Anche in Italia la netsurveillance

L'idea è di consentire alle aziende di individuare rapidamente critiche e commenti a loro rivolti che appaiono sulla rete. Una sorveglianza continua per difendere l'immagine online

Web (internet) - La rete scatena con la sua libertà di comunicazione i timori meno palesi dei boss delle aziende medie e grandi, timori dovuti alla libera circolazione delle idee e quindi anche delle critiche. Non solo, la rete consente ai "nemici" di pubblicare e far sapere cose che molte imprese vorrebbero tenere per sé. Secondo uno studio di consulenza milanese questo è sufficiente per creare un servizio di monitoraggio continuo su quello che "si dice" e "si pensa" sulla rete su determinati temi, nomi, imprese ecc.

Ecco il comunicato di presentazione del servizio Netalerta:
"Da oggi un servizio di sorveglianza di cosa si dice su Internet per mettere al riparo le aziende da pirateria, boicottaggi, dicerie e disinformazione. Il solo servizio in Europa specializzato nella tutela della reputazione aziendale nel cyberspazio.
Luigi Norsa & Associati e Netalerta presentano un servizio di controllo e sorveglianza del Web, dei newsgroup e dei forum di discussione. Il servizio - basato su una sofisticata tecnologia informatica, che consente di verificare in tempo reale quanto riportato nello sconfinato ambiente della Rete (oltre 800 milioni di pagine web e 50000 gruppi di discussione), combinata con l'esperienza nella gestione di situazioni critiche o di conflitto - permette agli utenti di avere sul proprio PC un rapporto quotidiano delle notizie e delle pagine web con caratteristiche critiche per la reputazione dell'azienda o su un argomento controverso.

"In qualsiasi momento collegandosi ad un proprio sito riservato sarà possibile visualizzare pagine e news rilevanti, la cui ricerca finora richiedeva l'utilizzo di svariati motori di ricerca e lo screening fra miriadi di segnalazioni irrilevanti.
"In effetti è sufficiente inserire in un qualche motore di ricerca il nome di una impresa per essere quasi certi di veder comparire una quantità di anti-pagine web create da consumatori furiosi, ex dipendenti licenziati, attivisti, ecc.

"Reclamare o protestare non è una attività nuova, normalmente prendeva la forma di una lettera all'azienda o nei casi estremi al direttore di un giornale o di una associazione di difesa dei consumatori. Ma adesso gli italiani scopriranno che possono anche rivolgersi a Internet e condividere con una audience di migliaia di persone le proprie storie drammatiche, veritiere o meno.

"Grazie al servizio di monitoring di Netalerta le aziende sono oggi in grado di controllare in tempo reale ed efficacemente cosa si dice su Internet di loro o di un tema di interesse strategico altrettanto, se non più accuratamente, di quanto possano fare sui media tradizionali.

"Netalerta è la sola azienda in Europa che offra un servizio di sorveglianza di Internet consentendo ai propri clienti di essere costantemente al corrente di cosa si dice su di loro e sui loro prodotti nel cyberspazio".
TAG: cybercops