Alfonso Maruccia

AIDS, Dell e Microsoft ve(n)dono Rosso

Una partnership tra i pesi massimi del settore informatico porterà nuovi fondi alla mega-campagna di Bono in favore dei paesi dell'Africa più povera

Roma - Dell e Microsoft stringono un accordo all'insegna della beneficenza o, per dirla con il patron e fondatore di Microsoft Bill Gates, "dell'uso creativo del capitalismo": nei prossimi giorni verranno messi in vendita due modelli di computer della linea "Product Red", e su ognuno dei sistemi venduti verranno donati tra i 50 e gli 80 dollari alla campagna (Red) per l'acquisto di farmaci anti-AIDS nei paesi più poveri dell'Africa.

un portatile (Red)I modelli di PC Dell interessati saranno il desktop XPS M1330 e il laptop M1530. Il prezzo di vendita rimarrà invariato, ma l'acquisto di uno dei modelli brandizzati (Red) farà scattare la donazione - 50 dollari per il laptop, 80 per il modello desktop - da parte delle due corporation. Sui PC sarà ovviamente installato Windows Vista, anch'esso in (Red).

I PC (Red) sono identici alle controparti tradizionali, con la differenza del design - in parte opera del frontman degli U2 e showman attivista Bono - tendente ai toni rossi, tipici della campagna (Red). "Il mio lavoro è infilare un po' di poesia nella macchina, mettere un po' di funk nelle macchine", ha dichiarato Bono in una intervista.
Assieme a Bobby Shiver, Bono ha dato vita all'iniziativa (Red) come tentativo di sposare le esigenze del business con la necessità di curare la piaga dell'AIDS in Africa, stringendo partnership con noti marchi industriali - Apple, Motorola e altri - per la realizzazione di versioni specifiche di ben noti prodotti, al cui acquisto corrisponde una donazione per il fondo che anima l'iniziativa.

Un'impresa che dal 2006 a oggi ha collezionato 53 milioni di dollari, ma che ha sofferto nell'ultimo periodo la perdita di potenziali partner commerciali dopo le critiche relative all'efficacia reale del progetto. Ora il coinvolgimento di Dell e Microsoft - che per bocca di Gates difende l'impegno di Bono - dovrebbe portare nuova linfa al progetto: Redmond dice di aspettarsi "svariate centinaia di migliaia" di sistemi (Red) venduti nel 2008.

Alfonso Maruccia
17 Commenti alla Notizia AIDS, Dell e Microsoft ve(n)dono Rosso
Ordina
  • Maledetto il giorno che ne ho comprato uno, il peggior notebook che abbia mai visto.

    1) Schermo LCD orrendo, con quella cazzo di patina lucida basta una luce alle spalle e non si vede piu' niente.

    2) Lento come la morte, possibile che sti processori intel dual core con sempre piu' cache e Ghz facciano girare le applicazioni sempre piu' lente

    3) Autonomia della batteria ridicola

    4) Ricezione della scheda WiFi nulla, o si sta a 20cm dall'Access Point oppure niente. Peccato che ha quella distanza mi basta anche un cavetto ethernet standard

    5) I comandi multimediali, play stop, pause sono ad alta improbabilita'. Non si capisce mai se hanno ricevuto il comando o meno

    6) Dotazione di porte completamente inutile, HDMI, 1394 di quelle piccole ma chi cazzo le usa ? Metterci una seriale no ?

    Se volete un consiglio non buttate via i soldi in questo cesso di notebook come purtroppo ho fatto io
    non+autenticato
  • la seriale????? la seriale????
    Scusa se rido, so che tanti la vorrebbero (applicazioni per gestione controllo numerico etc.) ma ormai nessuno la mette più!
    Schermo lucido? Uhmmm Crystal Brite, true Brite, Xblack, tutti che lo usano?
    Per le applicazioni: lo sai che non conta solo il processore? Ram? Altre applicazioni aperte in Background?
    Bah!
    non+autenticato
  • Fidati e' un pacco di notebook
    non+autenticato
  • Io ho un latitude ed è fantastico
    Dubito delle cose che hai scritto
    non+autenticato
  • Dubita dubia, comprati un XPS M1530 e poi ci rivediamo qui e mi sai dire.
    non+autenticato
  • Ciao a tutti,

    la descrizione dei pc è errata qualora voleste partecipare all' iniziativa, il modello xps m1330 in questione è un laptop.

    Saluti Gianluca P.
    non+autenticato
  • Come minimo, visto il nick e la possibile età, con conseguente rincoglionimento...

    fai pena.

    frik---
    non+autenticato
  • l'unica cosa che fa morire di malattie gli africani sono i brevetti sui farmaci. indovinate chi è andato di corsa ad aiutare gli africani ... il paladino della lotta per mantenere i diritti sugli algoritmi e tutto il resto, musica e bios compresi ...
    la soluzione è semplice, troppo semplice, se si cercasse il modo di aiutare davvero le persone, ma qui si parla di economia e marketting, quindi l'operazione si chiamerà beneficenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ventolino
    > l'unica cosa che fa morire di malattie gli
    > africani sono i brevetti sui farmaci. indovinate

    Mitologia comunista, ennesima variante del mito classico
    "se il terzo mondo muore di fame é solo colpa nostra"
    Gli africani sono in quelle condizioni semplicemente perché non sono in grado di fare di meglio.

    http://prometheus.greatnow.com
    non+autenticato
  • - Scritto da: ventolino
    > l'unica cosa che fa morire di malattie gli
    > africani sono i brevetti sui farmaci. indovinate

    Mitologia comunista, ennesima variante del mito classico
    "se il terzo mondo muore di fame é solo colpa nostra"
    Gli africani sono in quelle condizioni semplicemente perché non sono in grado di fare di meglio.

    http://prometheus.greatnow.com
    non+autenticato
  • > Gli africani sono in quelle condizioni
    > semplicemente perché non sono in grado di fare
    > di meglio.

    il sito è palesemente razzista e potrebbe essere incriminato per apologia di reato.
    tu perché non sei in grado di fare di meglio?
    senti, ascolta, leggi o quel che ti pare, il sito che hai consigliato è veramente imbarazzante. non penso lo sosterrebbero nemmeno i disturbatori di forum e blog assoldati dall'esercito americano per la propaganda nei paesi sottosviluppati come il nostro. ma non lo escludo, siccome non penso che si possa essere veramente così stupidi e maligni, almeno non per tutta la vita, ti invito caldamente a scusarti o a perire.
    non+autenticato
  • Ma tu scherzi!

    Gli USA sono l'unico paese che fa i farmaci perchè sono l'unico paese dove funzionano veramente i brevetti!

    NESSUNO invese decine di milioni di dollari/euro per trovare un farmaco e sperimentarlo (un iter di 15 anni!) se non può proteggerlo via brevetti e se basta un analizzatore per scoprire la formula chimica e un'altra ditta glielo può copiare.

    Se non ci fossero gli USA che funzionano così NESSUNO al mondo avrebbe creato quei farmaci. Noi stiamo in realtà beneficiando di quei farmaci grazie alla bontà degli USA, pensa se bloccassero l'esportazione e se li tenessero tutti loro!?!?

    No-global del cavolo...
    non ho ancora capito se non ci arrivate o se lo sapete che state dicendo sciocchezze
    non+autenticato
  • - Scritto da: PlutoIV
    > Ma tu scherzi!
    >
    > Gli USA sono l'unico paese che fa i farmaci
    > perchè sono l'unico paese dove funzionano
    > veramente i
    > brevetti!

    E la Germania? Non è che la Bayer sia un'azienducola...
  • - Scritto da: Athlon64
    > - Scritto da: PlutoIV
    > > Ma tu scherzi!
    > >
    > > Gli USA sono l'unico paese che fa i farmaci
    > > perchè sono l'unico paese dove funzionano
    > > veramente i
    > > brevetti!
    >
    > E la Germania? Non è che la Bayer sia
    > un'azienducola...

    La Bayer non fa antiretrovirali.

    E' vero che di fattola ricerca vera sui farmaci
    sostanzialmente si fa negli USA e il problema è
    meno semplice di quello che appare

    E' vero anche che secondo autorevoli calcoli
    le case farmaceutiche in esame (glaxo, bms, ...)
    distribuendo i farmaci a prezzo di produzione
    (o con un guadano sul prezzo di produzione,
    escludendo dunque le royalties) in alcuni paesi
    africani flagellati dal'HIV avrebbero perso
    lo 0,qualcosa del fatturato sul farmaco
    ottenendo un ENORME ritorno in termini di
    pubbliche relazioni
    non+autenticato
  • - Scritto da: PlutoIV
    > Ma tu scherzi!
    >
    > Gli USA sono l'unico paese che fa i farmaci
    > perchè sono l'unico paese dove funzionano
    > veramente i
    > brevetti!

    Infatti Glaxo e Roche sono americane ...

    > NESSUNO invese decine di milioni di dollari/euro
    > per trovare un farmaco e sperimentarlo (un iter
    > di 15 anni!) se non può proteggerlo via brevetti
    > e se basta un analizzatore per scoprire la
    > formula chimica e un'altra ditta glielo può
    > copiare.

    Già, 15 anni di duro lavoro di specializzandi pagati dallo stato italiano

    Trasferisciti in USA
    non+autenticato
  • Ok per Dell e Bill, da loro non mi aspettavo certo grandi cose, ma bono è ormai fuso ... ma dai una mano al progetto OLPC, dona a loro!
    Piuttosto che comprare un portatile da centinaia di euro (o migliaia?) per donare 50-80E, donerei direttamente 50E! (come poi faccio)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)