Italia.it scomparso, le domande rimangono

Il portalone dello scandalo diventa irraggiungibile. Qualcuno parla di chiusura ufficiale non ufficializzata

Roma - A leggere l'ultimo illuminante post apparso su Scandalo Italiano, il blog osservatorio su Italia.it, ce lo si poteva attendere: da un paio di giorni il controverso portalone del turismo italiano non è raggiungibile.

Qualcuno sostiene che l'improvvisa sparizione dalla rete sia definitiva e che anzi vada considerata una sorta di "operazione cancellazione" sulla quale il Governo si è ben guardato dal produrre proclami ufficiali.

A onor del vero, però, il vicepremier Francesco Rutelli già lo scorso ottobre aveva anticipato che il portale sarebbe stato chiuso.
Ciò che rimane in piedi, come osserva a più riprese proprio Scandalo Italiano, sono le innumerevoli domande dei cittadini su come sia possibile che un progetto del genere abbia visto la luce, sul come e perché siano stati spesi dei soldi pubblici e su quanti denari sia effettivamente costata questa impresa.

Come noto il Governo per due volte ha negato ai netizen e ai consumatori di venire in possesso di copia delle carte e dei documenti che hanno portato alla realizzazione del portale.
19 Commenti alla Notizia Italia.it scomparso, le domande rimangono
Ordina
  • visto che non lo fa nessuno, pongo io la domanda: qualcuno ha dato un occhio a come va rItalia, l'alternativa open al portale?
    non+autenticato
  • L'hanno tolto perché su Web tutti avrebbero continuato a vedere la schifezza che hanno fatto. Probabilmente simile a tanti altri sprechi ma più difficili da vedere e valutare.

    Il Web è trasparente, tutti vedono e valutano. Sarebbe bello se qualsiasi opera pubblica nascesse con disegni/progetti pubblici accessibili su Web, e magari una webcam per osservare l'avanzamento dei lavori.
    non+autenticato
  • > Il Web è trasparente, tutti vedono e valutano.
    > Sarebbe bello se qualsiasi opera pubblica
    > nascesse con disegni/progetti pubblici
    > accessibili su Web, e magari una webcam per
    > osservare l'avanzamento dei
    > lavori.

    *QUESTA* e' un'idea GENIALE!Sorride

    Ciao
    non+autenticato
  • Sempre loro...
    Ladri, maledetti ladri.
    non+autenticato
  • Basta lavorare qualche anno nel campo per vederne tante di situazioni simili: progetti che non servono a nulla e che vanno avanti solo per muovere denaro, soluzioni tecnicamente insulse e apparentemente orchestrate in modo da rallentare il piu' possibile la fine dei lavori, ripartizione delle commesse in modo assurdo per far mangiare tutti, con la leva del comando pero' rigorosamente nelle mani dei soliti tre o quattro nomi che si aggiudicano sistematicamente ogni gara. Eccetera eccetera eccetera.

    E ancora ci si stupisce della furbata italia.it?
    Cose come queste succedono tutti i giorni in campo IT, in tutti - e sottolineo tutti - i progetti governativi, e le aziende che partecipano stanno tutte al gioco perche' da come funziona nell'ambiente, o lavori sporco o non lavori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Silvione
    > Basta lavorare qualche anno nel campo per vederne
    > tante di situazioni simili: progetti che non
    > servono a nulla e che vanno avanti solo per
    > muovere denaro, soluzioni tecnicamente insulse e
    > apparentemente orchestrate in modo da rallentare
    > il piu' possibile la fine dei lavori,
    > ripartizione delle commesse in modo assurdo per
    > far mangiare tutti, con la leva del comando pero'
    > rigorosamente nelle mani dei soliti tre o quattro
    > nomi che si aggiudicano sistematicamente ogni
    > gara. Eccetera eccetera
    > eccetera.
    >
    > E ancora ci si stupisce della furbata italia.it?
    > Cose come queste succedono tutti i giorni in
    > campo IT, in tutti - e sottolineo tutti - i
    > progetti governativi, e le aziende che
    > partecipano stanno tutte al gioco perche' da come
    > funziona nell'ambiente, o lavori sporco o non
    > lavori.

    parole sante
    non+autenticato
  • ma i nostri deputati hanno ben altro a cui pensare A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ma secondo te i parlamentari fanno un integrrogazione su cose che loro stessi han fatto? E' come dire toto' riina che fa una manifestazione (o meglio ancora una legge) contro la mafia, non accadra' mai. Se loro sono i controllori di se stessi possono fare quel che vogliono e lo fanno.
    non+autenticato
  • d'accordissimo
    loro fanno le leggi
    loro stessi non riescono neanche a rispettarle
    le volgono e stravolgono a proprio interesse
    discutibilissima è la giustezza di esse
    e noi dovremmo rispettarle/li altrimenti NOI saremo perseguiti
    mi fanno pena tutti quelli che andranno a votare alle prossime elezioni (perchiunque essi parteggino)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)