Il DRM uccide Moviebeam

Come previsto da tempo, l'avventura Disney poi sbolognata a una societÓ minore era fallata. Il mercato l'ha seppellita

Roma - Sono passati solo pochi mesi da quando Movie Gallery ha comprato da Disney la piattaforma di distribuzione via set top box nota come Moviebeam. E, come previsto già allora da Punto Informatico, Moviebeam è arrivata al capolinea.

Come racconta BetaNews il 15 dicembre il servizio dovrebbe essere ufficialmente sospeso. Per Disney, che ci spese su 50 milioni di dollari, e per Movie Gallery, che acquisì la piattaforma per 10 milioni di dollari, è un fallimento su tutta la linea.

Un fallimento legato a doppio filo al DRM. Pensato come sistema di distribuzione cinematografica, Moviebeam è stato fin dall'inizio impregnato di tecnologie di blindatura, con limitazioni feroci sull'usabilità. Il tutto condito da prezzi elevati.
Movie Gallery ha fatto sapere che rimborserà con 250 dollari coloro che hanno comprato il set top box dell'azienda in tempi recenti sebbene, come nota acidamente GadgetTell, se molti avessero fatto quell'acquisto l'azienda probabilmente non avrebbe deciso di chiudere.
2 Commenti alla Notizia Il DRM uccide Moviebeam
Ordina