Domini, nuovi giochini in Parlamento

L'ultima novità è l'avanzamento alla Camera di una famigerata proposta che riprende da vicino il DDL sui domini che avanza al Senato. Una tenaglia normativa che si appresta a stritolare la rete italiana

Roma - "Disposizioni per la tutela di nomi e di marchi nella rete INTERNET": si chiama così la proposta di legge che risale al 30 marzo 2000 ma che pochi giorni fa è tornata "miracolosamente" in auge in Commissione in seduta referente.

In quella sede si è deciso di riformulare la proposta di fatto adottando il testo che al Senato sta galoppando, quello del DDL domini nato dalla contestatissima iniziativa di Passigli.

Questo significa, dunque, che la Camera dovrebbe a breve approvare un testo pressoché identico a quello del famigerato DDL. Un testo che, come noto, avoca ad un nuovo ente della burocrazia governativa, funzionalità che nel resto del Mondo sono per lo più ascritte ad enti auto-regolamentati.
La "Commissione Nazionale per l'accesso ad Internet e alle altre reti telematiche" prevista dal testo dovrebbe farsi carico, infatti, di tutto quello che oggi è di competenza della Naming Authority, in primo luogo "le regole dei domini".

Non solo, per confermare la natura burocratica e orizzontale della Commissione, il Legislatore intende includere, tra le moltissime competenze della Commissione, anche argomenti come: stimolare la diffusione "dell'utenza di Internet"; stabilire contatti internazionali per favorire lo sviluppo di Internet dal punto di vista regolamentare e scientifico; promuovere l'attuazione di quanto necessario per garantire la sicurezza della rete e del trattamento dei dati personali che ha luogo nella stessa o mediante la stessa. Il tutto condito da retroattività delle norme sui marchi applicate ai domini Internet, multe e sanzioni varie.

Poiché è probabile che ci si ritroverà presto con un registro di domini che farà concorrenza agli esperti di sicurezza, è senz'altro di interesse segnalare anche la prima versione della proposta alla Camera, una versione che consente di comprendere a fondo "da dove" arrivi questa tenaglia normativa sui domini che i due rami del Parlamento si apprestano a stringere con la santa alleanza tra maggioranza e opposizione e poche, pochissime, voci contro.
TAG: domini
10 Commenti alla Notizia Domini, nuovi giochini in Parlamento
Ordina
  • Lo sussurro con debiti scongiuri, ma almeno per un po' credo che le norme non passeranno semplicemente perchè non c'è il tempo. Le camere verrano sciolte intorno all'8 marzo.

    Speriamo.
    non+autenticato
  • Forse non ne sei al corrente, ma noi utenti,
    tutti i cittadini, chiunque operi nel settore
    internet è stato letteralmente preso a calci
    nelle palle.

    Domani 27/02 con una rapidità quasi sconvolgente,
    si dovrebbe votare in Parlamento.

    Il forse è d'obbligo, ma vedrai che ancora una
    volta l'Italia riuscirà a dimostrare che le
    persone che delega al Governo legiferano con
    tranquillità e velocità solo su materie a loro
    poco conosciute.

    C'è sempre tempo per gli errori, meno per metterli
    a posto in un secondo momento.

    Hix

    - Scritto da: wamba
    > Lo sussurro con debiti scongiuri, ma almeno
    > per un po' credo che le norme non passeranno
    > semplicemente perchè non c'è il tempo. Le
    > camere verrano sciolte intorno all'8 marzo.
    >
    > Speriamo.
    >   
    non+autenticato
  • Della serie: "Gli stupidi sono 100 volte peggio dei malvagi".
    Non credo che questo disegno di legge possa passare cosi com'è, troppo assurdo. Vale a dire; l'hanno sparata troppo grossa.
    Comunque ci provano.
    Il settore si sta infognando sempre di più, per questi legislatori ridicoli. Nessuno ha più voglia di fare qualcosa in rete. Tra leggi, regole, regoline come minimo se operi in rete ti becchi una causa.
    Abbiamo soltanto due salvezze:

    1- Qualche giudice che capisca più dei "nostri" politici (in passato ce ne sono stati ma ora, purtroppo, mi sembrano accodati e subordinati).

    2- Il tracollo della borsa legato all'informatica (se c'è poca libertà = poca rete = pochi PC = pochi Soldi = Risparmiatori incazzati neri).

    Come al solito concludo con: Non andate a votare. Non si risolve niente ma almeno si sentiranno in pochi e in pochi si ha più paura.
    Ciao.
    non+autenticato
  • > Come al solito concludo con: Non andate a
    > votare. Non si risolve niente ma almeno si
    > sentiranno in pochi e in pochi si ha più
    > paura.

    Non hanno paura di nulla, è come la barzelletta del medico che, dopo aver fatto nascere il bambino, guarda la faccia e il cu*o e dice: "signora, sono due gemelli"

    E la cosa più grave è che noi non possiamo fare nulla...a parte i "parvenu" del web

    Ciao
    non+autenticato
  • Che non è scritto male, intendiamoci, ma mi sembra un tantino polemico. Inutilmente polemico.

    Il D.L. Passigli ha anche molti meriti, primo fra tutti quello di aver mandato a gambe all'aria il progetto del famigerato Nicky Grauso di impossessarsi dei nomi di tutti gli italiani.

    Certo, in quella legge ci sono anche diverse cose che non vanno, su cui ovviamente anche io non sono d'accordo.

    Ma allora perchè scriverle in fondo all'articolo? Non era meglio dirle subito all'inizio?

    non+autenticato
  • ... l'idea di regolamentare comportamenti tipo quelli di grauso mi sembra buona... ma come al solito la legge proposta fa schifo. Mi chiedo perchè quando non hanno da fare qualcosa non interpellano qualcuno di esperti.

    Quella norma poi sulla similitudine è la classica norma italiana super-interpretabile:
    Grossa ditta contro piccolo cittadino vince chi può permettersi l'avvocato migliore.
    non+autenticato
  • ... e vediamo come faranno i parlamentari
    del c***o italiani.

    Oramai in Italia non si puo' piu' lavorare in pace.

    Ringraziamo Grauso e le sue manie di grandezza,
    questo era il risultato che voleva ottenere
    il "grand'uomo" sardo.

    Grazie Nicolino,
    ci costerai qualche decina di milione in piu'
    per far trasferire i Ns. domini all'estero
    ma stai sicuro che ci ricorderemo di te, in futuro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max
    > ... e vediamo come faranno i parlamentari
    > del c***o italiani.
    >
    > Oramai in Italia non si puo' piu' lavorare
    > in pace.
    >


    Non sono un esperto di leggi, ma mi sa che la tua soluzione non sia molto valida....infatti la legge non e' limitativo per le societa' italiane, ma detta le regole sull'utilizzo e l'assegnazione dei domini .it, regole che devono essere accettate anche dalle societa' estere...
    ..Comunque basta non acquistare i .it

    non+autenticato
  • > ..Comunque basta non acquistare i .it

    Già, visto che a breve dovrebbero arrivare i .eu
    non+autenticato

  • - Scritto da: Max
    > ... e vediamo come faranno i parlamentari
    > del c***o italiani.
    >
    > Oramai in Italia non si puo' piu' lavorare
    > in pace.
    >

    Non mi pare una novità.

    > Ringraziamo Grauso e le sue manie di
    > grandezza,
    > questo era il risultato che voleva ottenere
    > il "grand'uomo" sardo.

    Non confondere le cose: Le leggi le fanno in parlamento, e lì Grauso non c'è.

    Grauso ha operato rispettando le regole esistenti, e comunque assumendosi il rischio di quello che poteva essere al limite di quelle regole, ma i politici barano CAMBIANDO LE REGOLE A PARTITA FINITA.

    C'è solo il particolare che barando tagliano le gambe ai molti che internet non la usano per l'azzardo, ma per lavorare e dare lavoro.

    PER CUI DIMENTICATE GRAUSO, CHE A PARLARNE PERDIAMO SOLO TEMPO, E RICORDATEVI IL NOME DI PASSIGLI & BANDA.


    > Grazie Nicolino,
    > ci costerai qualche decina di milione in piu'
    > per far trasferire i Ns. domini all'estero
    > ma stai sicuro che ci ricorderemo di te, in
    > futuro.

    Su questo posso darti una buona notizia: una decina ti bastano ed in 15-20 giorni sei operativo.

    Vi fornirei volentieri + notizie, ma per rispetto delle regole di P.I. evito di fare meritata pubblicità a chi offre in modo ineccepibile questo servizio.

    Alla salute di chi ci fa emigrare!
    non+autenticato