una sola, secondo a chi dovrebbe dar conto ? a te ? al papa ? al tribunale internazionale dell'aia ? sai che quest'ultimo è stato sconfessato anche da occidentalissime nazioni

    > E' nella posizione
    > e lo sarà ancora per anni di poter calpestare
    > qualunque forma di diritto umano, fair play, e
    > codici scritti e non scritti come nessun altra
    > nazione occidentale.

    quante nazioni hanno bombardato con pretesti senza pagare dazio ?
    quante risoluzioni dell'onu hanno ignorato?
    quante basi militari impongono alle altre popolazioni ?
    quanti colpi di stato hanno finanziato ?
    quanti centri di tortura all'estero hanno istituito ? e quanti cittadini stranieri hanno rapito nei rispettivi paesi ?
    quanti riconoscimenti di annessione si sono poi rimangiati di fatto finanziando i secessionismi ?
    che differnza c'è tra lo stipendio di un forzato di un laogai e quello di un forzato oltreoceano (un piccolo indizio: secondo moore il secondo prende assai meno di un peone messicano)

    che differenza c'é dirti "o lavori 12 ore tutti i gg e la domenica mattina o sei licenziato" oppure farti toccare con mano che "o fai 2 lavori o muori di fame" quando il potere d'acquisto e gli orari sono paragonabili ?

    > Altrimenti il boom economico se lo scorderebbero.

    infatti nell'Italia del boom economico, negli anni 60 vedevo molti concittadini in catene...

    > Del resto si basa su forme edulcorate di
    > schiavitù.

    ah sì ? e chi te lo ha detto, calderoli ?

    e se così fosse, non hai pensato che sono schiavi che i nostri imprenditori fanno lavorare per loro arricchendosi e impoverendo noi ?

    ma internet ce l'hai solo per postare ? usala un po' anche per informarti, possibilmente spaziando su altri siti oltre tgcom
    non+autenticato
  • Eheh.. non avevo letto questo tuo fervido melange trito e ritrito e plurinfarcito di antiamericanismo viscerale...
    Sei l'ennesimo che se non legge accuse evidenti contro gli Usa interpreta quanto scritto come una loro apologia.
    Beh il primo errore è che questa apologia non c'è.
    Secondo... ciò cui mi riferivo era + che altro la loro "politica" del lavoro... non discuto sulle tue farneticazioni in cui invischi il papa addirittura perchè non c'entra niente in questo discorso.
    L'ennesimo anti tutto che non avendo altri argomenti se non i suddetti e autoproclamandosi detentore di ogni assoluta verità necessita di muovere attacchi personali.
    L'ennesimo idiota insomma.
    non+autenticato
  • Addenda... ihih
    me lo avrebbe detto calderoli...
    Io sono siclianoSorride
    non+autenticato
  • Informatica o convenzionale, sempre guerra è, la Cina è imperialista ed aggressiva, non potendo attaccare l'occidente con armi convenzionali, ci attacca con la guerra informatica, l'esercito cinesa sta investendo parecchio per primeggiare in questo tipo di guerra, quando avranno la supremazia noi saremo alla loro mercè e diverremo i loro sudditi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sun Zu
    > Informatica o convenzionale, sempre guerra è, la
    > Cina è imperialista ed aggressiva,

    vero, mica esportatrice di democrazia ed elargitrice di subprime-immondizia agli alleati

    > non potendo
    > attaccare l'occidente con armi convenzionali,

    perché sulla volontà di farlo non ci sono dubbi, vero ?

    > ci attacca con la guerra informatica,

    e se lo dice l' MI5 è vero per forza

    >l'esercito
    > cinesa sta investendo parecchio per primeggiare
    > in questo tipo di guerra, quando avranno la
    > supremazia noi saremo alla loro mercè e diverremo
    > i loro sudditi.

    per ora non sono loro ad aver trascinato il mio paese in conflitti pretestuosi e per profitto altrui, non sono le loro corporation ad aver acquisito le ditte del mio paese per assorbirne il mercato e chiuderle, non sono loro che compiono reati e non vengono processati, e se producono a meno di noi sono i nostri imprenditori che danno loro le commesse, e se colonizzano comercialmente alcuni paesi distanti in via di sviluppo per ora lo fanno con i soldi e non con le bombe, quando anche i cinesi faranno come le altre potenze coloniali mi staranno sulle scatole anche loro
    non+autenticato
  • SE e ripeto SE è vero, fanno quello che altri stati usando echelon ma non solo, hanno fatto a noi europei (vedere l'appalto brasiliano sfumato di una nota casa francese produttrice di aerei in favore di una altrettanto nota concorrente d'oltreoceano, le mazzette a un nostro ex presidente della repubblica e qualche ministro per forniture aeree, l'attuale deliberato acquisto di mezzi da guerra costosissimi ecc.)

    Ma ancora una volta tra le righe, qualche verità si coglie anche in certi articoli:

    "A lanciare l'allarme è stato Jonathan Evans , capo dell'intelligence al servizio di Sua Maestà"

    Fonte obiettiva dunque. E già che scrive, chiediamogli qualcosa dei militari beccati in iraq con l'esplosivo in piazza e vestiti da arabi, arrestati dalle milizie locali con sacrosante accuse di attentato e liberati con le armi dai loro compagni, forse ce li hanno messi i cinesi anche quelli...

    "che ha vergato e inviato 300 lettere estremamente confidenziali, indirizzate ai vertici di aziende, banche, studi legali britannici."

    Naturalmente non abbastanza confidenziali da sfuggire alla stampa, ma nessuno tira fuori i tag fud e propaganda...

    "ZDNet, ha appena rilasciato un report nel quale si descrive esplicitamente una "cyber guerra fredda" che aziende e governi stanno combattendo"

    Appunto aziendE e governI (e meno male che ce lo dice zdnet, se no chi lo avrebbe immaginato?),inoltre non si accenna mai alla possibilità che l'ip di provenienza indichi solo una maggiore viulnerabilità degli utenti del paese che ne è titolare alle botnet e che fino a poco più di un anno fa il maggior numero di attacchi veniva proprio dall' UK , ecco il link:
    http://www.theregister.co.uk/2007/03/19/symantec_t.../

    "Ma è la Cina ad essere protagonista delle cronache recenti per i suoi tentativi di espugnare i sistemi di ditte e istituzioni occidentali."

    Certo, soprattutto finché comunicati come questo vengono trasformati in articoli semplicemente traducendoli (mentre i comunicati dei governi canaglia, qualunque siano vengono sempre introdotti con "naturalmente il governo smentisce ma...") è facile essere protagonisti, basta che altre 30 personalità rilascino le stesse dichiarazioni e il protagonismo è assicurato e nella testa della gente che vive nel paese dei balocchi resta "cina = pirati", nella testa di chi ragiona invece resta "informazione = fango" ... e tanta tristezza!
    non+autenticato
  • secondo te non sarebbero capaci di fare quello che sembra (e dico sembra) stiano facendo? Intendo dire, ti stupiresti se scoprissi che tutto quello che il sig. Evans dice fosse vero? Io no, in quanto chiunque con un minimo di obbiettività si accorgerebbe che i cinesi non hanno tanti scrupoli a prendere, copiare e riprodurre progetti e idee non loro. E' palese e davanti agli occhi di tutti, questi cinesi non sono capaci di pensare con la loro testa, di sviluppare tecnologia originale. E per questo colmano le lacune carpendo i progetti da noi occidentali.
    E comunque neppure noi occidentali siamo dei santarellini, è palese pure questo, pure noi arraffiamo quando possiamo, pero' forse non a quei livelli, con il beneplacito dello Stato..
    Comunque non tirerei fuori la guerra in iraq per attaccare a tutti i costi la GB..qui non c'entra niente...
    non+autenticato
  • il problema è che lo fa anche l'Occidente...

    è la disonestà dimostrata ancora una volta dall'asse USA-UK in mano ai Neocon che stupisce

    a mio avviso la verità è quella detta da McAfee
    non+autenticato
  • - Scritto da: test
    > secondo te non sarebbero capaci di fare quello
    > che sembra (e dico sembra) stiano facendo?
    > Intendo dire, ti stupiresti se scoprissi che
    > tutto quello che il sig. Evans dice fosse vero?

    no mi stupisco ancora del bue che dice cornuto all'asino

    > Io no, in quanto chiunque con un minimo di
    > obbiettività si accorgerebbe che i cinesi non
    > hanno tanti scrupoli a prendere, copiare e
    > riprodurre progetti e idee non loro. E' palese e
    > davanti agli occhi di tutti, questi cinesi non
    > sono capaci di pensare con la loro testa, di
    > sviluppare tecnologia originale. E per questo
    > colmano le lacune carpendo i progetti da noi
    > occidentali.

    ora il razzismo si chiama obiettività ?
    prima di tutto le "idee dell'occidente" vengono da ricercatori reclutati in gran parte dai paesi emergenti e parecchi purtroppo anche dal nostro!
    in secondo luogo sul furto di idee basta pensare alla registrazione del dna e dell'uso di biotipi per non parlare del telefono e meucci e degli altri casi analoghi...


    > E comunque neppure noi occidentali siamo dei
    > santarellini, è palese pure questo, pure noi
    > arraffiamo quando possiamo, pero' forse non a
    > quei livelli, con il beneplacito dello
    > Stato..

    ne ho dato vari esempi di scorrettezze commerciali fatte con il beneplacito degli stati occidentali, leggi prima di postare ?

    > Comunque non tirerei fuori la guerra in iraq per
    > attaccare a tutti i costi la GB..qui non c'entra
    > niente...

    ah non c'entra niente citare precedenti esempi di agit-prop compiuti da chi denuncia scorrettezze di una controparte commerciale ?
    non+autenticato
  • Hai ragione tutta colpa degli americani. Guai a parlar male dell'impero rosso. Mao ci guida.
    Firmato,
    i compagni cinesi, che quando avranno il potere daranno una poltrona agli sherpa locali come te
    non+autenticato