Pace fatta sugli schermi al plasma

Samsung e Matsushita hanno firmato un accordo per risolvere la disputa legale che le vedeva opposte negli USA. Si accusavano reciprocamente di violare dei brevetti

Roma - I due più importanti produttori mondiali di display al plasma, la sudcoreana Samsung e la giapponese Matsushita, hanno deciso di appianare le rivalità e di risolvere il contenzioso che intrattenevano negli USA per questioni brevettuali.

Nel 2005, in diversi tribunali statunitensi, le aziende si erano reciprocamente accusate di violare dei brevetti sui televisori al plasma. Già lo scorso novembre si era intravista una schiarita: Samsung e Matsushita avevano firmato un memorandum che preannunciava la pacificazione.

L'accordo siglato dalle due aziende è ora ufficiale, ma i dettagli sono coperti dal più stretto riserbo.