Parla, il player ti ascolta

Stop ai micro pulsanti. Entro l'anno arriveranno sul mercato dei player portatili di file audio che permetteranno la navigazione dell'archivio di brani su hard disk e la loro riproduzione attraverso semplici comandi vocali

New York (USA) - E ' curioso pensare come fino a qualche hanno fa le tecnologie per il riconoscimento della voce richiedessero computer ben equipaggiati, spesso ben fuori dalla portata dell'utente medio. Oggi che i desktop avrebbero finalmente le carte in regola per ascoltarci, parlarci e darci il buon giorno in 27 lingue, il riconoscimento vocale sembra aver deviato la sua traiettoria sbarcando su gingillini come i telefoni cellulari ed ora anche sui player portatili di musica.

In particolare, ad essere interessati da questa piccola rivoluzione saranno i lettori con hard disk, quelli capaci di immagazzinare centinaia, migliaia e prossimamente milioni di file audio compressi. Secondo Sensory Inc, un fornitore di tecnologie per il riconoscimento vocale, in presenza di un tale numero di file le interfacce tradizionali risultano ormai inadeguate.

E dunque nel prossimo futuro, e già a partire da quest'anno, si potranno trovare in commercio lettori audio a cui basterà dettare con molta naturalezza il titolo di un brano o il nome dell'autore per far partire una ricerca nell'archivio e ottenere un elenco di canzoni o la riproduzione automatica delle stesse: pertanto niente più lunghe e noiose navigazioni attraverso cartelle, sotto-cartelle e file.
E.Digital, un produttore di chip embedded, sostiene di aver già avuto moltissime richieste da parte di produttori di player portatili per l'integrazione, in questi dispositivi, di funzionalità per il riconoscimento vocale. Secondo l'azienda, i primi prodotti dovrebbero comparire sul mercato già a partire dal terzo o quarto trimestre dell'anno. Il chip a cui sta lavorando E.Digital supporterà tutti i principali formati audio compressi, fra cui MP3, AAC, WMA e QDX.
TAG: hw
1 Commenti alla Notizia Parla, il player ti ascolta
Ordina
  • Tipo aumentare e migliorare le prestazioni dei lettori mp3 che al momento sono piuttosto scarse...
    O sono microlettori, comodissimi - niente da ridire su questo, di dimensioni interessanti ma di valore scarno, specie se confrontati al costo (300-400mila lire per andare in giro con non più di un'ora o 2 alla volta!!! se sei via tutto il giorno e vuoi ascoltare altro, che fai, torni a casa???).
    Oppure si tratta di lettori grossi, enormemente costosi e troppo delicati (come il JukeBox della Creative) con hard disk che temono scosse (resistenti finchè vuoi, ok, ma ti sconsigliano di farci jogging)...

    Finchè non scenderanno i prezzi delle memorie solide, l'mp3 portatile sarà solo una costosa tecnofighetteria.

    E per almeno 2 o 3 anni sono contento del mio minidisc...
    saluti
    non+autenticato