Enrico Giancipoli

A picco l'industria dei videogame su PC?

Prosegue anche nel 2007 la contrazione nel numero di games per PC venduti in NordAmerica. Console e dispositivi portatili dominano la scena. I numeri e le considerazioni

Roma - L'industria del videogame per PC è morta? No di certo, ma ci sono crepe sempre più profonde a renderla pericolante. Sembrano necessari drastici cambiamenti, perlomeno nella modalità di creazione e di distribuzione dei videogiochi.

L'ultimo indice viene fornito dal NPD Group (società di ricerca e marketing) e mostra che nel 2007, dei quasi 19 miliardi di dollari ricavati dalle vendite al dettaglio di videogame nel Nordamerica, solo 900 milioni provengono da giochi per PC.

Halo3, il bestsellerL'NPD ha elencato inoltre i 10 videogame più venduti del 2007 (per numero di copie vendute):
PC
1. World of Warcraft: Burning Crusade (Blizzard Entertainment) - 2,25 milioni di copie
2. World of Warcraft (Blizzard Entertainment) - 914.000
3. The Sims 2 Seasons Expansion Pack (EA Maxis) - 433.000
4. Call of Duty 4: Modern Warfare (Infinity Ward) 383.000
5. Command & Conquer 3: Tiberium Wars (EA Los Angeles) - 343.000
6. Sim City 4 Deluxe (Maxis) - 284.000
7. The Sims 2 (Maxis) - 281.000
8. The Sims 2 Bon Voyage Expansion Pack (Maxis) - 271.000
9. Age of Empires III (Ensemble Studios) - 259.000
10. The Sims 2 Pets Expansion Pack (Maxis) - 236.000
Console:
1. Halo 3 (Bungie, Microsoft Game Studios, X360) - 4,82 milioni di copie
2. Wii Play with Wii Remote (Nintendo, Wii) - 4,12 milioni
3. Call of Duty 4: Modern Warfare (Infinity Ward, Activision, X360) - 3,04 milioni
4. Guitar Hero III: Legends of Rock (Neversoft, Activision, PS2) - 2,72 milioni
5. Super Mario Galaxy (Nintendo EAD Tokyo, Nintendo, Wii) - 2,52 milioni
6. Pokemon Diamond Version (Game Freak, Nintendo, NDS) - 2,48 milioni
7. Madden NFL 08 (EA Sports, Electronic Arts, PS2) - 1,90 milioni
8. Guitar Hero II (Harmonix, Activision, PS2) - 1,89 milioni
9. Assassin's Creed (Ubisoft Montreal, Ubisoft, X360) - 1,87 milioni
10. Mario Party 8 (Hudson Soft, Wii) - 1,82 milioni
Numeri alla mano, solo nel primo mese le vendite della versione PS3 di Unreal Tournament 3 hanno triplicato (86mila contro circa 30 mila) quelle del PC. Si tratta di dati davvero significativi, tenuto conto che UT3 è un FPS puro che esprime il massimo della sua giocabilità con mouse e tastiera. Stesso discorso per Call of Duty 4, che su console ha superato la soglia dei 7 milioni di copie (fra X360 e PS3), quasi venti volte quelle vendute per PC (383.000 copie).

Dati allarmanti? Dipende dai punti di vista. Bisogna tenere presente che l'NPD Group ha monitorato solo le vendite al dettaglio, senza tracciare alcun download digitale. Questo significa che, ad esempio, tutto ciò che la Valve distribuisce via Steam è escluso (in pratica oltre 150 giochi di case cui Take-Two, Eidos, THQ, Rockstar, Capcom, ID..). Indubbiamente parte delle vendite dei videogame per PC passa per il canale Internet, in percentuali nettamente superiori a quelli delle console. Senza questi numeri, è difficile fare una considerazione più accurata sullo stato dell'industria del videogame per PC.

Ad ogni modo, l'influenza negativa della pirateria è evidente. Č palese che un'enorme quantità di videogame venga distribuita illegalmente via Internet. Succede di conseguenza che giochi con ingenti aspettative alle spalle, Crysis ed Unreal Tournament per fare due nomi, riscuotano poi scarso successo nelle vendite, tale da creare un clima non troppo sereno che scoraggia gli investimenti settoriali.

Alcune aziende ritengono opportuno intraprendere nuove vie. Č notizia recente che il prossimo Battlefield, il capitolo "Heroes", sarà distribuito gratuitamente: i costi del videogame saranno coperti da spazi pubblicitari interni al videogioco. Un esperimento, sì, una sfida, anche, ma ci sono piccoli spiragli di speranza. Si ricorderà a tal proposito la sfida alle case di distribuzione che i Radiohead hanno realizzato con l'album "In Rainbows", venduto su Internet con la formula della libera offerta e senza alcun limite minimo (valide a tutti gli effetti anche le offerte da "0"). Per la sfida di Battlefield bisognerà aspettare il 12 Febbraio, e sperare bene. Gli altri dovranno cercare nuove soluzioni.

Enrico Giancipoli
150 Commenti alla Notizia A picco l'industria dei videogame su PC?
Ordina
  • Sinceramente questa notizia mi puzza di mossa di marketing...
    dov'è Bioshock, che ha venduto un botto? e Crysis, che secondo le ultime notizie ha venduto 1 milione di copie?
    E questi sono solo esempi...
    Diciamo la verità: il mercato pc di per sè non sta affondando, ma ci sono elementi (leggasi: un cartello tra varie socetà)che desidererebbero affondarlo per dare maggior spinta al mercato console, visto che quest'ultime potrebbero essere utilizzate anche da cerebrolesi, e ancora peggio, ignoranti cronici. Tutto il nome del dio denaro...
    I pc costano? dipende dalle tasche, se me lo posso permettere non vedo perchè rinunciare a causa di qualche piagnisteo ipocrita. I giochi console costano molto di più, e questo è un dato di fatto, e prendendo un pc non esagerato (le esagerazioni costano, e molti fanno finta di non saperlo)si ammortizzano le spese, così da avere un'unica macchina multimediale.
    Ma molta gente sa solo gettare fumo negli occhi...
    non+autenticato
  • La politica è di vendere un servizio, non un videogame, solo così si riesce a vendere su PC.

    D'altronde è anche logico: se gioco su console non sto a leggere i prerequisiti del gioco prima di comprarlo ( per poi magari scoprire che non mi gira ugualeTriste ).

    Diversamente tocca fare un lavoro enorme per assicurare la reale compatibilità ai sistemi più disparati (WOW gira davvero su win/mac/linux tanto per cominciare) e fare in modo che la grafica non sia l'unico sistema con cui si attira l'utente. Un lavoro talmente complesso che può rendere solo se legato al pagamento di un servizio.

    In ogni caso la politica delle console è vincente: "accendo e gioco" ed essenziale, quando il mercato del videogame si allarga dagli adolescenti a un pubblico più maturo (meno "ricco" di tempo liberoOcchiolino ), questa diventa la politica vincente.

    Eccezione sono appunto i giochi/servizio tipo WOW che difficilmente possono ripagare i produttori di console a causa della loro incredibile longevità (meno soldi per nuovi giochi, molti più soldi per il servizio, meno percentuali sui nuovi giochi per chi produce l'hardware).

    Probabilmente questi giochi sono il futuro per il gaming PC, ma la WII ha anche dimostrato che ci sono settori ludici ancora interamente vergini, quindi il gaming PC sarà sempre più di nicchia.
  • > Eccezione sono appunto i giochi/servizio tipo WOW
    > che difficilmente possono ripagare i produttori
    > di console a causa della loro incredibile
    > longevità (meno soldi per nuovi giochi, molti più
    > soldi per il servizio, meno percentuali sui nuovi
    > giochi per chi produce
    > l'hardware).

    No se il produttore della console è anche il produttore del gioco. Se poi nonostante questa unione di condizioni non si fa pagare come non si è fatta pagare sega per pso allora sono scemi loro.
    non+autenticato
  • Secondo me "produttore gioco" = "produttore console" è una formula perdente sul punto di vista dei MMORPG, in quanto raggiunge un mercato troppo piccolo (il mercato di un'unica console per l'appunto), ed il numero di giocatori in questo tipo di giochi è tutto.

    Poi magari mi sbaglio ed arrivano ad accordi di percentuale anche sui canoni mensili con le console, ma francamente vedo la cosa poco conveniente per i produttori del software in questo casoOcchiolino
  • Per le console attuali (ps3 e x360) esistono set tastiera + mouse ?

    Se si il pc come macchina da gioco ha finito perchè posso tenere una delle due console sulla scrivania e giocare agli strategici ed agli fps esattamente allo stesso modo che su pc
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Per le console attuali (ps3 e x360) esistono set
    > tastiera + mouse
    > ?
    >
    > Se si il pc come macchina da gioco ha finito
    > perchè posso tenere una delle due console sulla
    > scrivania e giocare agli strategici ed agli fps
    > esattamente allo stesso modo che su
    > pc

    Non funziona così, quando le console avranno mouse + tastiera E giochi degni di essere giocati con questi controller, ALLORA forse sarà la fine dei PC come macchine da gioco.
    Ma come ha scritto il simpatico Serosch poco sopra, attualmente il mercato dei giochi per console è un mercato fatto per un pubblico generalista che mediamente non saprebbe cosa fare con un Civilization qualsiasi, figuriamoci giochi come Hearts of iron o Medieval 2...
    Tornando al discorso hardware a me una configurazione da gioco mi dura circa 3-4 anni senza cambiare neanche una vite, inoltre con il pc ci lavora anche per cui....

    Io sono sicuro che il PC morirà come macchina da gioco ma ci vorranno ancora parecchi anni.
    non+autenticato
  • Allora per dreamcast fecero sia tastiera che mouse e sempre per dreamcast trovavi giochi tipicamente da pc come quake 3 e ut o roba alla diablo come lodoss.
    Detto questo non ci vuole assolutamente niente a fare lo stesso sulle console attuali basta volerlo.
    non+autenticato
  • In primo luogo e' da sfatare questo mito per cui un pc debba essere aggiornato a mesi alterni per stare al tempo.
    Quelli che sostengono questa tesi e' giusto tornino alle console perche' e' da li che in passato sono venuti.
    Col buon senso si puo' avere un hardware degno di questo nome, duraturo e non rinunciare praticamente a nulla. Inoltre se l'acquisto e' stato ben fatto sara' possibile in futuro intervenire su solo alcune parti per mantenere il tutto altamente performante, magari comprando dell'usato che costa anche poco.

    Per chi afferma che e' troppo stare dietro a drivers/firmware/patch e' giusto torni alle console perche' e' da li che in passato e' venuto.
    Chi di pc ne capisce di questi problemi non ne ha e se li ha sa come risolverli nel giro di mezz'ora. Inoltre all'utente pc PIACE smanettare su queste cose [personalmente la prima cosa che faccio quando installo un gioco e' controllare che non ci siano pastrocchi nell'ini] quindi se per voi e' solo un peso e fastidio le console sono fatte apposta per voi.

    I produttori di videogiochi per PC si lamentano sempre che vendono poco. Piangono additando come causa di tutti i loro mali il P2P quando invece la causa sono loro stessi. Gli utenti pc sono attenti e non amano farsi prendere in giro. Giochi sempre piu' corti [siamo arrivati a 4-5 ore medie per un FSP... allucinante], privi di storia, senza piu' betatesting [quindi bachi a non finire piu' o meno gravi], idee ripetitive e clonate all'infinito con variazioni minime e talvolta trascurabili.
    Crysis vende poco? UT3 e' una delusione? OVVIO! SONO PESSIMI GIOCHI dannazione! Tutto muscoli e niente anima .. e come detto sopra i Pc-isti stupidi non sono e quando vedono che UT3 e' uguale al vecchio UT non vedono, a ragione, motivo per passare alla versione "piu' powa" e rimangono su quella vecchia, testata, affidabile. E quando vedono che Crysis e' piu' un tech demo che un gioco mettono HL2 che oltre ad essere un signor gioco e' scalabile persino sulle dx7 [SETTE!]. Forse non si potranno contare i peli del naso del nemico appena cecchinato ... ma per quanto mi riguarda lascio questo tipo di techno feticismo ad altri.

    E' dal tempo della PSX e forse anche prima che il mondo del PC e' in crisi eppure siamo ancora qua.
    Questo perche' il PC offre una tipologia di gioco che le console mai avranno.
    Ora tutti sbavano per cose come il live di Xbox. "WOW possiamo giocare in rete con TAAAANTI amici!!1one".
    Peccato i pc-isti giochino da ANNI online e, badate bene, SENZA pagare nessun abbonamento! [e su Xbox live manco avete i server dedicati...bella fregatura].
    Insomma il mondo delle console sta scoprendo quello che i pcisti sanno oramai da qualche lustro e prendono come una condizione necessaria ad un gioco che voglia definirsi tale.
    Inoltre moltissimi generi possono esistere solo per pc. Strategici in tempo reale, CRPG, MMORPG, Simulatori, tutte cose che i consolari potranno solamente sfiorare o sognare.
    Giocare a Baldur's gate/Nwn2/The witcher con un pad?!?!? Gestire un esercito a SC/war3/DOW senza tastiera e mouse??? Giocare a WoW con i funghetti analogici e 6 tasti???
    Gli stessi FPS su console con un pad e' come andare a fare un giro per i boschi invece che con la mountanbike con un velocipede... certo SI PUO' fare ma .......

    In conclusione ribadisco la mia idea che il popolo pcista sia piu' maturo [come eta' media non per altro] e conservi un'esperienza maggiore data dal passato e che quindi non si fermi troppo all'apparenza puntando piu' alla sostanza o alla longevita' [basti vedere le vendite di the sims2 che bello forse non e' ma che e' sicuramente longevo e poco oneroso come hw].
    Inoltre i Pcisti oramai non si fermano piu' alle recensioni [oramai pilotate per il 95% dei casi] e alle demo [spesso fatte ad hoc per illudere l'utente finale] ma va oltre. Newsgroup, forum e il tanto odiato P2P. Provare un gioco per vedere se e' valido e se merita o meno la spesa, coi tempi che corrono, e' piu' che giusto, e' NECESSARIO.
    E' questo quello che piu' temono i produttori di giochi. Il tanto amato e venerato marketing [l'arte di vendere anche cio' che e' invendibile] non riesce piu' a sostenere l'enorme forza della gente che prova da se i giochi e poi condivide con altri sensazioni, opinioni, idee.

    Il mondo delle console invece e' oramai come la tv generalista. Il bacino d'utenza e' cosi' ampio e variegato che tutto vende indipendentemente dalla qualita'. Come in tv spopolano pattume del calibro del grande fratello o Amici, non vedo perche' per console non possano vendere giochi che in altri campi non verrebbero toccati manco con la punta di un luuuuuuuuungo bastone.

    Concludo con una precisazione. Potrebbe trasparire dal mio post un vago odio verso le console. Purtroppo cosi' non e'. Apprezzo le console e sono felice possessore di una psx, ps2, GC e DS dalle quali ho avuto tante e tante ore di ottimo intrattenimento videoludico.
    non+autenticato
  • Ok non aggiorni il pc ogni 2 mesi ma almeno una volta all'anno devi e purtroppo ogni volta si ripete la solita trafila:

    cambia la scheda video, caspita non entra, devo cambiare scheda madre, caspio la cpu non entra, devo cambiare cpu, il dissipatore vecchio nonostante sia 1Kg di rame da farti sentire come paperon de paperoni non dissipa abbastanza, nuovo dissipatore, le ram non sono più adatte perchè non vuoi colli di bottiglia, nuove ram.
    Alla fine se salvi dischi rigidi, dvd e scheda audio hai fatto l'affare, ops no non va bene, la nuova scheda madre ha depennato le porte ide, solo sata quindi butta pure il masterizzatore e tutti gli eventuali hd di generose dimensioni che ti sei salvato colpevoli solo di montare un attacco che è praticamente uno standard da sempre.

    Poi salta fuori che i driver della nuova scheda video/madre non sono ottimizzati a dovere quindi "tiri di meno", il gioco quasi sempre al primo lancio è grezzo e buggato da paura (vedi sega rally che non ti fa neppure configurare la tastiera e che ha le auto che scivolano sulla cera) senza contare che "avrebbe potuto girare con il computer vecchio ma sai costava troppo ottimizzare un po'"

    Sinceramente a me sembra che i giocatori pc vengano un po' troppo visti come polli da spennare.
    non+autenticato
  • Fesserie.
    circa 5 anni fa comprai questo pc e poco a poco l'ho upgradato come vedete.
    Duron 1g + 512 mega di ram + Geforce2mx
    - 512 mega di ram
    -- Geforce3Ti500 comprata usata
    --- AtholonXP + MoBo usate comprate ad un amico
    ---- +512 mega di ram
    ----- Radeon 9600pro
    1 anno e qualche mese ho investito per una nuova macchina
    Athlon64 3800+ 2 giga di ram + 7950gt
    Inoltre quando ho comprato l'hardware l'ho fatto in previsione di futuri upgrade, pensando anche all'usato. Ad esempio potrei, tra 1 annetto, cambiare A64 con un dual core usato e la 7950gt con una dx10.

    A cosa ho dovuto rinunciare in tutto questo tempo? Nulla.
    La spesa? Accettabile considerando il tempo di vita delle macchine.

    Solo i polli si fanno spennare, io pollo non sono quindi vivo felice.
    non+autenticato
  • Certo certo vedremo quando sarà tempo se troverai i pezzi da cambiare, quando si tratta di configurazioni pc si credono tutti furbi poi ci rimangono tutti di merda uguale quando una console che costa infinitamente meno rende il doppio ed ha una longevità a confronto eterna.

    Ci passerai anche te da questa strada poi vedi se non ti limerai...
    non+autenticato
  • se tu sei un pollo che si fa spennare cavoli tuoi, io per il pc spendo circa 500/600 euro ogni 4 anni e non ho mai rinunciato a NULLA, poi se tu sei un pollo che non sa usare il pc sono solo fatti tuoi...
    non+autenticato
  • A parte che al giorno d'oggi se vuoi un videogioco per PC puoi passare in edicola che trovi le edizioni budget che costano (o "dovrebbero costare") meno...

    I titoli per PC oggi sono pieni di meccanismi anticopia e se installi un videogioco nel tuo PC di lavoro rischi che il masterizzatore o qualche altro software non vada piu'.

    Chi se lo puo' permettere (o chi e' figlio di papa') si compra la console e questa viene acquistata (spendendo alla fine piu' che per il PC) proprio perche' sai che metti il disco e parte.

    P.S.: ancora con questi RadioHead ? La loro e' stata una mossa pubblicitaria e lo scopo era di suscitare scalpore. Ma non ci si deve aspettare che col prossimo disco replicheranno la cosa, anche perche' gli artisti non vogliono morire di fame, anzi se possono diventare ricchi (e il sistema SIAE oggi glielo consente) perche' mai dovrebbero opporsi ?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)