Office 2008 parla Mactel

In occasione del MacWorld Expo, Microsoft ha annunciato l'introduzione sul mercato della nuova versione di Office per Mac, una suite ora ottimizzata per i Mac Intel-based e capace di gestire i documenti Open XML. Ecco le novitÓ

San Francisco (USA) - Le molte novità svelate da Apple al MacWorld Expo di San Francisco hanno messo un po' in ombra il lancio commerciale di Office 2008 per Mac, annunciato anch'esso all'evento di martedì sera. Eppure il nuovo aggiornamento alla versione Office di Mac OS X porta con sé novità di non poco conto, quali il supporto nativo ai Mac Intel-based e al giovane formato dei documenti Office Open XML (OOXML).

Logo di Office 2008 per MacAttualmente la nuova suite per l'ufficio è disponibile nella sola lingua inglese, ma a partire da metà febbraio debutterà anche nella versione italiana al prezzo consigliato di 549,90 euro (329,90 l'aggiornamento) per l'edizione Standard, di 684,90 euro (449,90 euro l'aggiornamento) per l'edizione Special Media, e di 139,90 euro per l'edizione Home and Student.

Va notato che i prezzi delle versioni in inglese praticati dall'Apple Store nazionale sono lievemente inferiori a quelli annunciati da Microsoft per le edizioni italiane della suite: sul negozio di Apple l'edizione standard viene venduta a 649 euro e la Special Media a 529.
Microsoft ha spiegato che le versioni aggiornamento possono essere acquistate da tutti coloro che possiedono "qualsiasi versione precedente" di Office per Mac. Va anche ricordato che chi ha acquistato una copia di Office 2004 per Mac, a partire dal 25 settembre 2007 ha diritto, grazie al programma Technology Guarantee, di ricevere l'aggiornamento a Office 2008 pagando le sole spese di spedizione.

L'edizione Standard del pacchetto comprende le quattro applicazioni classiche: Word 2008, Excel 2008, PowerPoint 2008 ed Entourage 2008 (comprensivo del supporto per Exchange Server), più il client di messaggistica istantanea Messenger per Mac (compatibile anche con Yahoo! Messenger) e gli strumenti Automator per il supporto ai flussi di lavoro automatizzati.

Ai componenti standard la Special Media Edition affianca Microsoft Expression Media, un software di digital asset management in grado di gestire e catalogare oltre 100 formati di documento e di file multimediali, fornendo funzionalità per la conversione, la classificazione, il backup, la stampa e la creazione di slideshow e gallerie web.

L'edizione Home and Student include gli stessi componenti dell'edizione Standard ad eccezione del connector per Exchange e dei tool Automator. Questa versione comprende tre licenze d'uso per utenti domestici e studenti, e può quindi essere installata su tre differenti computer di casa.

Come si è accennato sopra, Office 2008 è la prima release di questa suite ad abbracciare il formato universal binary, che le consente di girare in modo nativo sia sui Mac con processore Intel (senza più l'impaccio dello strato di emulazione Rosetta) sia su quelli con processore PowerPC (ormai fuori produzione). Una novità che si accompagna all'implementazione del formato dei documenti OOXML, già alla base di Office 2007 per Windows.

Office 2008 condivide con la versione per Windows buona parte delle funzionalità e delle novità legate all'interfaccia, incluso il motore grafico Office Art 2.0: quest'ultimo semplifica, tra le altre cose, la creazione di grafici di livello professionale da inglobare nei propri documenti. La nuova suite per Mac include anche una barra multifunzione simile all'ormai famosa Ribbon di Office 2007: chiamata Raccolta Elementi, fornisce rapido accesso alle funzioni e ai tool maggiormente utilizzati. Raccolta Elementi comprende anche uno strumento, Parti del Documento, che promette di semplificare e automatizzare azioni ricorrenti come l'aggiunta di una tabella o di una nota a piè di pagina.

Da qualsiasi applicazione della suite gli utenti hanno a disposizione una casella degli strumenti rinnovata che permette di accedere ad alcuni dei tool di più frequente utilizzo, come la scheda Oggetti, le impostazioni per le animazioni e la nuova funzione Citazioni, che velocizza la creazione di citazioni e bibliografie. La casella degli strumenti include anche il riquadro Formattazione Sensibile al Contesto, che adatta il proprio contenuto per ogni applicazione, in modo da rendere più intuitiva la creazione di documenti di qualità professionale.
88 Commenti alla Notizia Office 2008 parla Mactel
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)