mafe de baggis

NoLogo/ Vedi alla voce complicitÓ

di Mafe de Baggis - Cosa ha significato trovarsi a Las Vegas nei giorni del CES e infilarsi nel tritacarne associato all'apparizione di Bill Gates. E cosa ha significato, poi, ascoltarlo

Sands Expo & Convention Center, The Venetian, Las Vegas, 6 gennaio, ora locale 12:30; i marmi e i tappeti dei sontuosi corridoi che portano agli stand e alle sale delle conferenze sono punteggiati da una strana umanità vestita per tutte e quattro le stagioni, invariabilmente dotata di zaino, laptop e/o macchina fotografica.
Qualcuno dorme con la felpa o il muro come cuscino, molti bevono e mangiano: il bizzarro hotel che pretende di ricreare Venezia al chiuso (con tanto di canali e gondole) sembra un campo di prima accoglienza dopo una catastrofe naturale stile uragano Katrina. Aspettano tutti il keynote di apertura del CES che Bill Gates terrà poche ore dopo, l'undicesimo nonché ultimo come presidente di Microsoft, l'ottavo consecutivo keynote di apertura della più grande fiera di intrattenimento digitale del mondo.

Bill Gates non è una rockstar e non è neanche un guru carismatico come Steve Jobs, ma queste persone sono in fila per fare la fila per ottenere il ticket per poter fare la fila per entrare e magari scegliere un buon posto, posto che sarà nella seconda metà dell'enorme sala, un posto da cui vedranno Bill solo su uno dei due schermi panoramici.

Al piano superiore qualche ora dopo si forma una fila appena più discreta nei comportamenti, ma molto più snob: giornalisti, analisti, blogger e VIP che hanno accettato di mettersi in coda tra le 15 e le 17 per poter entrare prima degli altri e aspettare un'altra ora e mezza l'inizio del keynote. Arrivo alle 16:30, mi metto in coda, mi stravacco anch'io sul tappeto, mangio una mela, smaglio una calza e mi chiedo perché sono lì invece di approfittare della combinazione saldi+tasso di cambio favorevole in uno dei favolosi mall di Las Vegas. ╚ che spero di essermi sbagliata: spero di lasciarmi sedurre da Bill Gates, spero di essere illuminata, spero di poter cambiare idea, spero che per una volta Bill non cerchi di vendermi niente, almeno, non direttamente.
Un paio di interminabili ore dopo, eccolo: l'uomo più ricco del mondo, l'uomo che molti di noi amano odiare e disprezzare, in maglioncino lilla e la solita faccia da giovane vecchio. Parla per pochi minuti e dice cose che chiunque lavori nella tecnologia potrebbe dire: la convergenza, le interfacce, la semplicità d'uso. Si prende garbatamente in giro, ironizzando sulla prossima pensione, ma il divertentissimo video in cui tra gli altri Bono Vox, Steven Spielberg e George Clooney ironizzano sui suoi tentativi di passare il tempo è come quasi tutta l'esperienza Microsoft: un clone di qualcos'altro (nello specifico, del video di Clinton Last days in office).

Non ha molto da dire o molta voglia di stare sul palco: dopo neanche un quarto d'ora lascia la parola ai suoi product manager che presentano prodotti già visti, già lanciati, già sentiti (Surface, la Ford Sync, il social network di Zune, i successi della Xbox, le implementazioni future delle interfacce vocali sul telefonino). Perde l'occasione di uscire di scena alla grande, di chiudere la sua carriera senza fare il piazzista, di far dimenticare per un'ora Microsoft e raccontarci come e perché un uomo all'apice della carriera sceglie di fare un passo indietro e di dedicare la seconda metà della sua vita (e gran parte del suo patrimonio) al volontariato. La sua autoironia è apprezzabile ma egocentrica, il suo understatement è solo apparentemente umile: lui è ancora il capo, un uomo che per vincere una scommessa può chiamare sul palco Slash dei Guns'n'Roses, un uomo applaudito fragorosamente da migliaia di persone che si sono fatte ore di coda per beccarsi l'equivalente di una vendita di pentole.

Che bisogno c'è di migliorare prodotto, servizio e user experience quando i tuoi clienti si sottopongono volontariamente ed entusiasticamente a una simile tortura?

Mafe de Baggis
Maestrini per Caso

Tutti i NoLogo di MdB sono disponibili a questo indirizzo
32 Commenti alla Notizia NoLogo/ Vedi alla voce complicitÓ
Ordina
  • Io sinceramente credo che tutta questa "Corte dei Miracoli" (di cui anche io faccio parte, mio malgrado) sia destinata a sparire o perlomeno a modificarsi radicalmente tra qualche anno.

    Internet infatti ha cambiato tantissimo i giochi in tavola, posso recuperare facilmente più informazioni su un certo modello di televisore da un forum piuttosto che dal sito ufficiale del costruttore (tanto per fare un esempio)

    quindi quoto quanto scritto su questo blog:
    http://www.minimarketing.it/2008/01/twit-meme-what...

    Nello specifico:

    1) Il marketing di maggior successo sarà quello che riuscirà a raggiungere l'obiettivo di rendere sè stesso consapevolmente inutile.

    2) Il marketing starà alle persone come il comandante del Bounty sta agli ammutinati, deve decidere se unirsi a loro o essere abbandonato.

    3) sul terzo non mi trovo d'accordo, causa tanti/troppi pecoroni dotati di borsellino ed il mio pessimismo cosmico verso il genere umano Occhiolino

    questo IMHO
    Fan LinuxFan Apple
    non+autenticato
  • Il metodo push nell'era di Internet non funziona più.

    I netizen si informano, leggono le prove dei prodotti e le informazioni fornite dai più audaci che hanno voluto rischiare per primi nell'acquisto di un prodotto nuovo.

    Sparito Bill Gates non credo che gli esperti dell'informatica vera ne sentiranno la mancanza, come non sente più la mancanza di Windows chi è passato definitivamente a Linux e ci si è trovato bene.

    E i prodotti Micro$oft? Gli unici buoni sono quelli che non fa lei, ma rimarchia, ossia tastiere, mouse e qualche altro accessorio.
    non+autenticato
  • Articolo di una comunista che ce l'ha con le persone che creano ricchezza per il mondo.

    Una nullita' totale come tutti i comunisti
    non+autenticato
  • - Scritto da: Klaus
    > Articolo di una comunista che ce l'ha con le
    > persone che creano ricchezza per il
    > mondo.
    >
    > Una nullita' totale come tutti i comunisti

    commento di un minus habens che si pone servilmente verso coloro che sottraggono ricchezza al mondo per arricchire se stessi dando qualche elemosina ai (troppi) servi che li difendono...

    una delle tante pecore del gregge...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Klaus
    > Articolo di una comunista che ce l'ha con le
    > persone che creano ricchezza per il
    > mondo.
    >
    > Una nullita' totale come tutti i comunisti

    A me non sembra affatto comunista, piuttosto radical chic Con la lingua fuori

    Creare ricchezza Bill Gates? Senza dubbio l'ha creata, ma se il leader del segmento desktop fosse stato un'azienda meno monopolista, scorretta e invadente di MS, le aziende concorrenti sarebbero riuscite a creare molta più ricchezza di quanto non abbiano fatto.
    E poi, quanta ricchezza hanno distrutto, anziché crearla, decenni di sciatteria di MS riguardo a sicurezza e stabilità?
    Spiacente, ma la maggior parte del merito della creazione della ricchezza nel mercato informatico non è certo di MS, ma di come IBM ha concepito il PC x86.
    non+autenticato
  • Invero non di stanza effettiva qui, abbeverandomi di solito ad una fonte ben più elevata (ahem... Slashdot), ho avuto quest'oggi la lieta sorpresa di incontrare, sul quotidiano di internet dal 1996, Mafe de Baggis.
    Già tale aristocratico nome eleva di molto tale sito, frequentato perlopiù da svantaggiati proletari informatici ormai abbandonati anche dallo stesso demiurgo, dottor
    Gates ( Harvard lo ha laureato con un pò di ritardo sul normale cursus (una trentina di anni), ad honorem ( dopo congrue e reiterate elargizioni di denaro, arrivato dalle tasche degli svantaggiati di cui sopra); nondimeno la razionalità, la capacità critica e la solida padronanza della nostra bella Lingua, che resiste impavida agli spesso proditori attacchi dei seguaci di Redmond, mi alletteranno a seguire con attenzione il suo blog, "Maestrini per caso" ed a un ritorno più frequente su queste stesse pagine.
    Grazie.

    P.S.
    Mi accorgo di aver finanziato anche io la laurea di Bill, seppur forzatamente.

    Siamo tutti coinvolti: Lady Mafe e il fedele scudiero CCC lo hanno or ora chiaramente esplicitato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: andabata
    [...]
    > P.S.
    > Mi accorgo di aver finanziato anche io la laurea
    > di Bill, seppur
    > forzatamente.
    >
    > Siamo tutti coinvolti: Lady Mafe e il fedele
    > scudiero CCC lo hanno or ora chiaramente
    > esplicitato.

    grazie di esserci...
    dopo aver letto i post precedenti al tuo è di conforto sapere che c'è ancora qualcuno che conosce l'italiano ed è capace di ragionare con la sua testa...
    ciao
    non+autenticato
  • L'articolo più inutile che abbia mai letto (fino ad ora) su Punto informatico.
    non+autenticato
  • Articolo di pregio.
    Descrive in poche e dense battute l'uomo Gates: mediocre congedo per una mediocre vita professionale.
    Ha fatto comunque in tempo a vendermi l'ennesima sua pentola,
    Vista, in abbinamento forzato al mio nuovo portatile.
    non+autenticato
  • La pentola di cui sopra, è disponibile, in regalo, per qualsiasi finissimo amatore che me ne farà richiesta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: andabata
    > La pentola di cui sopra, è disponibile, in
    > regalo, per qualsiasi finissimo amatore che me ne
    > farà
    > richiesta.

    Grazie, la prendo io. Mandami il Product Key con un messaggio privato!

    Grazie ancora!
  • Buongustaio!
    Ho il dvd della recovery partition + il recovery dvd originale.
    Inviami i tuoi dati su andabata12@yahoo.it.

    Ciao
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)