La ricetta per far ripartire l'economia

La propone Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici. In un convegno, il primo per l'organizzazione, sul terziario del terzo millennio

Milano - 4 febbraio 2008. Ad un anno dalla sua nascita, Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici indice "una sorta di Stati Generali dei Servizi per affermare con forza, sulla base di dati, analisi e dell'esperienza di alcuni dei principali protagonisti dell'economia dei servizi, come il nostro Paese possa accelerare la crescita se accetta la sfida globale dell'innovazione".

E così, nella cornice della prima Conferenza Nazionale dei Servizi Innovativi e Tecnologici si incontreranno "imprenditori, esperti, esponenti del Governo e delle istituzioni, in un confronto con i presidenti delle più importanti federazioni confindustriali dei servizi".

Un settore, quello dei servizi tecnologici, che in questi anni ha regalato molte soddisfazioni agli addetti: secondo i dati diffusi da Confindustria, un milione d'imprese danno lavoro ad oltre due milioni e mezzo di cittadini, generando il 13% del PIL.
Tra gli ospiti il ministro dello Sviluppo Economico Pier Luigi Bersani, il presidente dell'Antitrust Antonio Catricalà, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e il presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo.

La conferenza, che si terrà nell'Auditorium di Assolombarda a Milano, è aperta al pubblico ma è obbligatoria l'iscrizione. Per tutte le informazioni è possibile visitare il sito dell'iniziativa.