Il cellulare di Medion Ŕ Divine

Per il suo primo telefonino, il produttore punta su un nome decisamente poco modesto e su un pubblico che ama la musica. E che non si preoccupa per l'assenza della fotocamera o per l'impossibilitÓ di fare videochiamate

Roma - Conosciuta per la sua gamma di prodotti di elettronica di consumo e multimediali (lettori MP3, DVD, navigatori satellitari), Medion si lancia ora nell'affollato mondo della telefonia mobile. Non con un accessorio, ma con un telefono vero e proprio. Che già nel suo design mostra di volersi distinguere dalla massa.

Medion DivineL'apparecchio è contraddistinto dalla sigla identificativa MD96580, ma per tutti si chiamerà Divine, modestamente. Si tratta di un terminale Triband che offre anche funzionalità di radio FM e lettore MP3, connettività USB e Bluetooth e uno slot per schede microSD. Non mancano le suonerie polifoniche e un'agenda da 500 contatti.

Le sue forme inusuali, che nascondono un display OLED - uno specchio, quando non attivo - stanno tutte nelle dimensioni di 90x35x18 millimetri e nel peso di 60 grammi. L'autonomia dichiarata è di 200 ore in standby e di 4 ore in conversazione. Il prezzo al pubblico, secondo quanto riportato da France Mobiles, è di 149 euro.