Tira sù la testa il network computer

Ellison accusa Gates di aver fortemente ostacolato la nascita del network computer, una filosofia che oggi sembra finalmente matura per decollare

Palm Springs (USA) - Il network computer, così come lo ideò Ellison (CEO di Oracle) quattro anni or sono, non è mai decollato. La sua filosofia ha però ispirato il concetto di "thin client", ovvero di dispositivi economici, pronti all'uso e facilmente configurabili via rete che oggi si fanno rientrare nella più vasta categoria delle info appliance.

Il network computer non ha però mai raggiunto un suo standard e, soprattutto, il suo paradigma è ancora ben lungi dal mandare in pensione le tradizionali reti client/server.

Oggi Ellison si dice però deciso a tornare alla carica e dimostrare come le reti basate su sistemi di elaborazione centralizzati accessibili via thin client abbiano ancora un senso e possano ben sposarsi con i web server e le info appliance economiche dotate di browser.
Interrogato sul perché il network computer non sia mai decollato Ellison accusa apertamente Bill Gates di ostruzionismo: fra gli altri, avrebbe convinto Robert Pallmer, allora CEO di Digital Equipment, a lasciar cadere ogni progetto di network computer.

Naturalmente di mezzo, oltre agli interessi di Microsoft, c'erano quelli di Intel, un'azienda che nel mondo dei PC detta legge da quasi un ventennio. Proprio in quel periodo, per contrastare il progetto di Ellison, le due aziende diedero vita al Net PC, una sorta di client leggero con architettura x86 e sistema operativo Microsoft: insomma, niente di nuovo sotto il sole.

Sebbene Oracle non lo citi, nei suoi piani c'è sicuramente un posto privilegiato per Linux, un sistema operativo che già equipaggia un bel po ' di info appliance e che sembra la scelta più adatta anche per il network computer di Ellison.
TAG: hw