Carlo Filippo Follis

Apple e la linea evolutiva che verrà

di Carlo Filippo Follis (Norisberghen.it) - Il MacWorld è imminente, le novità Apple in arrivo sono al centro dei gossip ed anche per questo l'Apple D-User non può rilassarsi del tutto: l'incognita hardware in nome del touch

Roma - Il 2007 ci ha proposto differenti novità made in Apple, ma una su tutte è vettore di vera e contemporanea innovazione: l'iPhone. Il prossimo Martedì, il 14 Gennaio, aprirà i battenti il MacWord 2008 ed il 15 vi sarà il keynote di Steve Jobs che certamente annuncerà delle interessanti novità. Forse non le svelerà tutte, forse rimarremo delusi dalla mancanza di nuovi prodotti e soluzioni che porterebbero con sé la proprietà intellettuale tutelata da recenti brevetti Apple.

Indipendentemente dalla data di lancio dei nuovi prodotti, mi resta viva la preoccupazione sulla concezione strutturale degli stessi. Il 2007 è stato l'anno del "touch" che sembra aver aperto le porte a nuove interfacce Uomo-Macchina. Sono sempre più vicine le scene di alcuni film di fantascienza, ma come sarà percorsa questa strada evolutiva? Sarà parallela ad un uso più classico degli strumenti o soppianterà vecchie periferiche evolvendole tanto da stravolgerle od integrarle?

È tanto atteso e rumoreggiato un ultra leggero e magari piccolo MacBook che pare sia anche oggetto di non pochi brevetti. Uno di questi consentirebbe di infilare il computer in uno speciale iMac che renderà il portatile un computer da tavolo.
Schema di un brevetto Apple per una Dock Stations iMac

L'idea, che non è nuova in casa Apple, è geniale e comoda. L'aspetto che mi preoccupa di più è il portatile: avrà ancora una tastiera intesa come la immaginiamo noi oggi? Oppure avrà una superficie video touch screen sostitutiva ed anche molto più versatile di tasti a tecnologia OLED o similare? Un portatile con due monitor di cui uno touch per tastiera e mouse sarebbe logico e stupefacente, in stile Jobs.

Quanto però potrebbe costare al D-User un'evoluzione tanto spinta? La risposta è un'incognita di tipo hardware: resta da vedere quanto rimarrà in termini di connettori e robustezza.

Oggi più che mai dovrebbe essere richiesta la figura del D-Consulting. Viviamo in un momento di innovazione in fase evolutiva, gli studi e le prime applicazioni vivranno almeno un quinquennio o più considerando i prodotti derivati. Sbagliare ora è una grossa responsabilità oltre che un dramma per molti. Apple nella sua grandezza è maggiormente responsabile perché fa scuola.

Martedì, forse, conosceremo il prossimo futuro visto da Apple.

Carlo Filippo Follis
Norisberghen.it
Progetto Apple D-User
TAG: apple, d-user
28 Commenti alla Notizia Apple e la linea evolutiva che verrà
Ordina
  • - Scritto da: Michele Montanari
    > Non mi sembra niente di eccezionale...

    beh, se la metti su questo piano, anche l'iMac è un replay del classica
    non+autenticato
  • Replica di che scusa?
    A quale modello di imac ti riferisci?
    non+autenticato
  • Anzitutto, bell'articolo!

    La tastiera su schermo non potrebbe rappresentare però un problema, per gli utenti abituati a scrivere senza guardare? La "solidità" dei tasti - assieme ai puntini sopra le lettere "F" e "G" - non rappresenta un aiuto tattile, per questi utenti? Con un touch screen - penso - la superficie sarebbe tutta uniforme...

    PS: una piccola "critica": Con la lingua fuori non si potrebbe mettere un tag abbr - oppure un link - davanti alla parola D-User nel corpo dell'articolo? Non avendo letto gli articoli precedenti, prima di raggiungere il fondo dell'articolo avevo capito poco Con la lingua fuori
  • "Un portatile con due monitor di cui uno touch per tastiera e mouse sarebbe logico e stupefacente, in stile Jobs."

    Logico forse si, ma stupefacente non so...in fondo mi sembra la descrizione di un Nintendo DS!
    non+autenticato
  • Stupefacente inteso come oggetto che comunque stupirebbe. Io mi auguro che non venga partorito un simile prodotto ...

    È invece possibile che arrivi un touch pad “video”, vedremo ...
  • Mah... alla fine di questo articolo cosa resta?

    Che si parli di touch e di nuovi portatili è già stato scritto in tutte le salse, anche prima di Natale (tra l'altro, scommetterei un centone che si parlerà anche della vendita di film, qui nemmeno menzionata).

    Che "serva" la figura del D-Consulting, Follis l'ha già scritto ovunque, lo scrive ogni volta, fa bene a scriverlo, ma non aggiunge niente di nuovo... piuttosto, visto che ha iniziato il discorso, poteva parlare dei brevetti che rivoluzioneranno l'esperienza touch, per esempio schermi touch con feedback (non so quanto "utili" per il D-user ma cmq innovativi quando arriveranno), oppure "tastiere schermo" che potranno assumere configurazioni variabili, venendo anche incontro alle esigenze del D-User...

    Insomma... se voleva essere un articolo sulle possibili novità non aggiunge niente a quanto già detto, se voleva essere un articolo per D-User non entra in argomento... sembra un pezzo buttato lì per riempire l'attesa dell'expo
    non+autenticato
  • Se tu sai fare di meglio, puoi proporti come articolista.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ----
    > Se tu sai fare di meglio, puoi proporti come
    > articolista.

    Quello che sta scritto su questo sito non è mica *La Bibbia*. Chi scrive articoli si espone al pubblico, e per forza di cose le sue parole sono soggette a critiche. Il forum è fatto apposta, e mi pare di aver dato anche un paio di "suggerimenti" su come l'argomento poteva essere affrontato con più completezza... non ho mica detto che Follis è un incompetente o che non dovrebbe scrivere qui, ho semplciemente detto che "questo" articolo, IMHO, è brutto, ed ho anche argomentato il perché.
    Se tu pensi che sia bello usa il forum per dare il tuo parere, argomentando allo stesso modo (se ne sei capace).
    non+autenticato
  • Infatti ho argomentato che se sai fare di meglio puoi proporti come articolista e dare una mano alla redazione.

    Se poi vuoi capire altro, libero di farlo, ma non inventare cose non scritte da altri.
    non+autenticato
  • come puoi ben vedere, lo stesso Follis ha apprezzato il mio intervento... tu continua pure a far polemica inutile e sterile
    non+autenticato
  • - Scritto da: marotfl
    > come puoi ben vedere, lo stesso Follis ha
    > apprezzato il mio intervento... tu continua pure
    > a far polemica inutile e
    > sterile

    Caro utente, si direbbe che sia tu quello a voler far sterile polemica quantomai inutile solo perché sei stato invitato a rinforzare la redazione viste le tue brillanti capacità.
    non+autenticato
  • hai la maggioranza di post in questo forum, ma non sei in grado di dire una sola parola utile...

    *PLONK*
    non+autenticato
  • - Scritto da: marotfl
    > hai la maggioranza di post in questo forum, ma
    > non sei in grado di dire una sola parola
    > utile...
    >
    > *PLONK*

    cvs stai facendo inutile polemica.

    autoplonkati che rendi un servizio collettivo
    non+autenticato
  • Ciao marotfl,

    Hai centrato il problema: ho volutamente scritto un pezzo privo di approfondimenti in attesa di un evento durante il quale potrebbero esserci grandi rivelazioni come no.

    L'intento era proprio essere ridondante ed indurre alla riflessione. I timori che esprimo nell'articolo, ripetendoli, dovrebbero indurre alla creazione di una consapevolezza che porti fra qualche anno a prodotti sempre più Per Tutti.

    Apple o ... non mi ascolterà certamente se alla mia voce non si aggiungeranno le vostre ...

    Prima dello scorso Febbraio, mese di debutto del progetto “Apple D-User”, quanti articoli avevi letto sul tema Disabili/Computers?

    La mia ridondanza giunge dall'essere solo ed ignorato in un impegno che andrebbe a beneficio di tutti. Ogni Vostro commento, positivo o negativo, ha il valore di una discussione che prima mancava e di Voi che la fate!

    Gli approfondimento arriveranno e segnaleranno gli eventuali errori commessi e da non ripetere anche se poi nessuno ne terrà conto per non delegittimare il proprio blasonato ufficio tecnico ... Assurdo, ma vero!
  • Apprezzo molto il commento e spero che abbia compreso che anche il mio primo commento di critica, seppure un po più spinto non mette in dubbio la validità del progetto. Arrivederci
    non+autenticato
  • Mamma mia che accozzaglia di informazioni buttate là! Ma poi con tutti i brevetti che sono usciti proprio l'unico che non c'entra nulla e che probabilmente non avrà seguito sei dovuto andare a prendere? Si poteva fare decisamente meglio... Se dovete avre dei columnist che parlano di Mac in questo modo potete anche farne a meno.
    non+autenticato
  • Rispetto la tua OPINIONE ma l'autore che seguo da qualche tempo non è il commentatore principale del mondo Apple ma del mondo Disabile. Partendo dal presupposto che molte barriere architettoniche risolte per i disabili diventano soluzioni spendibili e comode per tutti, con un occhio in progettazione si possono evitare doppioni per normaloidi e disabili. Questo è il refrain principale del C. A. Follis, che condivido in pieno.
    Quello che fa Apple fa scuola, in genere è così e c'è poco da nascondersi dietro a un dito. Le studiano a lungo e se c'è azzardo se la giocano bene. Per anni gli è stato chiesto un telefono, adesso il telefono 100% Apple c'è. Per anni gli è stato chiesto di colmare il divario con le cpu Intel, adesso le cpu Intel ci sono, sviluppate CON gli ingegneri di Apple. Se vendessero un 1% di macchine in più perché li useranno dei D-User inventeranno il lettore del pensiero per tutti, c'è da scommetterci non sul se sì se no ma solo sul quando. E' anche vero che in Apple fin dalle origini sono sempre stati molto attenti al settore delle disabilità ma facendolo per quello che ho sentito dire come fosse beneficenza, sul caso singolo. E verso il proprio mondo angolofono, per esempio con VoiceOver che legge lo schermo (in inglese) o Voice Speech in cui puoi comandare (in inglese) l'esecuzione di funzioni al computer, e questo l'ho sperimentato almeno da 8 anni, vale ancora oggi Migliorato ma sempre chiuso nel bacino d'utenza anglofono. Ma è di fatto per loro una specie di "dovere morale" più che un vantaggio strategico, ora la moda spinge sul touch e allontana dalla tecnologia di disabili motori, se spingesse sui comandi vocali allontanerebbe i sordomuti, martedì qualcosa sapremo.
  • Sai, da martedì scorso c'è il mela-download-day... quindi...


    - Scritto da: C. Miller
    > Mamma mia che accozzaglia di informazioni buttate
    > là! Ma poi con tutti i brevetti che sono usciti
    > proprio l'unico che non c'entra nulla e che
    > probabilmente non avrà seguito sei dovuto andare
    > a prendere? Si poteva fare decisamente meglio...
    > Se dovete avre dei columnist che parlano di Mac
    > in questo modo potete anche farne a
    > meno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ----
    > Sai, da martedì scorso c'è il
    > mela-download-day...
    > quindi...

    Pensa, invece, che ogni giorno è il Good-Quoting-Day
    non+autenticato
  • Oggi c'è anche il Netiquette-Day, ricordi?
    non+autenticato
  • E allora scrivilo tu un pezzo e pubblicalo, !!!

    Anzi manda il link di qualche articolo che hai scritto, cosi possiamo valutare quanto sei superiore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: chiacchiere e distintivo
    > E allora scrivilo tu un pezzo e pubblicalo, !!!
    >
    > Anzi manda il link di qualche articolo che hai
    > scritto, cosi possiamo valutare quanto sei
    > superiore.

    non prendertela, il commentatore di PI e' come un napoletano nella monnezza che se la prende con le istituzioni e poi continua a votare sempre le stesse persone che lo riempiono di monnezza.

    A me il pezzo e' piaciuto molto e l'idea della docking station non mi era venuta in mente... pensavo al classico subnotebook

    notevole
    non+autenticato
  • - Scritto da: os user

    > A me il pezzo e' piaciuto molto e l'idea della
    > docking station non mi era venuta in mente...
    > pensavo al classico subnotebook

    non è mica un'idea di Follis... è semplicemente un brevetto depositato da Apple, brevetto del quale si è già parlato in lungo e in largo ovunque (tra l'altro non è neanche un'idea nuova, se ti ricordi il Duo...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: marotfl
    > - Scritto da: os user
    >
    > > A me il pezzo e' piaciuto molto e l'idea della
    > > docking station non mi era venuta in mente...
    > > pensavo al classico subnotebook
    >
    > non è mica un'idea di Follis... è semplicemente
    > un brevetto depositato da Apple, brevetto del
    > quale si è già parlato in lungo e in largo
    > ovunque (tra l'altro non è neanche un'idea nuova,
    > se ti ricordi il
    > Duo...)

    E quindi riparlarne non serve a nulla secondo la tua opinione che evidentemente non fa unanimità.

    Dovremmo liberare internet da tutte le informazioni ridondanti e chiudere i forum che trattano di argomenti già sviscerati?
    non+autenticato
  • Non sono nella monnezza, e il governo non c'entra nulla con l'emergenza rifiuti. Io seguo quotidianamente le novità sul mondo Apple e ne scrivo. Non mi importa di dirvi dove perchè non mi serve il vostro giudizio. Ne intendevo assolutamente mettere in dubbio le qualità giornalistiche dell'autore, che peraltro stimo molto per il progetto che porta avanti. Forse dovevo lasciarlo intendere meglio. In ogni caso non mi è piaciuto questo articolo perchè lo ho considerato un po tirato via. In più con tutti i vari brevetti che sono stati pubblicati nel corso degli ultimi mesi mi chiedevo perché andare a prendere quello a mio parere più inutile. Vedo che però esprimere le proprie opinioni può essere una libertà eccessiva, secondo alcuni e me ne rammarico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: C. Miller
    > In più con tutti i
    > vari brevetti che sono stati pubblicati nel corso
    > degli ultimi mesi mi chiedevo perché andare a
    > prendere quello a mio parere più inutile.

    Dissento, non è uno dei più inutili se ragionato da Disabile tanto più motorio. Il fatto di avere un portatile che tornato a casa si colloca in un Dock e fa risparmiare la connessione di differenti cavi è una indiscutibile comodità. Lo è anche se si agisce con l'aiuto di qualcuno meno avvezzo, se anche Abile, a mettere e togliere cavi.
    L'unico punto debole dell'iMac Dock è la struttura aerea dell'iMec stesso. Personalmente spererei in un Dock “appoggiato/coricato sul tavolo” e privo di monitor. Così si potrebbe anche scegliere il display preferito e non necessariamente quello dell'iMac.

    È vero, c'erano altri brevetti di cui parlare. C'era anche il rischio di dire cose errate essendo più plasmabili in fase applicativa.