Alfonso Maruccia

P2P, Washington prepara il regalino di Natale

Una nuova proposta di legge bipartisan si appresta a rendere ancora più ficcante il contrasto delle infrazioni al diritto d'autore. Parole chiave: pene più pesanti, mano più libera per i cybercops e via di questo passo

Washington - Agenzie specializzate, pene più severe e ancora soldi, tanti soldi. Manca solo la licenza di uccidere ma per il resto c'è davvero tutto nelle 69 pagine del piano Prioritizing Resources and Organization for Intellectual Property Act (o PRO IP Act), proposta di modifica all'attuale normativa americana sul copyright presentata questo mercoledì nella Camera dei Rappresentanti da esponenti Democratici e Repubblicani assieme. Una vera e propria convergenza tra gli estremi della politica USA, che ritrovano l'accordo quando si tratta di rendere ancora più potente la già potentissima lobby dell'industria dei contenuti.

Prendendo ispirazione dalla recente decisione sulla legittimità della megamulta di 222mila dollari per i 24 brani condivisi da Jammie Thomas, i Reps hanno deciso che la guerra attualmente in atto tra produttori di contenuti e resto del mondo dev'essere condotta a tutto vantaggio dei primi. In tale ottica, il PRO IP Act contiene tutta una serie di misure tese a facilitare il contrasto legale alla pirateria della proprietà intellettuale.

Tra le misure più significative previste dalla legge si contano: multe ancora superiori a quelle fin qui comminate, la cancellazione della condizione per cui chi, di propria volontà, infrange il copyright distribuendo materiale del valore di oltre 1.000 dollari, viene considerato un criminale vero e proprio solo dopo aver distribuito 10 lavori protetti in 180 giorni, e inoltre una possibilità ancora più estesa di sequestrare e mettere all'asta qualunque componente hardware sia stato usato per "facilitare" un crimine contro la proprietà intellettuale online.
Ma la vera ciliegina sulla torta della proposta è l'istituzione del White House Intellectual Property Enforcement Representative, o WHIPER, ennesimo organo della già tentacolare burocrazia del governo federale che sarà alle dirette dipendenze del presidente degli Stati Uniti. Il WHIPER avrà il compito di creare un "piano strategico" grazie al quale identificare gli utenti coinvolti nel traffico di materiale piratato, istituire rapporti per il Congresso e le ambasciate di tutto il mondo e consigliare sulla questione copyright il capo di stato.

Il direttore del WHIPER, scrive Declan McCullagh, si troverà nella condizione privilegiata di gestire un potere enorme, potendo condizionare in maniera diretta il presidente ed esprimendo in prima persona opinioni di peso sugli argomenti inerenti al lavoro dell'apparato. Non bastasse, il fortunato avrà lo stesso stipendio da nababbo già garantito al Procuratore Generale e al Segretario della Difesa, circa 190mila dollari (stime 2007).

Interessato dalla riforma anche il Dipartimento di Giustizia, che vedrà nascere al proprio interno una sezione tutta nuova per la persecuzione dei crimini sulla proprietà intellettuale chiamata "Intellectual Property Enforcement Division", a cui saranno garantiti fondi minimi annuali per non meno di 25 milioni di dollari.

Gli esponenti dell'industria dei contenuti si dicono ovviamente entusiasti: "Credo che la comunità di business americana possa parlare con una sola voce oggi, in supporto a questi sforzi legislativi per proteggere la proprietà intellettuale", ha dichiarato il sempre diplomatico grand commis di MPAA Dan Glickman. Il manager si dice deliziato di questo "sforzo concreto" del Congresso nel contrastare un problema in crescita costante, e dà la totale disponibilità della sua organizzazione a fare da consigliera per i deputati impegnati sulla questione.

Alfonso Maruccia
18 Commenti alla Notizia P2P, Washington prepara il regalino di Natale
Ordina
  • certo, hai ragione. invece qui in italia
    le opere, film e musica, sono migliori!!
    non+autenticato
  • Se i soldi spesi nella creazione di questi atti arbitrari tesi a salvaguardare e consolidare una lobby che già di soldi ne fa tanti, andassero a coprire i tanto lamentati 'mancati guadagni causati dalla pirateria' probabilmente alla fine dei conti ci gadagnerebbero.....
    senza togliere nulla al fatto che ultimamente (almeno per quanto riguarda i film) le produzioni americane sono delle gran torte di vacca che non valgono nulla....i soldi per il biglietto del cinema sono i veri soldi buttati....
    non+autenticato
  • Quoto quanto scritto da Marco,

    Film e musica prodotti (si perche' di prodotti si tratta, non di arte a questo punto) in questi ultimi anni, sono talmente di bassa qualita', che non vale neanche la pena di rubarli.
    non+autenticato
  • c'è un bel film, si trova su googlevideo e youtube, ma anche sulle reti p2p.
    si chiama "America: From Freedom To Fascism"

    www.freedomtofascism.com
    http://video.google.it/videosearch?q=from+freedom+...
    non+autenticato
  • Ogni giorno ce n'è sempre una nuova dalla nostra cara e amata terra d'oltreoceano!
    Alla fine commentiamo sempre con le stesse frasi:"ah ma quanto sono ingiusti","ah ma quanto ne approfittano","vogliono uccidere la libertà" e via dicendo.
    Diventa anche difficile trovare qualche spunto originale per poterli insultare come si deve ecchecavolo!!

    Io onestamente sono fiducioso,per ora stanno ancora limitandosi a creare leggi per poter stringere il cappio attorno alla rete,ma non hanno idea di come la tecnologia abbia gia superato la politica(oramai son 3 giorni di fila che sto continuando a ripeterlo ghgh) e del fatto che l'unico modo di fermare è spegnere tutto il circo!
    Il futuro sono le darknet stile ANONET!pura libertà nel bene e nel male!e a quel punto si che saremo tutti veramente dei pirati!
    non+autenticato
  • - Scritto da: franco
    > Ogni giorno ce n'è sempre una nuova dalla nostra
    > cara e amata terra
    > d'oltreoceano!
    > Alla fine commentiamo sempre con le stesse
    > frasi:"ah ma quanto sono ingiusti","ah ma quanto
    > ne approfittano","vogliono uccidere la libertà" e
    > via
    > dicendo.
    > Diventa anche difficile trovare qualche spunto
    > originale per poterli insultare come si deve
    > ecchecavolo!!
    >
    > Io onestamente sono fiducioso,per ora stanno
    > ancora limitandosi a creare leggi per poter
    > stringere il cappio attorno alla rete,ma non
    > hanno idea di come la tecnologia abbia gia
    > superato la politica(oramai son 3 giorni di fila
    > che sto continuando a ripeterlo ghgh) e del fatto
    > che l'unico modo di fermare è spegnere tutto il
    > circo!
    > Il futuro sono le darknet stile ANONET!pura
    > libertà nel bene e nel male!e a quel punto si che
    > saremo tutti veramente dei
    > pirati!

    Ti quoto completamente.

    Credo che l'America, anzi gli USA, che una volta ritenevo essere un grande paese, siano nel pieno di una crisi involutiva che, nella loro presunzione di essere sempre all'apice del mondo, li porterà ad un declino inesorabile senza che neppure se ne rendano conto.
    Speriamo solo che non vengano soppiantati da chi è al momento ancora peggio di loro, se possibile!
  • E quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare.
    non+autenticato
  • Facile fare lo spaccone su internet...

    Scommettiamo che quando verranno a prenderti dovrai trovarti di corsa un paio di mutande pulite?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: rockroll
    > - Scritto da: franco
    > > Ogni giorno ce n'è sempre una nuova dalla nostra
    > > cara e amata terra
    > > d'oltreoceano!
    > > Alla fine commentiamo sempre con le stesse
    > > frasi:"ah ma quanto sono ingiusti","ah ma quanto
    > > ne approfittano","vogliono uccidere la libertà"
    > e
    > > via
    > > dicendo.
    > > Diventa anche difficile trovare qualche spunto
    > > originale per poterli insultare come si deve
    > > ecchecavolo!!
    > >
    > > Io onestamente sono fiducioso,per ora stanno
    > > ancora limitandosi a creare leggi per poter
    > > stringere il cappio attorno alla rete,ma non
    > > hanno idea di come la tecnologia abbia gia
    > > superato la politica(oramai son 3 giorni di fila
    > > che sto continuando a ripeterlo ghgh) e del
    > fatto
    > > che l'unico modo di fermare è spegnere tutto il
    > > circo!
    > > Il futuro sono le darknet stile ANONET!pura
    > > libertà nel bene e nel male!e a quel punto si
    > che
    > > saremo tutti veramente dei
    > > pirati!
    >
    > Ti quoto completamente.
    >
    > Credo che l'America, anzi gli USA, che una volta
    > ritenevo essere un grande paese
    , siano nel pieno
    > di una crisi involutiva che, nella loro
    > presunzione di essere sempre all'apice del mondo,
    > li porterà ad un declino inesorabile senza che
    > neppure se ne rendano conto.
    >
    > Speriamo solo che non vengano soppiantati da chi
    > è al momento ancora peggio di loro, se
    > possibile!

    Meglio tardi che mai Rock, io non l'ho mai creduto (bastava guardare la sua storia.....)
  • - Scritto da: Reolix

    > Meglio tardi che mai Rock, io non l'ho mai
    > creduto (bastava guardare la sua
    > storia.....)

    Certo la nostra è migliore, tutti a gridare "DUCE, DUCE!" per poi diventare antifascisti al momento giusto.

    Però, ca##o, che bello essere Europei. Gliel'abbiamo fatta vedere a quegli africani di m, vero? Li abbiamo gasati per bene, impiccati, sterminati a centinaia di migliaia.

    Siamo forti, siamo belli, siamo intelligenti. Per forza, siamo la Razza Padrona.
    non+autenticato
  • Abbiamo anche inventato Internet!
    non+autenticato
  • Stanno ancora combattendo con una causa persa.
    Se avessero voluto combattere e fermare la pirateria avrebbero dovuto agire 10/15 anni fa. Adesso è troppo tardi.
    Sono sforzi disperati ed è meglio che lo capiscano e inizino a pensare a lavorare assieme alle nuove tecnologie piuttosto che contro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Kesty
    > Stanno ancora combattendo con una causa persa.
    > Se avessero voluto combattere e fermare la
    > pirateria avrebbero dovuto agire 10/15 anni fa.
    > Adesso è troppo tardi.
    >
    > Sono sforzi disperati ed è meglio che lo
    > capiscano e inizino a pensare a lavorare assieme
    > alle nuove tecnologie piuttosto che
    > contro.

    Mi piacerebbe tanto che tu avessi ragione, ma temo che l'approccio "ammazzane uno per 'educarne' cento" funzioni. Io non so cosa farei se mi dessero una multa da 220mila euro. Mi piacerebbe poter dire che prenderei un mitra e stenderei quanti più dipendenti SIAE fosse possibile prima di essere abbattuto, ma so che in realtà non andrebbe affatto così.
    Trovo schifosa la sproporzione epocale tra "reato" e pena, nonché la collusione della politica con le grandi forze economiche. Mi incavolo ogni volta che vado al cinema pagando fior di $$$ e mi devo sorbire lo spot antipirateria. Ho disdetto il mio preordine di Bioshock quando ho appreso dell'attivazione super intrusiva di quel gioco. Se una volta mi compravo qualche CD ogni tanto, adesso mi impongo di non farlo per non foraggiare questi paladini del 1984 orwelliano. Men che meno compro brani musicali che perderei nel momento in cui il mio lettore tirasse le cuoia.
    Eppure le cose vanno sempre peggio, e la mia impressione è che le major stiano vincendo su tutta la linea. Queste notizie sembrano confermarlo, e proprio non me la sento di deridere questi provvedimenti assurdi, visto che sembrano guadagnare sempre più terreno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Izio
    > - Scritto da: Kesty
    > > Stanno ancora combattendo con una causa persa.
    > > Se avessero voluto combattere e fermare la
    > > pirateria avrebbero dovuto agire 10/15 anni fa.
    > > Adesso è troppo tardi.
    > >
    > > Sono sforzi disperati ed è meglio che lo
    > > capiscano e inizino a pensare a lavorare assieme
    > > alle nuove tecnologie piuttosto che
    > > contro.
    >
    > Mi piacerebbe tanto che tu avessi ragione, ma
    > temo che l'approccio "ammazzane uno per
    > 'educarne' cento" funzioni. Io non so cosa farei
    > se mi dessero una multa da 220mila euro. Mi
    > piacerebbe poter dire che prenderei un mitra e
    > stenderei quanti più dipendenti SIAE fosse
    > possibile prima di essere abbattuto, ma so che in
    > realtà non andrebbe affatto
    > così.
    > Trovo schifosa la sproporzione epocale tra
    > "reato" e pena, nonché la collusione della
    > politica con le grandi forze economiche. Mi
    > incavolo ogni volta che vado al cinema pagando
    > fior di $$$ e mi devo sorbire lo spot
    > antipirateria. Ho disdetto il mio preordine di
    > Bioshock quando ho appreso dell'attivazione super
    > intrusiva di quel gioco. Se una volta mi compravo
    > qualche CD ogni tanto, adesso mi impongo di non
    > farlo per non foraggiare questi paladini del 1984
    > orwelliano. Men che meno compro brani musicali
    > che perderei nel momento in cui il mio lettore
    > tirasse le
    > cuoia.
    > Eppure le cose vanno sempre peggio, e la mia
    > impressione è che le major stiano vincendo su
    > tutta la linea. Queste notizie sembrano
    > confermarlo, e proprio non me la sento di
    > deridere questi provvedimenti assurdi, visto che
    > sembrano guadagnare sempre più
    > terreno.


    la penso esattamente come te

    però sono fiducioso che prima o poi scoppierà una guerra o cmq dei casini a livello mondiale sia perchè non c'è più libertà, sia perchè la gente si sta impoverendo anche neipaesi ricchi.
    Spero solo di eserci quel giorno e di poter reperire un fucile da cecchino e un bel po' di proiettili..
    per il resto sarò contento di essere morto per una buona causa e da buon giocatore cecchino essermi divertito un po'
    non+autenticato
  • - Scritto da: zcscaas

    > però sono fiducioso che prima o poi scoppierà una
    > guerra o cmq dei casini a livello mondiale sia
    > perchè non c'è più libertà, sia perchè la gente
    > si sta impoverendo anche neipaesi
    > ricchi.

    Eh, no. Magari. La gente non fa la guerra perchè "non c'è più libertà", magari la fa se non c'è più nulla da mangiare.
    La povertà? Ma la povertà è un'ARMA, un'arma nelle mani dei potenti. Siamo perennemente ossessionati da bollette, tasse, mutui, conti, tutti strumenti di pressione per tenerci al nostro posto. La paura di finire di punto in bianco per strada è onnipresente e ci tiene in riga.

    > Spero solo di eserci quel giorno e di poter
    > reperire un fucile da cecchino e un bel po' di
    > proiettili..

    Al massimo potrai fare una strage di innocenti. I responsabili sono troppo ben protetti.

    > per il resto sarò contento di essere morto per
    > una buona causa e da buon giocatore cecchino
    > essermi divertito un
    > po'

    No, sarai morto e basta. Non crederai che ci sia un dopo, vero? Esiste solo il mondo materiale. I potenti l'hanno capito, e l'hanno dominato completamente. Ecco perchè hanno potere di vita e di morte su di noi.
    non+autenticato