Luca Annunziata

Microsoft.it: diamo i numeri

Windows Vista, il downgrade, Office 2007, MSN, Windows Live, social network: i numeri e i mercati di BigM nel Belpaese

Roma - Fai quattro chiacchiere con qualcuno e scopri che i chattatori incalliti di MSN hanno sparato 25 milioni di messaggini in una sola ora. Oppure che in Italia, solo l'anno scorso, sono stati venduti 5,5 milioni di PC, e un buon 80 per cento montava Windows Vista; e che oggi, a poche settimane dal rilascio del Service Pack 1, il sistema operativo di Microsoft supporta 2,5 milioni di dispositivi.

Fabrizio AlbergatiQuesto ed altro si scopre chiacchierando con qualcuno che quei numeri li conosce a menadito. Qualcuno come Fabrizio Albergati, direttore gruppo Windows Client di Microsoft Italia: lui è nell'azienda di Redmond dal 1987, e in 20 anni ne ha viste di cotte e di crude. Eppure, garantisce a Punto Informatico, l'offerta dei sistemi operativi di BigM non è mai stata migliore. E non ha mai avuto tanto successo, anche grazie al downgrade da Vista a XP. "Il cliente deve seguire il suo percorso di upgrade", spiega Albergati. L'utente deve poter comprare i suoi nuovi computer con Vista a bordo ma senza essere costretto ad utilizzarlo da subito: il concetto è semplice, quando il consumatore sarà pronto farà sempre in tempo a lanciarsi su Vista.

Tralasciando i dati puramente numerici, tutte le nuove proposte in fatto di software starebbero andando bene: il deployment di Vista nelle aziende procede con ritmo costante, così come l'adozione delle nuove soluzioni di protezione OneCare (per il mercato consumer, si parla di "centinaia di migliaia di copie" e comunque "più del previsto") e Forefront (per l'Enterprise).
Enrico BonattiAnche Office 2007 va bene, almeno secondo il direttore del Business Group Information Worker, Enrico Bonatti: le vendite del settore consumer, gli acquisti da scaffale insomma, hanno fatto registrare una crescita del 300 per cento rispetto all'anno precedente. La versione trial è stata scaricata 1,5 milioni di volte. Merito della politica di prezzi molto aggressiva adottata da Microsoft dopo il lancio della suite, che ha portato il pacchetto Home and Student (quello formato da Word, Excel e Powerpoint) a 99 euro per le festività natalizie.

Cresce bene anche il settore aziendale, con il 10 per cento della base installata che è già migrata alla nuova versione di Office. E crescono anche i numeri dei servizi online, che offrono tutorial gratuiti e risorse per la produttività. A dicembre 2007 "Office Online" in Italia ha superato 15 milioni di pagine visitate (+11 per cento rispetto a dicembre 2006).

Diminuiscono peraltro le copie pirata in circolazione dei software Microsoft, grazie anche ai programmi di rientro previsti per i fenomeni di underlicensing, per coloro i quali si ritrovino nell'illegalità per scelta e per quelli che ci siano finiti loro malgrado. Ma, se si pensa a prodotti di punta come Office, l'uso illegale resta predominante: si stima che più di metà delle copie della suite installate in Italia sia pirata, in calo del 2 per cento nel 2007 rispetto al 2006.

Alla domanda se prima o poi dovremo abituarci ad usare Office online, Bonatti risponde in un modo per certi versi inaspettato: "No, online ci saranno solo i servizi", almeno per il momento. Il perché é presto detto: in molti casi, l'utente ha ancora bisogno di manipolare i dati sul proprio computer, e spesso in mobilità usufruisce dei suoi documenti solo per consultarli. Microsoft lavora ad applicazioni remote, ma per vederle davvero all'opera bisognerà attendere che il mercato ne faccia esplicita richiesta.

Bonatti si entusiasma soprattutto quando si parla della nuova interfaccia di Office 2007: dopo una iniziale diffidenza, spiega, ora i feedback sono tutti molto positivi. Secondo le prime stime, le instant preview e le scorciatoie contestuali riducono del 50 per cento il numero di clic necessari a svolgere una operazione: "La produttività sale e il tunnel carpale ringrazia", scherza.

Poi però Bonatti torna serio, e spiega che "Office è diventato l'hub aziendale": grazie alle funzionalità di messaggistica integrata, all'editing condiviso dei documenti abbinato alla videoconferenza, all'offerta di servizi a corredo, la suite per la produttività di Redmond offre un ambiente di lavoro che piace a molti. E ora Microsoft si sta lanciando anche nel campo dei gestionali con il programma Dynamics, che pare stia facendo segnare anch'esso numeri di tutto rispetto.

Luca ColomboParlando di messaggistica, come si fa a dimenticare la piattaforma Live? Per certi versi, lo conferma sempre Bonatti, Office e Live vanno verso una sorta di convergenza: ma si tratta unicamente di condividere le tecnologie, non i contenuti. Dei contenuti di Internet si occupa invece Luca Colombo, direttore del marketing dell'Online Service Group: un ruolo per certi versi facile il suo, visto che Windows Live Messenger in Italia è una specie di asso piglia tutto.

Su 14 milioni di utenti dell'instant messaging in Italia, oltre 12 milioni utilizzano regolarmente il sistema di comunicazione di Microsoft: "Sono dati Nielsen" precisa Colombo a Punto Informatico, e sostiene che la crescita delle preferenze per le applicazioni Live di BigM sia costante. L'ultima tendenza sono le chiacchiere via cellulare, con il Messenger per Windows Mobile che oggi viene utilizzato da circa 600mila utenti italiani.

Funziona bene MSN.it, che si porta a casa ogni giorno 1,5 milioni di pagine viste. Funziona bene Spaces, la piattaforma di blogging di Microsoft, che conta oltre 5,4 milioni di iscritti solo in Italia. E funzionano bene anche Hotmail, che ha superato i 6,5 milioni di membri, e la piattaforma di advertising.

Occhio, poi, a farsi stregare dalle sirene del 2.0: come sottolinea Colombo, oggi in Italia ci sono circa mezzo milione di utenti Facebook - la piattaforma sulla quale Microsoft veicola i contenuti pubblicitari. Come a dire che i servizi sono interessanti, la pubblicità in qualche modo ci arriva ma che si tratta più di un fenomeno mediatico che di una realtà industriale. Certo, sono numeri che crescono costantemente ma prima di raggiungere i 5 milioni e passa di utenti di Spaces, e gli oltre 12 milioni di Messenger ci vorrà tempo.

E Xbox360? Una battuta su Xbox è stata fatta ieri da Punto Informatico e la risposta di Microsoft è univoca: è un grandissimo successo. I numeri di questo successo? Quelli per ora Microsoft non vuole farli sapere.

Luca Annunziata
341 Commenti alla Notizia Microsoft.it: diamo i numeri
Ordina
  • Con un certo timore ho comprato il pc nuovo con Vista, ottimo! Decisamente un passo avanti rispetto a Xp.
    E' bastato scaricare i driver delle vecchie periferiche dai rispettivi siti, mi ha preso tutto senza problemi.
    E' più sicuro, ma soprattutto...è più bello! Io ho Home Premium con Aero.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fed
    > Con un certo timore ho comprato il pc nuovo con
    > Vista, ottimo! Decisamente un passo avanti
    > rispetto a
    > Xp.
    > E' bastato scaricare i driver delle vecchie
    > periferiche dai rispettivi siti, mi ha preso
    > tutto senza
    > problemi.
    > E' più sicuro, ma soprattutto...è più bello! Io
    > ho Home Premium con
    > Aero.

    Sono contento per te, goditelo!
    non+autenticato
  • è più sicuro.. lol
    non+autenticato
  • E' più sicuro. Se poi non lo hai mai usato, problema tuo.
    non+autenticato
  • Premetto che non lavoro per Microsoft...

    Mi spiegate se Microsoft fa cosi tanti soldi tiene il personale help desk con contratti che durano 6 mesi o un anno e poi mandano tutti a casa ?
    non+autenticato
  • boh, la vodafone vicino a casa mia gira il parco del call center ogni 3 mesi.... poveri cristi.
    E come loro tante altre aziende.
    Interinale, costa meno.
    non+autenticato
  • si hai ragione !!!

    ma è vergognoso tutte queste GRANDI aziende ....
    prima di parlare di successi perche non guardano a migliorare la vita dei propri impiegati....
    non+autenticato
  • Perché non sono loro, e non sono impiegati. Ovvio, no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Miss K Lorina
    > Perché non sono loro, e non sono impiegati.
    > Ovvio,
    > no?

    a caro aziendalista e che sono ?

    ok sono schiavi... ma sempre l'azienda per me non fa una bella figura...

    qui tutti a parlare di Cina... e poi la Cina è gia qui in Italia
    non+autenticato
  • Non sono LORO dipendenti, ma sono "risorse" portate li a lavorare in subaffitto da $ennesima_agenzia_di_lavoro_interinale con $contratto_a_termine_senza_alcuna_tutela_ne_diritto.

    Una volta si lavorava in nero, adesso ci si affida al lavoro interinale. Cambia poco per il lavoratore. Comunque resta uno schiavo senza diritti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zio Bill
    > Premetto che non lavoro per Microsoft...

    > Mi spiegate se Microsoft fa cosi tanti soldi
    > tiene il personale help desk con contratti che
    > durano 6 mesi o un anno e poi mandano tutti a
    > casa ?

    Perche' senno diventerebbero troppo preparati e ne andrebbe l'immagine aziendale...

    Rotola dal ridere
    krane
    22544
  • costa meno per questo lo fanno....
    certo se paghi meno
    io spendo meno
    e meno soldi in questa economia ci sono...


    poi "costa meno" significa che ti offrono un servizio che "offre meno" e Albergati mi viene a dire qua "mai avuto tanto successo"...
    successo di che ? Io dico solo che sono solo vergognosi
    non+autenticato
  • ho girato aziende che stavano sull'orlo delle 14 persone anche se ne servivano 25 pur di aver la possibilità di licenziare in qualsiasi momento con la scusa del calo di fatturato.
    E in emilia ce ne sono parecchi che fanno sto giochino.
    Nell'ultima il mio Ex capo faceva anche da magazziniere pur di non prendere la 15esima persona.
    non+autenticato
  • va bhe ormai sono molto OT.

    Il bello di queste aziende e che poi si lamentano che vendono "poco", e grazie al cavolo.... le persone le paghi poco e dopo 3 mesi fai il "cambio".

    Come fa un comune mortale a vivere ? Ormai qui siamo entrati in un circolo vizioso ai nostri danni Triste.

    Non ho mai sentito un Manager che dice "ho fatto delle cazzate per i prossimi sei mesi lavoro senza percepire lo stipendio" no la soluzione è sempre quella piu "facile" tagliando il personale gia "poco" "pagato"...
    non+autenticato
  • benvenuto nel mondo del lavoro da 6 anni a questa parte.
    non+autenticato
  • Sig. Albergati,

    a me del windows Vista, Xp, di Office, del downgrade, upgrade, non interessa niente,

    IO VOGLIO UN NOTEBOOK SENZA IL VOSTRO SISTEMA OPERATIVO !!!

    Lo acquisterò tra qualche settimana, se gentilmente mi dà un indirizzo a cui spedire la copia di Windows, poi le comunicherò il mio numero di CC bancario su cui versare la somma del rimborso.

    Attendo sue notizie.

    Saluti
  • non devi chiederlo a MS ma ai produttori di notebook.
    Puoi scrivere alla dell o all' hp.
    non+autenticato
  • ho scritto alla hp, mi hanno risposto che windows non lo rimborsano.
  • e allora puoi dire HP bastardaSorride
    non+autenticato
  • hai provato acer?
    magari ti danno una sciocchezza indietro, ma meglio di niente, e l' importante poi e' che i soldi non vadano a loro

    http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2102739
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dan Arbo
    > hai provato acer?
    > magari ti danno una sciocchezza indietro, ma
    > meglio di niente, e l' importante poi e' che i
    > soldi non vadano a
    > loro
    >
    > http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2102739

    Ma ragazzi che Caspio state scrivendo?? possibile che basate l'acquisto di un pc (sopratutto portatili) solo basandovi su caxxate del tipo "ma mi daranno i soldi indietro" oppure "lo posso comprare senza o.s?"
    Vi siete forse dimenticati che il pc che state per comprare deve durarvi diversi (molti?) anni e che quindi è una scelta che và oculata e basata su altri fattori MOLTO più importanti? prima cosa il pc DEVE essere di qualità,ovvero ASUS, Toshiba, non HP o ACER..se non ti piace il s.o. che ti ritrovi dentro al pc, lo puoi cambiare,se invece ti danno uno schifo di hw, te lo terrai a prescindere dal s.o. che gli metterai dentro..

    Altra cosa.. il rimborso.. andate a cercare l'azienda che vi offre un rimborso più alto senza pensare al fatto che potrebbero alzare il prezzo finale del prodotto per poi spacciarvi che vi hanno rimborsato TUTTO il prezzo della licenza di Windows (100 euro).. è il prezzo finale che conta ovvero quello che lo andate a pagare tutto compreso.

    Come se compraste un'automobile e vi supervalutassero il vostro scassone 5000 euro e voi dite "bello!!" peccato che la macchina nuova vi costa 30.000 euro anzichè 25.000

    LROBY
    lroby
    5311
  • - Scritto da: myPoint
    > Sig. Albergati,
    >
    > a me del windows Vista, Xp, di Office, del
    > downgrade, upgrade, non interessa
    > niente,
    >
    > IO VOGLIO UN NOTEBOOK SENZA IL VOSTRO SISTEMA
    > OPERATIVO
    > !!!
    >
    > Lo acquisterò tra qualche settimana, se
    > gentilmente mi dà un indirizzo a cui spedire la
    > copia di Windows, poi le comunicherò il mio
    > numero di CC bancario su cui versare la somma del
    > rimborso.
    >
    > Attendo sue notizie.
    >
    > Saluti

    Cara Pirelli ho comprato una FIAT punto, delle vostre gomme non mi importa niente perchè voglio montarci sopra delle fantastiche gomme usate provenienti dalla ex-yugoslavia. Per favore fatemi avere un indirizzo a cui spedire gomme e ruotino di scorta e io vi comunicherò il conto sui cui versare la somma.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome

    > Cara Pirelli ho comprato una FIAT punto, delle
    > vostre gomme non mi importa niente perchè voglio
    > montarci sopra delle fantastiche gomme usate
    > provenienti dalla ex-yugoslavia. Per favore
    > fatemi avere un indirizzo a cui spedire gomme e
    > ruotino di scorta e io vi comunicherò il conto
    > sui cui versare la
    > somma.


    dovresti approfondire l'argomento "essere proprietario di un bene" e "avere la licenza di un software".
    La licenza windows del notebook puo' essere usata solo su quel notebook e su nessun altro. Non è di mia proprieta', non la posso vendere. Le Pirelli le posso vendere e sostituirle con le gomme della ex jugoslavia.

    Il tuo esempio non è per niente calzante.
  • - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: myPoint
    > > Sig. Albergati,
    > >
    > > a me del windows Vista, Xp, di Office, del
    > > downgrade, upgrade, non interessa
    > > niente,
    > >
    > > IO VOGLIO UN NOTEBOOK SENZA IL VOSTRO SISTEMA
    > > OPERATIVO
    > > !!!
    > >
    > > Lo acquisterò tra qualche settimana, se
    > > gentilmente mi dà un indirizzo a cui spedire la
    > > copia di Windows, poi le comunicherò il mio
    > > numero di CC bancario su cui versare la somma
    > del
    > > rimborso.
    > >
    > > Attendo sue notizie.
    > >
    > > Saluti
    >
    > Cara Pirelli ho comprato una FIAT punto, delle
    > vostre gomme non mi importa niente perchè voglio
    > montarci sopra delle fantastiche gomme usate
    > provenienti dalla ex-yugoslavia. Per favore
    > fatemi avere un indirizzo a cui spedire gomme e
    > ruotino di scorta e io vi comunicherò il conto
    > sui cui versare la
    > somma.

    Cara Pirelli ho comprato una FIAT punto, della vostra gomma di scorta bucata (pagata contro la mia volontà) non mi importa niente, visto che la macchina già possiede tutte le gomme che mi servono, che non hanno una scadenza temporale, e che posso usare quando e come voglio, in numero illimitato. Per favore la prossima volta spedite la vostra inutile gomma di scorta a chi è così sprovveduto da pagarsi anche l'aria che respira (vedi intervento sopra...)
    non+autenticato
  • >
    > Cara Pirelli ho comprato una FIAT punto, della
    > vostra gomma di scorta bucata (pagata contro la
    > mia volontà) non mi importa niente, visto che la
    > macchina già possiede tutte le gomme che mi
    > servono, che non hanno una scadenza temporale, e
    > che posso usare quando e come voglio, in numero
    > illimitato. Per favore la prossima volta spedite
    > la vostra inutile gomma di scorta a chi è così
    > sprovveduto da pagarsi anche l'aria che respira
    > (vedi intervento
    > sopra...)

    Cara ACI ho bucato, per favore mandate un carro attrezzi a recuperarmi dato che stupidamente ho sostituito la mia gomma di scorta bucata pagata contro la mia volontà con un tostapane regalato.
    non+autenticato
  • Certo certo... MS Office va proprio alla grande!
    E dire che una settimana fa è stato pubblicato su molte testate giornalistiche quest'articolo:
    http://www.tuxjournal.net/?p=2347

    Continueranno per molto a dire sempre e solo "va tutto bene, MS va alla grande, tutto il nostro software è perfetto" ?!?
    non+autenticato
  • Premesso che il link dato è di parte, quasi quanto la fonte dell' articolo di PI.
    anche io ho scaricato OO per poi tornare a Office 2007.
    Quindi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Renji Abarai
    > Premesso che il link dato è di parte, quasi
    > quanto la fonte dell' articolo di PI.
    > anche io ho scaricato OO per poi tornare a Office 2007.
    > Quindi?

    Quindi nulla.
    E' dura spendere del denaro per poi dover ammettere a se stessi che è stata una spesa inutile. Così cerchi di convincerti che hai fatto bene.
    non+autenticato
  • - Scritto da: leo
    > http://www.tuxjournal.net/?p=2347

    Ma hai letto i commenti a quell'articolo? ma da quando il numero di download corrisponde a utilizzatori? le cose che dice il PLIO sono ridicole, fanfaronate marketing. La realtà è sotto gli occhi di tutti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: leo
    > Certo certo... MS Office va proprio alla grande!

    14 Miliardi di dollari di fatturato solo dalle vendite dilicenze di Office nel 2007.....

    aspetta te lo scrivo in euro cosi forse ti tornano piu' facili i conti:

    10.000.000.000 euro.....
    Un impiegato medio in 1 anno guadagna
            20.000 euro

    Boh, a spanne, a me sembra vada alla grande!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lulu

    > Un impiegato medio in 1 anno guadagna
    >         20.000 euro

    Dopo aver letteralmente buttato i soldi per Office e Windowz le aziende da qualche parte devono anche tagliare le spese...Sorride
    non+autenticato
  • Beh, anche qui in ufficio, lavorando con Unix in ambiente embedded, l'abbiamo dovuto scaricare. Ma semplicemente perchè abbiamo passato giorni interi a tentare di aggiustare Wine 1.0 per far girare Office 2007. Ma visto i problemi ad avviare le DLL native, siamo passati su Open Office. E persino i miei colleghi, molto più enthusiast (come si dice ora) di Linux di me, ha dovuto ammettere che se Office 2007 non è buono, in realtà OpenOffice è da prendere in considerazione non più di Wordpad. Non è che sia proprio una bella pubblicità a chi è open dover installare qualcosa perchè solo quella c'è di "tendenzialmente" decente (nel senso che a infinito tende a decenteSorride )
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)