Lo SLI di Nvidia si fa ibrido

Presentata una nuova tecnologia multi-GPU che sposa la potenza di un processore grafico integrato con quella di una scheda grafica PCI Express. E dà un taglio ai consumi

Las Vegas - Sfruttare i chip grafici integrati su molte delle odierne schede madri per incrementare le performance dei giochi e tagliare i consumi energetici. È quanto si propone di fare Nvidia con la sua nuova tecnologia Hybrid SLI, annunciata per la prima volta lo scorso giugno e presentata ufficialmente in occasione della corrente edizione del CES di Las Vegas.

Hybrid SLI - LogoHybrid SLI si fonda su due tecnologie distinte: GeForce Boost, che permette di far lavorare in parallelo un processore grafico integrato con uno indipendente (la tradizionale scheda grafica PCI Express); e HybridPower, che minimizza i consumi energetici utilizzando la scheda grafica PCIe solo quando effettivamente necessario. Entrambe le tecnologie funzionano solo con chipset e GPU Nvidia che supportino Hybrid SLI.

GeForce Boost non è altro che un'estensione della preesistente tecnologia multi-GPU SLI, che fino ad oggi poteva essere utilizzata esclusivamente per aggregare la potenza di calcolo di due o più GPU indipendenti. Nvidia afferma che, nei propri test di laboratorio, l'uso congiunto di una GPU integrata con una scheda grafica PCIe della serie GeForce ha fatto registrare un incremento di performance di circa il 40% nel benchmark 3DMark 2006: l'azienda non ha tuttavia specificato quali processori grafici abbia utilizzato nei test.
"Con le applicazioni per le quali sono richieste prestazioni 3D, GeForce Boost accelera le operazioni 3D combinando la potenza di elaborazione della grafica Nvidia basata su schede GeForce con quella di una seconda GPU integrata nel core della scheda madre", spiega Nvidia. "In applicazioni multimediali, entrambe le GPU lavorano in tandem per renderizzare le immagini, consentendo all'utente finale di ottenere vantaggi in termini di prestazioni e frame rate. Per i giochi e le applicazioni 3D più comuni, GeForce Boost può attivarsi automaticamente".

HybridPower, che rappresenta un complemento a GeForce Boost, fa sì che la scheda grafica PCIe venga utilizzata dal sistema solo quando il carico di lavoro - generalmente i giochi 3D - lo richiede. In tutti gli altri casi, come l'uso delle normali applicazioni 2D, il PC mette la GPU discreta in uno stato operativo a basso consumo e utilizza esclusivamente quella integrata. Oltre ad abbattere notevolmente i consumi, questo accorgimento migliora la silenziosità dei PC: quando attiva, la modalità HybridPower è in grado di ridurre o azzerare la velocità di rotazione della ventola montata sulla scheda grafica.

Nel prossimo futuro HybridPower potrebbe giocare un ruolo molto importante nel migliorare il risparmio energetico dei PC desktop, contribuendo altresì ad accrescere la popolarità delle soluzioni grafiche integrate (oggi assai meno diffuse di quelle audio).

La tecnologia Hybrid SLI sarà incorporata in un'ampia gamma di schede grafiche e schede madri per desktop e notebook che Nvidia lancerà nel 2008 sia per piattaforma AMD sia per piattaforma Intel. In particolare, tra i prodotti compatibili vi saranno gli imminenti chipset nForce 780a, 750a e 730a per CPU AMD, la nuova soluzione integrata micro-ATX GeForce 8200 (con supporto DirectX 10), e le GPU GeForce 8500 GTS e 8400 GS.

"Dal lancio delle GPU programmabili alla rapida adozione della nostra tecnologia multi-GPU SLI, Nvidia ha più volte aperto la strada alla risoluzione di importanti problemi per l'industria dei PC. La tecnologia Hybrid SLI rappresenta una delle più importanti innovazioni finora introdotte", ha affermato Jen-Hsun Huang, CEO di Nvidia. "Hybrid SLI porta una nuova tecnologia multi-GPU a un largo segmento del mercato PC, garantendo agli utenti un livello di prestazioni grafiche e un'efficienza energetica mai visti prima".

Non resta che attendere i primi benchmark indipendenti per valutare l'effettiva utilità ed efficienza di Hybrid SLI.
2 Commenti alla Notizia Lo SLI di Nvidia si fa ibrido
Ordina