LinuxNews/ NetBSD sposa i palmari StrongARM

Arriva il porting di NetBSD per i dispositivi basati sul processore StrongARM di Intel, uno dei più diffusi nel mercato dei PDA

Il sistema operativo NetBSD, conosciuto per le sue prestazioni e la sua affidabilità nelle applicazioni in rete, ha annunciato il supporto ai processori StrongARM della Intel. Questi processori sono utilizzati nell'HP Jornada 720 e nel Compaq iPAQ H3600.

Al sistema operativo è stato dato il nome di hpcarm, che deriva da HPC (HandHeld PC).

Può sembrare strano che un sistema operativo orientato al networking possa essere utilizzato su piccoli dispositivi portatili. Ma è anche vero che NetBSD è molto stabile e richiede poche risorse e in genere un handheld PC è costituito da una piccola tastiera, un touch screen e 8 MB di RAM.
Da segnalare inoltre le insistenti voci che sostengono che l'HP stia abbandonando Windows CE.

A cura di , Soluzioni Open-Source