Utenti Linux: VIA apra i suoi driver

Un gruppo di utenti Linux ha avviato una petizione online che chiede al produttore taiwanese VIA di migliorare la qualità dei propri driver per Linux o, meglio ancora, divulgarne le specifiche tecniche

Roma - Riportando all'attenzione del pubblico e dell'industria l'annosa questione dei driver per Linux, un gruppo di utenti del Pinguino ha recentemente avviato una petizione (qui il testo tradotto in italiano) in cui si chiede al noto produttore taiwanese VIA Technologies di migliorare il proprio supporto a Linux.

I promotori dell'iniziativa, nata da questa recente discussione, spiegano che oggi molti PC, sia desktop che portatili, sono basati su hardware prodotto da VIA: il problema, a loro dire, è che i driver per Linux forniti dall'azienda "presentano molti errori, incompatibilità, scarse performance e bug di sicurezza".

"VIA è sul mercato da un sacco di tempo e si vanta di supportare Linux, ma questo non è vero", recita il testo della petizione. "VIA non supporta Linux (qualsiasi distribuzione), almeno per quanto riguarda il supporto dei chipset video, dal momento che i driver Linux forniti da VIA non permettono agli utenti di utilizzare l'hardware secondo quanto specificato dal produttore (cioè la stessa VIA). Tuttavia, utilizzando lo stesso hardware su sistemi Windows, le specifiche del produttore sono soddisfatte. Questo dimostra che gli sforzi attuali di VIA nello sviluppo dei driver sono univocamente orientati ai sistemi Windows (di nuovo, Linux *non* è supportato ma piuttosto "sopportato".)".
Nella petizione si afferma che la comunità open source ha cercato di trovare soluzioni alternative, avviando progetti per lo sviluppo di driver aperti non ufficiali, ma VIA non avrebbe fornito alcun tipo di aiuto o incoraggiamento a tali iniziative.

I firmatari dell'iniziativa chiedono che VIA migliori drasticamente la qualità dei propri driver per Linux, portandoli ad un livello di funzionalità comparabile a quello delle versioni per Windows o che, in alternativa, renda pubbliche le specifiche del proprio hardware, così che gli sviluppatori open source possano occuparsi della realizzazione dei driver. Nel caso in cui il produttore non voglia soddisfare alcuna di queste richieste, i promotori della petizione ritengono che VIA debba quanto meno rendere "chiaro ed evidente in tutti i mezzi di comunicazione impiegati (dal sito web alle confezioni dei prodotti) che non supporta Linux".

"VIA ha un certo grado di responsabilità verso i propri clienti, e per rispetto nei loro confronti dovrebbe palesare in modo chiaro e inequivocabile la propria posizione in merito al supporto a Linux", conclude il testo della petizione.

Un problema antico
La riluttanza di molti produttori di hardware a rilasciare il codice sorgente o i dettagli tecnici dei propri driver è una questione con cui la comunità open source si scontra ormai da molti anni. In passato sulla questione sono intervenuti alcuni dei principali esponenti del mondo open source, inclusi Richard Stallman (Stallman: aprite i vostri driver) e Free Software Foundation (FSF: l'hardware non abbia padroni), Theo de Raadt (De Raadt: Intel è closed source), e il gruppo di utenti italiano Free Software Free Society (Linux e hardware, un rapporto difficile).

Lo scorso anno alcuni degli sviluppatori del kernel di Linux si sono persino offerti di sviluppare gratuitamente i driver per conto dei produttori interessati, purché questi siano disposti, anche dietro l'eventuale stipula di un contratto di riservatezza, a divulgare le specifiche del proprio hardware. Un elenco dei driver attualmente sviluppati dal progetto si trova qui.

Tra i produttori di PC più sensibili al problema c'è Dell, che lo scorso anno si è impegnata a privilegiare, nei propri sistemi Linux-based, quei componenti per i quali esista un driver open source. L'azienda ha anche promesso di collaborare con i maggiori produttori di hardware per incoraggiarli a migliorare la maturità e la stabilità dei driver per Linux.
61 Commenti alla Notizia Utenti Linux: VIA apra i suoi driver
Ordina
  • Dal sito tkArena, post di John Gatt (Technical Marketing Specialist - VIA Technologies, Inc.
    john.gatt@viaarena.com):

    "This thread and petition have the attention of top level management at VIA. So far as I know, they are planning to talk with several important members of the open source community to come up with a solution. What that solution will be, I have no idea but it’s great to see the community come together like this to force the attention of manufacturers. Users do still have the power. Good job guys."

    Questo risultato è anche merito vostro... GRAZIE!
    non+autenticato
  • ma ha senso fornire i driver, quando la quota di mercato di Linux è dello 0.63%, è ancora meno diffuso di Windows98 che ha una quota di mercato pari a 0.70%.

    guardate qui:

    http://marketshare.hitslink.com/report.aspx?qprid=...
  • - Scritto da: saxpax
    > ma ha senso fornire i driver, quando la quota di
    > mercato di Linux è dello 0.63%, è ancora meno
    > diffuso di Windows98 che ha una quota di mercato
    > pari a 0.70%.

    Si.

    guarda qui:

    http://www.pmi.it/software/news/1900/sempre-piu-li...
    non+autenticato
  • Quella statistica non è attendibile.
    È fornita da Netapplications.com e non viene fornito il campione di siti presi ad esame.

    Le statistiche web di diffusione di un sistema operativo sono molto fumose, anche perché la puoi rigirare come vuoi in base alle tipologie di siti che prendi come paniere campione.

    Le statistiche di diffusione di Linux sono parecchio difficili da ottenere perché non essendo un prodotto commerciale non è censibile come numero di copie vendute.

    Notizie da agenzie di stampa riportare dai TG nazionali, quindi particolarmente manipolabili da soggetti economici che avrebbero interesse in ciò dicono comunque che i Linux ufficiali, ossia scatole commerciali + statistiche fornite da aziende come Canonical, RedHat, Novell, sono all'8% come il MacOSX.

    Questi i Linux ufficiali, che sommati al sommerso di cui non si ha alcun controllo supera ampiamente la quota Mac e non di poco...
    non+autenticato
  • Ma scusate, se nel mondo ci sono 500 milioni di PC (per esempio) lo 0,63% di 500 milioni è pur sempre una cifra ragguardevole...
    TUBU
    149
  • - Scritto da: TUBU
    > Ma scusate, se nel mondo ci sono 500 milioni di
    > PC (per esempio) lo 0,63% di 500 milioni è pur
    > sempre una cifra
    > ragguardevole...

    Eccolo qui uno che ragionaOcchiolino Indipendentemente dai numeri puri e crudi, Via con Epia ha una grandissima fetta di emrcato nei pc simil embedded e all-in-one nei quali Linux va motlo ma molto meglio di WinOcchiolino
  • e non solo aperti. O driver aperti per farli buoni. MA cmq non e' possibile che se scarico la patch da viaarena e la applico su un vanilla 2 volte su 3 mi si freeza il mondo. Mi pare di esser tornati agli "unknow simbol" degli ati (altri incapaci a fare un driver)
    non+autenticato
  • Il problema è perché sei obbligato ad applicare una patch su vanilla, dopo che hanno sviluppato il sistema DRM-DRV ed è da 5 anni che con i drivers closed di Nvidia e ultimamemnte anche di ATI non c'è alcun problema.

    Si potrebbe quasi ipotizzare che qualcuno non volesse che tu usi Linux su una Via.

    Vorrei farti notare che da un paio di anni a questa parte INTEL vede XSCALE con CE PREINSTALLATO, se vuoi metterci linux, paghi la licenza a M$ e poi cancelli CE e metti Linux. Nota che tutto questo avviene su UN DEVICE EMBEDDED e non su un portatile ( e nessuno se ne è accorto) !!!

    Un'altra cosa ... VIA vende molto nel campo Mediacenter ..... Occhiolino

    a buon intenditor ...
    non+autenticato
  • Come fanno a non pubblicare i sorgenti dei drivers che usano per MTUBE ?
    non+autenticato
  • Sono un Winaro dal 1998.
    Nell'85 ho avuto un Commodore 16.
    Un nuovo sistema operativo o meglio un OS che non fosse
    Windows ormai mi affascinava l'idea.
    Colsi l'occasione di mettere Ubuntu 7.10 su un portatile
    appena comprato dual core.
    Facenda la gran caxxata di installarlo subito senza prima
    ''provarlo'' Live...
    all'inizio tutto bene,ed entusiasmo alle stelle:
    monitor luminosissmo, grafica bella, tutto nuovo tutto
    'diverso'.
    Poi le dolenti note: voglio installare dei fonts, ma bisogna
    essere root, allora vai con i sudo, di centomila tipi, giu' scristate una dopo l'altra ma non c'è verso di installare.
    Idem per installare un lettore MP3 senza connessione.
    Scarico centinaia di pagine di forum su Ubuntu, informazioni, consigli ma niente dico niente di realmente utile.
    Ci vuole la connessione.
    Compro un router, faccio l'installazione, la velocità è buona ma internet funziona male, spesso non il mozilla va' in timeout, le pagine non si aprono.
    Riesco comunque ad installare sto' benedetto codec mp3,
    ma a dir la verità il lettore fa' abastanza schifo, le opzioni sono poche, molte cervellotiche, scordiamoci
    comunque le tante opzioni e le possibilità di configurare come i programmi windows.
    Totem è davvero poco configurabile.
    Cose minime ma che alla lunga ti triturano i santi coliòni:
    le barre di scorrimento quando le trascini se ne vanno dove vogliono loro, o si 'sganciano' spesso.
    L'immagine del Desktop ritorna quella di default dopo ogni riavvio.
    Io non contesto che Ubuntu sia uno splendido sistema
    operativo, per chi ci si trova bene davero alternativo
    ai OS Windows, ma per chi da Windows viene troppe sono le cose che inceppano il lavoro, non ha senso non poter installare un c...o di niente se non si ha la connessione ad Internet, soprattutto non ha senso star li' a compliare
    per ore per trovare i pacchetti di quel programma ed altre amenità simili.
    Non è vero che Ubuntu son si impunta, che non si blocca.
    Ubuntu ha su dei programmi devvero interessanti, c'è quello di grafica vettoriale che è la fine del mondo, pensare che è gratis, fa rabbrividire, il Gimp pur non essendo il massimo, è sempre è un signor programma, gratis sottilineo.
    Straordinario, per chi ama la scritture e le lingue estere e le rispettive grafie, il programma di visualizzazione dei fonts.
    Cio' che lascia a bocca aperta in altri programmi è il numero di opzioni disponibili, come ad esempio nell'editor di testo, che offre un numero incredibile di features che
    alcune non so nemmeno a che servono, ma che a saperlo dev'essere bellissimo...
    Ecco Ubuntu è tutto questo.
    Ora l'ho disinstallato ma conto di installarlo qui sul 'PC
    da tavolo', quello con un solo rigido, formattando e tenendo XP e Ubuntu.
    Non è che dover usare per molte cose il terminale, con Ubuntu, mi sia odioso, anzi in un certo qual modo la cosa
    mi piace, mi dà modo di usare il PC in un modo meno scontato, ma mi rompeva le b.... dover cliccare sul portatile che adopero sul comodino del letto...
    Non sono un trollone, pero', perche' ripeto, Ubuntu, e tutta l'idea Linux mi affascina, ma gli inizi sono sempre contraddittori.
    TUBU
    149
  • boh è difficile giudicare questo post, non penso che tu ti sia inventato i problemi che dici, ma, avendo una connessione internet non ci sono problemi a scaricare automaticamente codec e font, e volendo i pacchetti li puoi scaricare a mano da packages.ubuntu.com.
    Mi pare strano che con un router la connessione vada a tratti, non è che hai prblemi di adsl?
    non+autenticato
  • Ahhh la Ubuntu Guide questa sconosciuta... Triste

    http://ubuntuguide.org
    non+autenticato
  • Ti manca l'approccio labiale come diceva qualcuno del Duplo.

    L'installazione dei codec è purtroppo un po' impegnativa perché sono software chiusi che non possono fare parte della distribuzione ufficiale, e spesso hanno cambiato locazione e metodologia di installazione.

    Il modo più semplice per installarli tutti è inserire in /etc/apt/sources.list i repository di Medibuntu, la Ubuntu per il multimedia.

    https://help.ubuntu.com/community/Medibuntu

    Dopo aver installato la chiave rsa sei pronto ad installare tutti i codec e le componenti multimediali.

    Questa è l'unica "difficoltà" che l'utente medio deve affrontare, io per il resto non ho mai avuto alcun problema e mi sto godendo un Asus A8Jr su cui funziona tutto ma proprio tutto tutto (wifi, irda, winmodem, webcam, Ati X2300 anche in 3d, lvm, sd/mmc, bluetooth, dual core e scalatura cpu) ad esclusione della funzione di ibernazione (funziona il suspend in ram).
    non+autenticato
  • Anche se siamo OT e mi scuso con tutti dico la mia.
    Rispondo come ho fatto su suseitalia che riguardava il confronto fra pacchetti deb e rpm.

    Leggendo l'articolo di Gizmo mi viene spontaneo alcune riflessioni:
    Il vero problema non è l'estensione ma l'utente.
    Spesso i problemi sono causati dall'utente aggiornando l'aggiornabile per puro smanettamento.
    All'utente gli ne frega un fico secco dell'estensione o delle superiorità dell'uno o dell'altro ma che installandolo funzioni.
    Credo che il vero problema siano le dipendenze che accomuna entrambi i formati che seppure oggi abbiamo strumenti che facilitano di tanto questo handicap dipendono tutti da "internet" se non vogliamo fare salti mortali in locale ma sempre prima passando da Internet.
    Avere unico formato conta hai fini di avere una quantità di pacchetti oltre a facilitare il lavoro della community ma non per l'utente inesperto che ciò che vuole una distribuzione facile da usare.
    Ed infine L'handicap maggiore è il kernel una versione successiva non supporta spesso hardware della versione più vecchia.
    Ciao
  • > Ed infine L'handicap maggiore è il kernel una
    > versione successiva non supporta spesso hardware
    > della versione più
    > vecchia.
    > Ciao


    ma cosa caxxo stai dicendo?? ripeto cosa QUARZO stai dicendo??

    ricompilalo quel benedetto kernel. RICOMPILALO!

    c'e' il supporto persino per OLD TAPE CD ROM per roba dell'era glaciale 1 anzi dell'era glaciale 0,7

    altro che ti levano il supporto per la versione prima


    perfavore dai su!
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeMedesimo
    > > Ed infine L'handicap maggiore è il kernel una
    > > versione successiva non supporta spesso hardware
    > > della versione più
    > > vecchia.
    > > Ciao
    >
    >
    > ma cosa caxxo stai dicendo?? ripeto cosa QUARZO
    > stai
    > dicendo??
    >
    > ricompilalo quel benedetto kernel. RICOMPILALO!
    >
    > c'e' il supporto persino per OLD TAPE CD ROM per
    > roba dell'era glaciale 1 anzi dell'era glaciale
    > 0,7
    >
    > altro che ti levano il supporto per la versione
    > prima
    >
    >
    > perfavore dai su!


    Mi spiego meglio i drivers funzionano con un kernel ma non con la versione successiva ad ogni versione del kernel bisogna aggiornare i drivers mentre dovrebbe supportarli indipendentemente dalla versione del kernel.
    Ciao
  • - Scritto da: mosfet
    > - Scritto da: MeMedesimo
    > > > Ed infine L'handicap maggiore è il kernel una
    > > > versione successiva non supporta spesso
    > hardware
    > > > della versione più
    > > > vecchia.
    > > > Ciao
    > >
    > >
    > > ma cosa caxxo stai dicendo?? ripeto cosa QUARZO
    > > stai
    > > dicendo??
    > >
    > > ricompilalo quel benedetto kernel. RICOMPILALO!
    > >
    > > c'e' il supporto persino per OLD TAPE CD ROM per
    > > roba dell'era glaciale 1 anzi dell'era glaciale
    > > 0,7
    > >
    > > altro che ti levano il supporto per la versione
    > > prima
    > >
    > >
    > > perfavore dai su!
    >
    >
    > Mi spiego meglio i drivers funzionano con un
    > kernel ma non con la versione successiva ad ogni
    > versione del kernel bisogna aggiornare i drivers
    > mentre dovrebbe supportarli indipendentemente
    > dalla versione del
    > kernel.
    > Ciao

    Non mi risulta: almeno non dopo il kernel 2.4; ci sono interfacce standard per i driver.
    Del resto quando scarichi i driver della Nvidia devi forse far caso alla sottoversione del kernel ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: mosfet
    > > - Scritto da: MeMedesimo
    > > > > Ed infine L'handicap maggiore è il kernel
    > una
    > > > > versione successiva non supporta spesso
    > > hardware
    > > > > della versione più
    > > > > vecchia.
    > > > > Ciao
    > > >
    > > >
    > > > ma cosa caxxo stai dicendo?? ripeto cosa
    > QUARZO
    > > > stai
    > > > dicendo??
    > > >
    > > > ricompilalo quel benedetto kernel.
    > RICOMPILALO!
    > > >
    > > > c'e' il supporto persino per OLD TAPE CD ROM
    > per
    > > > roba dell'era glaciale 1 anzi dell'era
    > glaciale
    > > > 0,7
    > > >
    > > > altro che ti levano il supporto per la
    > versione
    > > > prima
    > > >
    > > >
    > > > perfavore dai su!
    > >
    > >
    > > Mi spiego meglio i drivers funzionano con un
    > > kernel ma non con la versione successiva ad ogni
    > > versione del kernel bisogna aggiornare i drivers
    > > mentre dovrebbe supportarli indipendentemente
    > > dalla versione del
    > > kernel.
    > > Ciao
    >
    > Non mi risulta: almeno non dopo il kernel 2.4; ci
    > sono interfacce standard per i
    > driver.
    > Del resto quando scarichi i driver della Nvidia
    > devi forse far caso alla sottoversione del kernel
    > ?
    Se aggiorni il kernel devi rifare la configurazione dei drivers nvidia o ati che sia dall'installer mentre col metodo DKMS (Dynamic Kernel Module Support) che basta riavviare X e sono attivati.
    Ma molti drivers di periferiche vanno a passo con la versione del Kernel .
    Ciao
  • Confermo, a me capita su Gentoo con i drivers Ati e basta. Credo sia dovuto al fatto che Ati nella programmazione del modulo lo richieda esplicitamente perchè alcuni kernel cambiano leggermente per quanto riguarda le funzioni ACPI eccetera... Almeno suppongo.
    Non è un gran problema comunque... E ad ogni modo tutti gli altri drivers non hanno mai avuto problemi...


    Saluti!

    Fan Atari
  • - Scritto da: mosfet

    > Se aggiorni il kernel devi rifare la
    > configurazione dei drivers nvidia o ati che sia
    > dall'installer mentre col metodo DKMS (Dynamic
    > Kernel Module Support) che basta riavviare X e
    > sono
    > attivati.
    > Ma molti drivers di periferiche vanno a passo con
    > la versione del Kernel
    > .
    > Ciao


    ora... questo e' un discorso, e ci puo stare. Sul nvidia andiamo sul piu o meno bene sull'ati andiamo sulla piu o meno bestemmia. E ok. Cioe' se vai ad aggiornare il kernel di una sottoversione e il driver ati ti si impappina si si succede. Non dico succede sempre, dico che puo' succedere (con possibilita' purtroppo non remota)
    Soggetto del problema? il driver ati Prima affermavi che il soggetto del problema e' il kernel che non retrosupportava piu' l'hw, e' tutta un altra minestra per come la vedo io. poi per forza sbranoA bocca aperta

    chissa' se un giorno Hurd vedra' la luceSorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)