L'intelligence USA ricorre al wardriving

Agenti del Servizio Segreto americano hanno intenzione di aggirarsi per Washington D.C. a caccia di network wireless poco sicuri. Una questione di sicurezza..?

Roma - La capitale americana, Washington D.C., ospita com'è ovvio una fittissima rete di comunicazione dati in continua espansione e diversificazione, anche via etere grazie alle nuove tecnologie wireless. Una situazione che, a quanto pare, sta preoccupando l'intelligence americana.

I Servizi Segreti hanno infatti ammesso di aver iniziato un'opera di individuazione di quelle comunicazioni wireless che avvengono senza le necessarie precauzioni di sicurezza, un problema considerato prioritario in un periodo così caldo nella lotta al terrorismo internazionale.

Agenti speciali, dunque, stanno in queste settimane girando per Washington con portatile e apparato di intercettazione verificando se qualcosa può essere facilmente intercettato. Uno sforzo a cui stanno collaborando anche uomini dell'FBI.
Ad essere prese di mira sono soprattutto le LAN wireless di enti pubblici e privati, ma verranno testati anche gli impianti di connettività wireless presenti in luoghi pubblici come aeroporti, piazze e università. L'idea è quella di contattare i soggetti interessati qualora alcune reti risultino poco o per niente sicure.

Gli strumenti di intercettazione comprendono l'apparato tipico del wardriving, termine che indica appunto il "girare" a caccia di buchi.
TAG: sicurezza
3 Commenti alla Notizia L'intelligence USA ricorre al wardriving
Ordina