Gaia Bottà

Niente Wii sotto l'albero

I ritardi nella produzione si accumulano, Nintendo ammette che l'errore nella pianificazione potrebbe impattare sui programmi per il futuro

Roma - Scaffali vuoti, desolazione nelle corsie degli store di mezzo mondo, bimbi in lacrime e adulti delusi perché a Natale non potranno ricevere una Wii nuova fiammante.

Le forniture scarseggiano, la domanda è sempre più pressante e Nintendo si sta lasciando sfuggire un miliardo di dollari di incassi per non aver saputo interpretare l'umore dei consumatori e per non essere stata in grado di pianificare le dinamiche di produzione per tenere il ritmo di vendita di 1,8 milioni di console al mese, costantemente in crescita.

Un errore di calcolo che potrebbe costare molto a Nintendo, anche in prospettiva: "Siamo concentrati a raggiungere l'obiettivo di soddisfare il consumatore che entri in un negozio e voglia acquistare una Wii - ha spiegato a Reuters Reggie Fils-Aime, a capo di Nintendo America - A questo punto potremo programmare il resto". Una dichiarazione che suona come un'ammissione: Nintendo non potrà pianificare il rilascio di nuovi titoli prima di aver sciolto il nodo dei ritardi accumulati nella produzione di console.
E i consumatori che desiderino assolutamente una Wii sotto l'albero? Possono rivolgersi a eBay oppure decidere di accontentarsi di una prenotazione cartacea. (G.B.)
43 Commenti alla Notizia Niente Wii sotto l'albero
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)