Germania, la protesta assedia Nokia

Anziché placarsi come sperava il costruttore, la protesta contro le annunciate chiusure non fa che allargarsi

Roma - Dalla Germania arrivano notizie preoccupanti per Nokia: a dieci giorni dall'annuncio della chiusura di un importante stabilimento dedicato alla produzione di componenti per i suoi cellulari, l'azienda è al centro di una protesta con pochi precedenti.

Anziché placarsi, infatti, lavoratori e famiglie, supportati da un numero crescente di tedeschi, continuano a farsi sentire e come riferisce il Wall Street Journal nelle scorse ore in 15mila hanno sfilato per le strade di Bochum, nella regione della Ruhr, regione industriale dove 2300 lavoratori Nokia stanno per perdere il posto di lavoro.

Se Nokia attribuisce al costo del lavoro e alla fiscalità tedesca la decisione di chiudere, per riaprire con ogni probabilità in Asia, i sindacati e molti politici tedeschi non ci stanno, non digeriscono le scelte dell'azienda e chiedono a Nokia di ripensarci.
Al momento da Nokia, però, non è giunto alcun segnale che possa far ipotizzare una prossima retromarcia.
8 Commenti alla Notizia Germania, la protesta assedia Nokia
Ordina
  • ...perfettamente condivisibile di questa gente che facilmente pagherà per gli errori di qualche papavero mi chiedo però quale effettivo potere abbiano le loro proteste.
    Lo stabilimento è di nokia e se questa vuole chiuderlo non ci sono zzi che tengono, se non lo chiudono finiranno per ridurre gli investimenti allo stesso modo della Thyssen a Torino finchè qualche operaio non ci rimarrà secco (ed a quanto pare non in germania non c'è tanto questa mentalità sindacalista di fare casino con città a lutto e capodanno annullato come da noi).
    Insomma non riesco a vederci molto oltre o forse in germania è "legale" fare caccia al dirigente e malmenarlo sulla pubblica piazza se fa perdere il lavoro alla gente ?
    non+autenticato
  • Secondo me il concetto è che se ci fosse un movimento popolare serio Nokia venderebbe di meno in Germania. E forse capirebbe che prendere senza dare non fa bene ai conti. Ma ci vorrebbero milioni di persone in piazza.
    non+autenticato
  • Da noi per ogni cavolata scendono milioni di persone in piazza e non cambia mai niente. Più che la quantità quello che conta è come si muove questa massa, pensa alla protesta dei metronotte di qualche tempo fa. Non erano certo milioni in quella piazza ma dopo che un gruppo ha tentato l'assalto al parlamento e per una volta tanto ha fatto veramente cagare sotto certa gente abituata solo a parlare, di colpo si sono aperti degli spiragli (chiamiamoli miracoli...)
    non+autenticato
  • Vorrei vedere te al posto di uno degli operai di quell'azienda.

    I governi dovrebbero imporre un certo ritorno alle aziende che intendono vendere nel mercato interno di una nazione. Una di queste e il ritorno di una certa quantità di benessere sotto forma di investimenti.
    D'altronde prendono tanto denaro dalle tasche delle persone a cui vendono i loro prodotti. Prodotti che nella quasi totalità producono in Asia.

    Il libero mercato che acclamate te e tanta altra gente è quello che sta trasformando la società in uno dei peggiori mondo possibili.
    non+autenticato
  • Se non te l'hanno fatto notare il comunismo è morto
    non+autenticato
  • La Merkell non è comunista, mi pare...
    E si è schierata, apertamente, a favore degli operai minacciando la nokia di chiedere in dietro i fondi stanziati dal governo federale...
    Altro stato, altra politica aziendale...
    Essì che nella ruhr ci sono ex miniere da riconvertire....
    Ma si sa che noi paragoniamo sempre i politici nostrani a quelli esteri...
    Meglio non farlo, che i nostri ci perdono quel poco di faccia che ancora hanno!
    ps cercare "merkell nokia" nei vari motori di ricerca...
    Chissà se lo facesse anche il ns presidente del consiglio di turno,minacciando, chessò,air france di boicottarla se non garantisce la piena occupazione dei dipendenti alitalia...
    Si, è proprio un altro stato!
    non+autenticato
  • > Chissà se lo facesse anche il ns presidente del
    > consiglio di turno,minacciando, chessò,air france
    > di boicottarla se non garantisce la piena
    > occupazione dei dipendenti alitalia...

    No guarda, ha preso l'esempio sbagliato: se Alitalia va male è proprio perchè i dipendenti hanno sempre avuto privilegi che non avrebbero mai avuto in altre linee che stanno sul mercato, tanto pagava lo Stato, cioè noi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Lo stabilimento è di nokia e se questa vuole
    > chiuderlo non ci sono zzi che tengono

    Parere personale: una volta che diventi imprenditore, hai alcune responsabilità da mantenere. Prendi delle persone per fare un certo lavoro, dei dipendenti. Appunto, dipendono da te, e te sei responsabile tanto dell'azienda quanto di loro. Va da se che un imprenditore (una grande azienda, un consiglio di amministrazione) non può essere lasciato libero di fare quello che vuole.

    So bene che la realtà è ben diversa... è solo il mio pensiero...
    non+autenticato