Anche Tiscali nella guerra dell'ADSL

Il provider scende in campo contro Wind Infostrada e VirgilioTIN per sfruttare le ultime novità dell'offerta Telecom Italia agli operatori. ADSL economico. E la qualità?

Roma - Tiscali rinnova il proprio piano tariffario ADSL, con una mossa attesa da tempo da chi studia le evoluzioni del mercato banda larga italiano. Dopo Telecom Italia, Libero Wind Infostrada, VirgilioTIN, un'altra compagnia telefonica (OLO) decide di sfruttare le nuove offerte all'ingrosso presentate dall'incumbent provider ex-monopolista. La formula adottata è nota: "ADSL a partire da meno di 25 euro al mese". Tiscali ha atteso finora, studiato le mosse degli avversari e alla fine ha lanciato le nuove offerte ADSL basandosi sull'esperienza maturata dai concorrenti.

Tre i formati ADSL previsti da Tiscali: Light 20 Ore, Sempre e Giorni. Riassumono un po' le formule commerciali proposte da altri operatori in questi mesi, caratterizzati dal rinnovo del settore ADSL.
Light 20 Ore (320/128 kbps) si basa su un principio a consumo: 20 ore di connessione al mese, incluse nel canone di 24,95 euro mensili IVA inclusa. Per ogni minuto eccedente il tetto, sono previsti 2,5 cent di euro (pari a 1,50 euro all'ora) IVA inclusa. La formula e i prezzi ricalcano in tutto e per tutto quelli dell'offerta Alice 20 ore di Telecom.
ADSL Sempre e ADSL Giorni si suddividono nelle versioni Light, Top e Premium. ADSL Sempre ha il traffico incluso nel canone; ADSL Giorni prevede invece un costo di 0,50 euro per ogni giorno in cui si superano i 20 minuti di collegamento a Internet. Solo nella versione Sempre è inclusa la registrazione di un dominio.it.
La differenza tra la formula Light e Top è data dalla velocità di connessione in download: 320 kbps per il primo caso e 640 kbps per il secondo. Nella versione Premium, è prevista anche la banda minima garantita di 64/32 kbps.
I prezzi: 36,95 euro, 55,95 euro, 83,95 euro al mese per l'offerta ADSL Sempre (nelle versioni Light, Top e Premium rispettivamente). Il canone è di 24,95, 43,95 e 71,95 euro per la versione Giorni. Tutti i prezzi sono IVA inclusa.

La formula di ADSL Giorni è stata introdotta sul mercato da Libero, clausola dei 20 minuti compresa.
L'Adsl di Libero, che in tutte le formule lanciate sul mercato consumer prevede un canone giornaliero, è ancora in promozione: fino al 31 dicembre 2002 non si pagherà né per l'attivazione né per i giorni di connessione effettuati. La parallela promozione di Tiscali, VirgilioTIN e Telecom è scaduta a fine settembre, a meno di proroghe dell'ultimo minuto. Libero, a differenza di Tiscali, specifica inoltre che il conteggio del giorno di connessione avviene dalle 8.00 alle 8.00. Clausola importante: gli utenti che si connettono a cavallo della mezzanotte, com'è consuetudine per molta parte del pubblico, non devono così subire un doppio addebito. Anche VirgilioTin, dopo Libero, ha lanciato l'offerta con canone giornaliero, ma senza il dettaglio dei 20 minuti di collegamento gratuiti.

L'Adsl di Tiscali utilizza, per prezzi e modalità di addebito, tutte le formule sperimentate dai concorrenti in precedenza. Cambia la velocità massima raggiungibile, la disponibilità di caselle e-mail (10, da 50 MB l'una), la quota di spazio Web (100 MB): tutte caratteristiche che risultano più generose rispetto a quelle delle offerte concorrenti, a parità di prezzo. Nell'ADSL di Tiscali è incluso inoltre il servizio NetPhone, per telefonare in VoIP, via PC, a telefoni di tutta l'Italia, e Tiscali Fax, per ricevere Fax via e-mail.

Più formule ADSL economiche, dunque, che rispondono ad una richiesta emergente. Ma, come si può leggere altrove nel numero di oggi di Punto Informatico, queste offerte così economiche sono davvero in grado di rispondere alle aspettative dell'utente?
TAG: adsl
8 Commenti alla Notizia Anche Tiscali nella guerra dell'ADSL
Ordina